Giovedì, 29 Ottobre 2020

POLITICA NEWS

«Anche sul campo di calcio di Papanice si è abbattuta la "mannaia" del commissario prefettizio che da sei mesi, ormai, amministra la città di Crotone». È quanto scrive in una nota, Antonio Megna, componente dei “Demokratici”.

Pubblicato in Politica

«La rappresentanza sindacale unitaria del comune di Crotone, colma di indifferenza e per il ruolo che, giorno dopo giorno, questa amministrazione comunale svilisce sempre di più, sente la necessità di puntualizzare alcune cose». È questo l’incipit di una dura e dettagliata lettera con cui la Rsu del Comune di Crotone accusa il commissario straordinario, Tiziana Costantino, sostanzialmente della rottura delle relazioni sindacali.

Pubblicato in In primo piano

«Considerazioni e proposte per affrontare la crisi» arrivano da Letizia Scotta, Filippo Sestito, Alessandro Milito e Fabio Riganello in un documento congiunto indirizzato al commissario straordinario del Comune di Crotone, Tiziana Costantino.

Pubblicato in Politica

In relazione alla distribuzione dei buoni spesa ai cittadini che ne hanno fatto richiesta, previsti dall'Ordinanza della Protezione civile nazionale, di cui si legge sui recenti articoli di stampa, il commissario straordinario Tiziana Costantino intende fare alcune precisazioni in ordine a quanto riportato relativamente ai criteri di erogazione degli stessi.

«I criteri definiti "molto stringenti" – scrive – sono invece assolutamente flessibili ed idonei al raggiungimento degli obiettivi fissati, in quanto si prevede espressamente una integrazione delle somme per tutta la platea dei beneficiari, qualora si producano economie di spesa. Integrazione che scatta automaticamente. Si rassicurano i cittadini che le somme residue verranno in breve termine impiegate, al di là di qualsivoglia burocrazia, secondo le disposizioni già da tempo impartite, nella consapevolezza che le legittime aspettative dei cittadini devono trovare pieno soddisfacimento».

Pubblicato in In primo piano

«Degli oltre 500.000 euro assegnati dal governo nazionale al Comune di Crotone per i buoni spesa, la maggior parte degli stessi, oltre 300.000,00 euro, sono ancora nelle casse dell’ente, vanificando così tutti gli sforzi che sono stati fatti per sostenere il sempre più crescente numero di famiglie in povertà a causa della crisi economica». È quanto sollecita il presidente della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese.

Pubblicato in Politica

Fermi ancora i buoni spesi. Dei 574.596,92 euro assegnati dal governo nazionale al Comune di Crotone per i buoni spesa, nelle casse dell’ente restano ancora più di 300.000 euro (questo almeno ci è stato riferito).

Pubblicato in In primo piano
Pagina 4 di 9