fbpx
Giovedì, 18 Luglio 2024

POLITICA NEWS

assemblea cittadina legaDalla prima assemblea cittadina della Lega-Salvini premier a Crotone arriva un messaggio chiaro: «Per Sculco e per i suoi amici le porte della lega sono chiuse». «Si è svolta giovedì 20 settembre scorso – informa una nota – la prima assemblea degli iscritti alla Lega Salvini Premier di Crotone. Se pur non sia stato dato volutamente rilievo pubblico all’evento, questo è stato molto partecipato. Dopo il saluto ai partecipanti da parte della militante della Lega crotonese Marisa Luana Cavallo, ha preso la parola Giancarlo Cerrelli, segretario della Lega Salvini Premier di Crotone. Cerrelli ha affermato la necessità di ridare dignità al termine “politica”, sostenendo che essa è una cosa buona se mira a realizzare il vero bene comune di una comunità. Chi ha tradito il vero senso della politica ha provocato, soprattutto nei giovani, un allontanamento da essa. La politica intesa in senso clientelare ha generato, soprattutto a Crotone, una società individualista. Cerrelli ha sostenuto che è ora di rompere questa spirale perversa, che tiene soggiogato un intero territorio; il Segretario della Lega ha auspicato che i crotonesi, al più presto, possano diventare un vero popolo e ciò avverrà se saranno capaci di non accettare più di essere una massa narcotizzata incapace di reagire, bensì di diventare protagonisti del proprio futuro sociale e politico. La Lega di Crotone, ha promesso Cerrelli, sarà la nemica giurata di quei poteri forti che hanno lasciato per anni Crotone e i crotonesi soggiogati da progetti che sono serviti soltanto a far arricchire pochi e a lasciare la nostra comunità priva di speranza. Cerrelli, dunque, ha concluso che non è sufficiente iscriversi alla Lega, ma è necessaria la condivisione di un progetto valoriale, che fonda l’appartenenza al partito. Il segretario della Lega ha invitato, infine, tutti gli iscritti a rimanere uniti, perché solo uniti si può vincere. Al termine della relazione il segretario della Lega Giancarlo Cerrelli ha ascoltato gli interventi degli iscritti e infine, la prima assemblea cittadina della Lega è giunta a due determinazioni: la prima riguarda una presa di posizione chiara e decisa circa alcune illazioni su eventuali accordi futuri tra la Lega e il partito di Sculco. L’assemblea degli iscritti in comunione con il suo segretario Giancarlo Cerrelli ha deliberato che le porte della Lega sono e rimarranno chiuse per Sculco e per i suoi amici; potrà, tuttalpiù, esistere nel solo e migliore interesse dei cittadini crotonesi un dialogo amministrativo, disinteressato, però, a qualsivoglia accordo politico presente o futuro. La seconda determinazione invece riguarda la volontà da parte della Lega di voler rilanciare la città e la provincia di Crotone, che sono state finora emarginate e svendute dalla Regione Calabria, pertanto è stato auspicato che la Lega Salvini Premier di Crotone possa giocare un ruolo di primo piano alle prossime elezioni regionali. La nota di speranza è stata data dalla nutrita partecipazione all’incontro di studenti delle scuole superiori di Crotone che, sotto la guida del segretario Giancarlo Cerrelli, costituiranno il gruppo giovanile della Lega. L’incontro è terminato con una cena e per festeggiare l’evento con il taglio di una torta con il logo della Lega Salvini premier di Crotone».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

gennaro rossi lega«La Lega in Calabria e nel Crotonese ottiene un buon risultato: il Sud ha preso coscienza della forza dirompente di un progetto politico serio». Lo dichiara Gennaro Rossi, referente per la provincia di Crotone di “Lega-Salvini premier”. «Le elezioni del 4 marzo scorso – commenta Gennaro Rossi – hanno segnato l'inizio di una nuova fase politica, molto interessante e promettente. La Lega in Calabria e nel crotonese si è affermata quale seconda forza dello schieramento di centrodestra. Per la prima volta anche il Sud ha preso coscienza della forza dirompente di un progetto politico serio e sostenibile, che mette al centro i cittadini. Oggi la fiducia e la condivisione, che sono ormai un dato di fatto, alla luce degli importanti risultati elettorali ottenuti, ci mettono di fronte ad una responsabilità: continuare, proseguire e anzi rendere la nostra presenza più efficace e penetrante nel territorio. Noi come Lega nella provincia di Crotone abbiamo ottenuto un risultato al di là di ogni aspettativa. Un partito che alla prima prova elettorale è riuscito a raccogliere intorno a sé, tante adesioni e migliaia di voti. Ottimi risultati si sono registrati in tutti i Comuni della provincia crotonese, con punte straordinarie a Cutro dove la Lega ha ottenuto il 10%, e poi Cotronei, Isola Capo Rizzuto, Mesoraca e altri comuni tutti oltre il 5% dei voti espressi. Anche nella città di Crotone con circa 1.300 voti il progetto Lega è entrato nel cuore dei cittadini e degli elettori. Questi importanti risultati ci impongono anzitutto un doveroso ringraziamento a tutti coloro che hanno deciso di sostenerci: agli elettori crotonesi che ci hanno dato la loro fiducia, e a tutti coloro che si sono impegnati quotidianamente per far conoscere e crescere il progetto politico della Lega. Mi preme sottolineare che se ieri il nostro impegno è stato al massimo, da oggi sarà ancora più forte ed incisivo, sempre al servizio dei cittadini e di quanti hanno voluto con il voto del 4 marzo dimostrare che è arrivato il momento di voltare pagina. Il 4 marzo per la Lega-Salvini Premier è stata una giornata trionfale, in cui il partito ha ottenuto oltre il 17% su scala nazionale, affermandosi per la prima volta come il primo partito della coalizione di centrodestra. Anche in Calabria la Lega ha ottenuto oltre 53.000 voti che hanno consentito al partito di esprimere un deputato, Domenico Furgiuele, ed un senatore, Matteo Salvini. Numeri importanti che ci caricano di entusiasmo, ma che allo stesso tempo impongono alcune importanti riflessioni. Il 4 marzo gli elettori hanno espresso un voto chiaro e deciso contro i vecchi metodi di fare politica, contro i trasformismi che hanno reso la Calabria ingovernabile, contro coloro che della politica hanno fatto una professione, pensando alle poltrone e non ai cittadini. In questi anni la Lega ha dimostrato di essere diversa, e di meritare la fiducia degli elettori. La Lega è già presente nel Crotonese con una struttura regionale e provinciale, ma il nostro impegno sarà costante per radicare ancor più il partito, puntando sulla politica del fare. Aprendo a quanti hanno la volontà di mettersi al servizio del progetto, e del territorio. In quest'ottica di espansione la Lega punterà su persone nuove e pulite, su uomini e donne in grado di interpretare al meglio il vento del cambiamento che spira forte in tutto il Paese. Certamente non ci sarà spazio per i professionisti della politica, e per tutti coloro che hanno distrutto la speranza di un futuro migliore. Per noi la politica è, e sarà sempre lo strumento cardine per dare voce ai bisogni della collettività. Ci attendono sfide decisive per il territorio Crotonese, dobbiamo combatterle con forza e convinzione, attingendo alle migliori risorse del territorio in termini di onestà, competenza e dedizione».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 9 di 9