Lunedì, 06 Luglio 2020

POLITICA NEWS

«La torre vecchia di capo Rizzuto rischia di sprofondare nelle meravigliose acque del mar Jonio. Questo è il monito con il quale in questi mesi, insieme al deputato Sergio Torromino (FI) e al consigliere regionale Vito Pitaro (Santelli Presidente), ci siamo recati negli uffici della regione chiedendo che gli interventi previsti per il risanamento costiero venissero avviati al più presto».

Pubblicato in Politica

manufatto abusivo capo rizzutoISOLA CAPO RIZZUTO - La squadra di Polizia edilizia del comando di Polizia Locale, ha eseguito il sequestro di iniziativa di un manufatto di circa 190 metriquadrati in fase di costruzione su via Faro in località Capo Rizzuto, più avanti del Santuario della nota località di mare. L'immobile, nelle intenzioni del proprietario, doveva diventare una villa. L'accertamento è stato fatto nell'ambito dei controlli di prevenzione e contrasto all'abusivismo edilizio, disposti dalla Commissione straordinaria che amministra il Comune. Una volta riscontrato il manufatto gli agenti operanti, siccome sul posto non vi era nessuno, sono risaliti tramite catasto al proprietario, P.S. di anni 39 anni, cittadino di Isola, il quale è stato sottoposto ad interrogatorio alla presenza del suo avvocato di fiducia e ha dichiarato che voleva realizzare una villetta per sé stesso e la sua famiglia, ben consapevole di non essere in possesso di alcun permesso a costruire. Attualmente il sequestro è stato trasmesso alla Procura della Repubblica di Crotone per l'iter di convalida al gip. Nel frattempo gli operatori hanno provveduto ad apporre i sigilli sul manufatto, nominando il custode giudiziario per cui il lavori sono stati interrotti. L'intera pratica passerà quindi all'Ufficio tecnico comunale che curerà l'emissione della prevista ordinanza di demolizione.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

torre vecchia isola capo rizzuto«La direzione generale del ministero Beni e attività culturali – informa una nota – ha accolto la sollecitazione ad occuparsi della frana che minaccia la Torre Vecchia di Capo Rizzuto, allarme di cui la senatrice Margherita Corrado si era fatta portavoce, su invito della popolazione di Isola, già all'indomani delle elezioni del 4 marzo. Il dirigente del Servizio V "Tutela del paesaggio" della direzione generale del Mibact, infatti - ha reso noto la parlamentare - ha risposto in data 17 luglio scorso alla segnalazione inviata dalla Corrado il 26 maggio. All'ufficio ministeriale era stato chiesto di "verificare natura ed entità del rischio che minaccia ormai da presso il monumento" e di "volersi attivare per salvaguardarne l'incolumità grazie ad una messa in sicurezza del versante in frana da intraprendere (auspicabilmente in sinergia con la Regione e gli altri Enti locali competenti) nel quadro della riqualificazione consentita/imposta dal D. lgs. 42/2004, stante l'indiscusso valore paesaggistico, oltre che storico-culturale, del promontorio di Capo Rizzuto". La nota ministeriale, firmata anche dal direttore generale, Caterina Bon, è stata inviata alla Soprintendenza Abap per le province di Catanzaro, Cosenza e Crotone, nonché per conoscenza al segretariato regionale per la calabria, all'ufficio di gabinetto e al servizio ii dello stesso Mibact e alla senatrice crotonese. Destinatario principale è però l'Ufficio territoriale allocato a Cosenza, invitato a "fornire circostanziate informazioni comunicando le eventuali iniziative del caso già assunte o che, con l'urgenza del caso, si ritiene di assumere". La senatrice Corrado esprime il proprio apprezzamento per la sollecita risposta e la sensibilità dimostrata dal ministero oggi guidato da Alberto Bonisoli. L'iniziativa ministeriale segue di tre giorni appena il secondo incontro della parlamentare con il dirigente regionale, Luigi Zinno, sollecitato affinché l'Ente si faccia carico da subito della problematica del dissesto idrogeologico del terrazzo ove insiste Torre Vecchia nell'ambito dei lavori di contrasto all'erosione marina del Capo Rizzuto già finanziati e appaltati da tempo, ormai in procinto di partire. Il valore identitario del monumento richiede e giustifica un impegno a sua tutela giustamente richiesto dalla popolazione e necessariamente fatto proprio da tutti i soggetti in grado di intervenire».

