Italian Dutch English Russian Spanish
Sei qui: HomePOLITICA«Speriamo che l'acqua non venga distribuita a "rate"»: Sergio Torromino (Tre elle) sui risvolti del vertice Sorical-Congesi

«Speriamo che l'acqua non venga distribuita a "rate"»: Sergio Torromino (Tre elle) sui risvolti del vertice Sorical-Congesi

Scritto da  Pubblicato in Politica Mercoledì, 15 Febbraio 2017 17:01

sergio torromino acqua«Speriamo che l'acqua non venga distribuita a "rate"». Così Sergio Torromino, consigliere comunale delle Tre elle, dopo l’ennesima carenza idrica registrata oggi nella città di Crotone a seguito di lavori annunciati da Congesi per manutenzione alla rede di adduzione del potabilizzatore. Il riferimento del consigliere è anche e soprattutto al vertice avuto in comune tra sorical e Congesi, le due società che si occupano dell'adduzione e della  «Ora la misura è davvero colma – commenta il consigliere d’opposizione – e non certo di acqua... Sì perché l'acqua ormai, a Crotone, è diventata "merce rara", preziosa, indispensabile, ma sempre più assente nelle case dei cittadini, negli esercizi commerciali, negli uffici pubblici, e anche e soprattutto in ospedale e nelle strutture sanitarie. E gli autoclave, così come la pazienza, non sono infiniti. Qui non si tratta di essere polemici o disfattisti, ma solo denunciare ancora una volta pubblicamente, un problema grave, antico, e mai risolto. Neanche da questa giovane e "virtuosa" amministrazione comunale che, molto comodamente, se ne "lava le mani", anche se l'acqua non c'è. La patata bollente, infatti, passa sistematicamente e a turno nelle mani del Comune di Crotone a quelle di Congesi, per finire a Sorical, senza però capire bene di chi sono le maggiori responsabilità. Se, come si evince da chiari documenti, si ha a che fare con insolvenze economiche, che Congesi deve a Sorical, piuttosto che di continui e improbabili lavori di manutenzione ad una rete idrica obsoleta e rattoppata, che si intervenga subito, ma lo si faccia però in maniera seria e definitiva. Perché non si sta parlando di una lampadina fulminata, o di una buca da riempire, ma di un bene fondamentale e imprescindibile come l'acqua, che fra le altre cose, paghiamo e anche salatamente. Il Comune di Crotone, a questo punto, non è soltanto moroso nei confronti di Sorical attraverso Congesi, ma anche e soprattutto, fattivamente e moralmente, nei confronti dei cittadini. E allora, che vengano contati e scontati in fattura, a mo’ di risarcimento, tutti i giorni in cui il servizio di fornitura idrica non è stato espletato. Sarebbe cosa giusta e legittima, nonché un atto di grande giustizia e maturità, morale e amministrativa. Chi governa la cosa pubblica, si deve contraddistinguere anche le per idee, progettualità, coraggio e intraprendenza. Sperando che, alla luce della riunione fra Comune, Congesi e Sorical, l'acqua non venga distribuita a "rate". Pare infatti che, la soluzione per tutti i problemi sarebbe proprio una richiesta di rateizzazione del debito da parte di Congesi a Sorical. Ammesso che questa venga accolta».

 

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 15 Febbraio 2017 17:30
Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

bioimis 29062016

balestrieri gif

effemme box 300x250

CISL GIF

archivio storico crotone

  • GIULIANO CARELLA

    seguimi

  • ANTONIO CARELLA

    seguimi

  • MARINA VINCELLI

    seguimi

  • GIUSEPPE LIVADOTI

    seguimi

  • ROMANO PESAVENTO

    seguimi

  • REDAZIONE

    seguimi

  • RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

    seguimi

  • gaetano megna avatar

    GAETANO MEGNA

    seguimi

  • paolo pulvirenti avatar

    PAOLO PULVIRENTI

    seguimi

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • DA 23 ANNI SUL TERRITORIO CROTONESE

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".