Mercoledì, 23 Settembre 2020

POLITICA NEWS

«Sentitamente ringrazio il commissario prefettizio e i dirigenti di settore del Comune di Crotone per aver accolto la richiesta di posizionare le nuove telecamere all’esterno della scuola di Papanice, su viale Calabria e aver proceduto al ripristino del sistema di allarme». È quanto riferisce in una nota Enrico Pedace da componente dell’associazione “ConSenso”.

Pubblicato in Attualita'

«Gravi ritardi nell’erogazione da parte dei presidi tecnologici a pazienti diabetici». È quanto segnala Enrico Pedace in qualità di presidente di “Areteo” l’associazione per l’aiuto ai giovani diabetici di Crotone.

Pubblicato in In primo piano

defranco pedaceLa crisi in atto nella maggioranza al Comune di Crotone porta in “dote” la perdita di altri due “pezzi da novanta”. Si sono infatti dimessi infatti dai rispettivi incarichi nella task force comunale i consiglieri dei Demokratici Enrico Pedace e Vincenzo De Franco. Quest’ultimo ha rassegnato soprattutto anche l’incarico di presidente della terza commissione. Entrambi hanno informato il sindaco Ugo Pugliese e il presidente del consiglio Serafino Mauro a mezzo Pec inviata lo scorso 8 luglio. Se Pedace è molto telegrafico nel comunicare le sue dimissioni e non fornisce spiegazioni al riguardo (anzi ne sottolinea solo l’irrevocabilità), De Franco scrive nella missiva che esse sono «in linea con quanto espletato dal sindaco nella giornata del 5 luglio scorso, circa l’azzeramento della giunta comunale, tra l’altro richiesta più volte dallo scrivente, insieme ad altri consiglieri, (..) per facilitare la ripresa di un rilancio costruttivo ai fini del miglioramenti delle attività a supporto del consiglio comunale per una migliore vivibilità della città». Sia Pedace, che De Franco hanno dato un contributo certamente non trascurabile all’esecutivo di Pugliese, mettendo a loro disposizione sia l’attività di task force (che non prevede ulteriori compensi oltre ai gettoni di presenza percepiti dai consiglieri), che quella di sostegno politico in consiglio. È questo un ulteriore inciampo verso la costituzione di una nuova maggioranza in consiglio che sostenga il “Pugliese ter”, esecutivo che a distanza di una settimana dall’azzeramento ancora non c’è, ma che il sindaco conta di formare entro la fine della prossima settimana.

 

 

 

Pubblicato in Politica

strada provinciale 52 papanice allagataIl consigliere comunale Enrico Pedace (Demokratici) ha scritto al presidente della provincia di Crotone Ugo Pugliese e al dirigente di settore Benincasa dello stesso Ente per segnalare ancora una volta pericoli in più punti sulla strada provinciale 52 che collega Crotone a Papanice. «Facendo seguito alla segnalazione del 24 gennaio scorso – scrive Pedace – faccio presente che la strada provinciale Sp 52, che collega Crotone con la frazione Papanice, tra il chilometro 4 e 5, dopo il bivio con la contrada Apriglianello, nonostante i lavori di pulizia della carreggiata il canalone rimane parzialmente ostruito. Al chilometro 5 il muro di contenimento è di circa 30 centimetri di altezza, per cui onde evitare che i detriti ed il fango si riversano sulla carreggiata, necessitano lavori si sopraelevazione del muro di circa 1,50 metri. Dal chilometro 6 prospiciente il curvone, vi è un pontino completamente otturato e con le spallette divelte e sottostante il canalone si presenta otturato e pieno di detriti. Dal chilometro 6 al chilometro 7 la strada è completamente dissestata si presenta con un grosso avvallamento causato da uno smottamento a valle per cui è pericolosa per gli utenti della strada (pericolo già segnalato precedentemente). Tali inconvenienti – conclude Pedace – creano pericoli per la sicurezza agli utenti della strada. Tanto per doverosa informazione».

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

muro pericolante via gullo taversa paternostroUna segnalazione per un muro pericolante in una centralissima via di Crotone è stata inoltrata dal consigliere comunale di maggioranza (Demokratici), Enrico Pedace, al dirigente di settore del Comune Giuseppe Germinara. «Da sopralluogo effettuato in data odierna – scrive Pedace –, richiamo la vostra attenzione sulla pericolosità di un muro di contenimento quasi aperto e cadente in via Tommaso Gullo (traversa via Sandro Paternostro) nel centro cittadino. Vi esorto ad intervenire con urgenza al fine di tutelare l'incolumità dei cittadini ed eventuali danni a terzi e cose».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

consegna postaPoste italiane ha risposto alla segnalazione del consigliere comunale Enrico Pedace (i Demokratici) che con nota del 4 gennaio scorso ravvisava disservizi sulla consegna della corrispondenza nella frazione di Papanice. «Dagli accertamenti effettuati – scrive il responsabile per l’area Sud, Eugenio Boccaruso – è emerso che, effettivamente, in occasione di assenza del portalettere titolare, si sono verificati episodi di rallentamenti nelle consegne, per i quali ci scusiamo con i residenti della frazione di Papanice. Colgo l'occasione per evidenziare che nel territorio in questione recentemente recente è stato effettuato un aggiornamento della toponomastica, ma una parte dei residenti non ha provveduto a comunicare ai propri mittenti il nuovo indirizzo. Per tali motivi, in assenza di personale che ha conoscenza diretta del territorio e dei residenti, diviene difficile individuare i destinatari della corrispondenza da consegnare. Mi preme sottolineare l'importanza rivestita dalla correttezza degli indirizzi sui plichi e la presenza di cassette postali accessibili e con chiara indicazione di tutti gli intestatari, ai fini del corretto svolgimento del recapito, soprattutto in presenza di operatore diverso dal portalettere applicato alla zona. La informo comunque che, attualmente, il recapito risulta svolto con regolarità, tuttavia le assicuro che l'andamento del servizio continuerà ad essere sottoposto a monitoraggio». Il consigliere Pedace tende a sottolineare che «quasi tutti i residenti della frazione Papanice hanno già provveduto a regolarizzare i propri indirizzi, il problema risiede anche e soprattutto nella scarsità di personale addetto alla distribuzione della corrispondenza che nei prossimi mesi dovrebbe subire ulteriori riduzioni».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4