Giovedì, 13 Agosto 2020

 

POLITICA NEWS

Sergio Contarino (Pd): «Dimettermi da segretario? Intanto si nomini il capogruppo al Comune...»

Posted On Mercoledì, 11 Marzo 2015 09:48 Scritto da

pd segreteria2«Quella di lunedì sera - commenta Sergio Contarino, segretario cittadino del Pd - è stata una partecipata e franca assemblea cittadina (foto). Oltre cinque ore di discussione e più di venti interventi hanno dimostrato, ancora una volta, che la vivacità del Partito democratico cittadino è la capacità di riuscire a fare sintesi sulle grandi questioni che investono la città. Tre - elenca Contarino - i punti salienti che sono stati al centro della discussione, ampiamente dibattuti e che sono stati anche il nucleo portante dell'intervento del segretario cittadino. Il primo, la necessità di trovare l'unità non nelle parole, ma nei fatti. Gli ultimi eventi - ricorda Contarino - tra cui l'elezione del presidente della Provincia, le dimissioni del capogruppo nel consiglio comunale e le difficoltà a dialogare tra partito, consiglieri ed amministrazione attiva, hanno messo a dura prova gli equilibri del partito cittadino senza che questo, entusiasmasse particolarmente la gente. Si è richiamato - prosegue Contarino - la necessità di ritrovare l'unità attraverso la consapevolezza del ruolo di dirigenti ed organi politici, anche mettendo in conto di fare un passo indietro, se è necessario, per ritrovare quello slancio che porti compatti alla nuova sfida elettorale del prossimo anno, il rinnovo del consiglio comunale. Alla irritualità delle dimissioni del capogruppo, deve fare riscontro una nuova indicazione che deve nascere dal partito, proprio per il ruolo strategico e anello di congiunzione, tra gruppo consiliare, amministrazione attiva e partito. Il secondo punto, si deve ritornare a parlare nel partito dei grandi temi amministrativi che interessano la città e il suo progetto futuro. Non ha molto senso - incalza Contarino - parlare di azzeramento della giunta da un lato e di rilancio amministrativo dall'altro. Occorre un patto di fine consiliatura, sui grandi temi che anche ieri sera sono stati messi sul tavolo di discussione, tra cui il piano spiagge, il piano strutturale comunale, la convenzione con Ionica Gas, l'accorpamento di fondamentali partecipate. La convocazione dell'assemblea cittadina del partito - spiega il segretario cittadino -, il massimo organismo nasce sopratutto per discutere proprio della linea politica, delle prospettive di fine legislatura e lavorare con la coalizione di centro sinistra per i prossimi cinque anni. Il terzo elemento è quello di prevedere che nel governo regionale ci sia una rappresentanza del territorio di Crotone. Alla recente competizione elettorale, il Partito democratico crotonese ha dato un grande contributo in termini di voto. Emergono tuttavia la difficoltà del non essere rappresentati, come Partito democratico crotonese, in Consiglio ed in Giunta. Per questo nella prossima assemblea provinciale - conclude - siamo convinti che il partito compatto chiederà al presidente Mario Oliverio di prevedere una giusta rappresentanza nel governo regionale».