Sabato, 19 Settembre 2020

POLITICA NEWS

È in programma per giovedì 13 agosto prossimo, "Stelle e miti" presso la Torre Aragonese di Torre Melissa a partire dalle ore 21.30 e fino alle 23.

Pubblicato in Cultura e spettacoli

MELISSA - Il Comune di Melissa si prepara alla fase 2 fornendo ai suoi cittadini le indicazioni per rispettare le regole del distanziamento sociale che partiranno dal 4 maggio.

Pubblicato in In primo piano

«Signor sindaco, le scrivo questa lettera anche a nome dei miei compagni di partito perché ritengo doveroso richiamare la Sua attenzione affinché la nostra Comunità possa essere meglio tutelata con la collaborazione di tutte le forze politiche locali, in un momento particolarmente difficile». È la lettera aperta rivolta dal segretario del circolo Pd di Melissa, Luca Mauro, al sindaco Raffaele Falbo in merito all’emergenza Coronavirus.

«Ed è in questa ottica – spiega Mauro – che il Pd di Melissa, come più volte auspicato dal nostro Presidente della Repubblica a livello nazionale fra maggioranza ed opposizione, chiede maggiore collaborazione tra l'amministrazione comunale e le varie anime politiche, economiche e culturali di questa nostra comunità, senza polemiche e preconcetti, in modo da consentire di riunirsi almeno idealmente, vista l'impossibilità di farlo fisicamente, intorno ad un unico tavolo, per poter iniziare ad affrontare, in nome della salute e del benessere dei nostri concittadini, tutte le sfide future che metteranno a dura prova la nostra cittadinanza a seguito dell'emergenza sanitaria del Covid-19. Pertanto, riteniamo necessario portare avanti proposte e soluzioni che ci permettano di essere pronti a ripartire in maniera adeguata e veloce non appena sarà possibile, rispettando le norme di sicurezza sanitaria, salvaguardando le attività economiche locali e aiutando da vicino le persone più bisognose».

«Ecco, dunque, le prime quattro proposte – suggerisce Mauro – che vogliamo portare alla sua attenzione. Donare un kit anticovid a ogni famiglia melissese e soprattutto fornire i singoli cittadini di Melissa di una mascherina confacente agli standard sanitari: è di recente pubblicazione l'ordinanza del Presidente della Regione Calabria che impone l'obbligo dell'uso di mascherine per chiunque si sposti all'interno territorio regionale. E non solo. Con l'avvicinarsi della fase 2 che permetterà l'apertura scaglionata di diverse attività commerciali, sarà necessario, per evitare problematiche sanitarie, che ogni cittadino melissese che intenda muoversi all'interno della nostra comunità, sia munito di una mascherina per salvaguardare la propria salute e quella altrui».

«L'emergenza sanitaria – sottolinea il segretario del circolo dem – ha messo in ginocchio la maggior parte delle attività economiche ma anche diversi artigiani ed attività produttive. Inoltre, considerato il rischio che la prossima stagione estiva possa essere compromessa, riteniamo di proporle di annullare per l'anno 2020 le tasse comunali quali Imu, Tasi e Tari per tutte quelle attività ricettive, artigianali e commerciali di piccole e medie imprese del Comune di Melissa. Inoltre, per quel che riguarda le strutture ricettive, sarebbe necessario rimodulare o sopprimere la tassa di soggiorno per l'anno 2020, in modo tale da aiutare economicamente queste strutture ed incentivare maggiormente i turisti a soggiornare nel nostro paese».

«Maggiore attenzione – chiede di riservate Mauro – sulla problematica relativa all'Ufficio delle Poste italiane di Torre Melissa: è da troppo tempo che l'ufficio in questione non sta provvedendo ad erogare un servizio adeguato alla popolazione melissese. Grave è la decisione di Poste Italiane di ridurre i giorni di apertura dell'ufficio postale nella frazione di Torre Melissa. Non riusciamo a comprendere le motivazioni per le quali, nonostante sia stato attrezzato di quei dispositivi sanitari che permettono ai dipendenti di operare nella massima sicurezza, si continui ad erogare un servizio a giorni alterni. Di conseguenza, l'amministrazione comunale dovrà far sentire la sua voce attivando un tavolo di confronto con Poste Italiane S.p.A., affinché venga ripristinata l'apertura giornaliera per poter porre fine ai disagi dei cittadini melissesi a causa delle code che si formano per poter entrare, con il rischio che qualcuno si sposti nei comuni limitrofi».

«Individuare le famiglie bisognose della nostra comunità – propone infine – per poterle assistere economicamente fino a quando la situazione di crisi sanitaria non sarà terminata. Questo vorrà dire utilizzare le risorse economiche che verranno erogate da parte del Governo in maniera mirata e dunque nei confronti di quei soggetti che vivono una reale situazione economica di emergenza. Nessuno dovrà essere lasciato solo. Restiamo a disposizione per qualunque chiarimento, pronti a collaborare nell'interesse della collettività».

Pubblicato in In primo piano

Parte il progetto sull'eccidio di Fragalà nel settantesimo anniversario è stato finanziato al Comune di Melissa dalla Regione Calabria.

Pubblicato in Cultura e spettacoli

«Non basta inviare una comunicazione o affiggere ad una porta un foglio ritenendo così di aver risolto il problema: non è assolutamente accettabile che in un paese come Melissa la guardia medica possa restare chiusa».

Pubblicato in In primo piano

pozzo abusivo melissaMELISSA - Avrebbe realizzato un pozzo abusivo costruendo a tale scopo anche una pista con sradicamento di alcuni alberi. Un uomo è stato denunciato a Melissa dai carabinieri forestale con l'accusa di modifica dello stato dei luoghi, invasione di terreno demaniale, violazioni urbanistiche-edilizie e furto di alberi. I militari hanno accertato che il pozzo per l'attingimento delle acque, realizzato con anelli prefabbricati di calcestruzzo, era posizionato all'interno del demanio idrico. Il lavoro ha reso necessaria l'apertura di una pista larga tre metri e mezzo all'interno del demanio con l'uso di un escavatore e lo sradicamento di alcuni alberi di salice e olmo il cui materiale legnoso è stato rubato. Il presunto committente dei lavori è risultato essere il proprietario di un terreno prospiciente il corso d'acqua. Sono stati anche sequestrati la tubazione e la legna ricavata dal taglio degli alberi.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 4