 

 

 

Pubblicato in Politica

incendio abitazione capo rizzutoIncendio doloso a un’abitazione sul lungomare di Capo Rizzuto in via Torrevecchia. I vigili del fuoco sono intervenuti alle 7.30 di questa mattina, a seguito di una telefonata giunta alla sala operativa del Comando provinciale di Crotone che segnalava del fumo che fuoriusciva da un appartamento per l'estate di proprietà di una casalinga settantenne. Dai primi rilievi effettuati dal caposquadra dei Vigili del Fuoco e dopo aver rinvenuto una tanica con liquido infiammabile è sembrata quasi certa la natura dolosa dell’incendio. Sul posto sono così intervenuti anche i Carabinieri di Isola di Capo Rizzuto che indagano sull’accaduto. Per spegnere le fiamme sono partiti dalla caserma di Crotone 2 automezzi: una Aps autobotte serbatoio e una autobotte in supporto. Giunti sul posto, le due squadre di vigili hanno constatato che l'incendio si era propagato su gran parte dell'appartamento posto al piano terra di un edificio composto da due piani. I vigili del fuoco hanno subito messo in sicurezza l’appartamento portando all'esterno tre bombole di gas già calde in precedenza interessate dalle fiamme. Spento l'incendio, dopo accurati accertamenti, è stato valutato che l'abitazione aveva subito danni strutturali in alcune zone per il forte calore, quindi è stata segnalata e dichiarata inagibile.

 

 

 

 

proprietà di una casalinga settantenne

Pubblicato in Cronaca

cernia amp capo rizzutoIl responsabile servizio Amp "Capo Rizzuto" Simone Scalise informa che è stata «sospesa la pesca sportiva della cernia di fondale nell'area protetta dal primo agosto prossimo fino al 15 settembre». «La Provincia di Crotone – scrive Scalise – ente gestore dell'Amp "Capo Rizzuto" rende noto che, a seguito di un incontro tenutosi con i rappresentanti delle principali associazioni di pesca sportiva (Fipsas, Lega navale italiana, Yachting Kroton Club) aderenti alla Consulta Amp, si è condiviso la necessità di procedere alla sospensione della pesca sportiva con riferimento alla specie cernia di fondale (Epinephelus guaza e Polyprion americanus) che, pertanto, è sospesa per il periodo dal primo agosto al 15 settembre prossimi. La sospensione si rende necessaria per garantire una maggiore tutela della specie, in particolare durante il periodo estivo di riproduzione quando gli individui maturi sessualmente si riuniscono a profondità di 15-30 metri per emettere i gameti (uova e spermatozoi). La Cernia, infatti, è una specie ermafrodita proteroginia, cioè in ciascuna cernia negli organi sessuali interni (gonadi) coesistono gameti sia maschili che femminili. Questi ultimi maturano prima: ogni cernia infatti per i primi 10-12 anni, assume funzioni sessuali femminili, dopo i 12 anni di età assume funzioni sessuali maschili. La maturità sessuale è raggiunta ad lunghezza di circa 40 cm (femmine) e di circa 80 cm (maschi). Gli esemplari di grandi dimensioni sono, dunque, esclusivamente maschi che si stabiliscono spesso a profondità maggiori, a rischio di cattura sono esposte prevalentemente le femmine. Questo crea un pericoloso squilibrio tra sessi che mette a repentaglio la sopravvivenza della specie considerata a rischio estinzione e che, pertanto, è stata inserita nella lista rossa della Iucn (Union for conservation of nature), che rappresenta il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali, secondo cui oltre 40 specie marine risultano a rischio».

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

vigili fuoco capo rizzuto paninotecaNella giornata di ieri sabato 1 ottobre, alle ore 12.30 circa, una squadra dei vigili del fuoco del Comando di Crotone, con due automezzi, è intervenuta nel Comune di Isola Capo Rizzuto per un incendio che ha coinvolto un locale, di circa 150 metriquadrati. Si tratta di una struttura in legno adibita a bar paninoteca, al momento non attiva, a Capo Rizzuto. Arrivati sul posto i vigili hanno trovato l'interno della struttura in fiamme. Si è per tanto provveduto a estinguere l'incendio e limitare i danni. Sul posto erano presenti i carabinieri di Isola Capo Rizzuto.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca