Giovedì, 06 Agosto 2020

 

POLITICA NEWS

omicidio sesto grilliPESARO - I Carabinieri hanno arrestato quattro persone per l'omicidio di Sesto Grilli, pensionato di 74 anni, trovato morto, legato e imbavagliato nella sua abitazione di San Lorenzo in Campo la notte del 17 marzo scorso. Per il delitto, probabilmente scaturito da una rapina, sono finite in carcere persone originarie della Calabria, ma residenti tra Marche ed Emilia Romagna: tra gli elementi d'accusa tracce genetiche, per due arrestati, filmati di telecamere di videosorveglianza e traffico telefonico in zona. I militari del Comando provinciale di Pesaro, guidato dal colonnello Luciano Ricciardi, e del Norm hanno eseguito ordini di custodia in carcere emessi dal gip Francesco Messina su richiesta del pm Maria Letizia Fucci: arresti a Pesaro, San Pietro in Casale (Bologna) e Melissa (Crotone). In casa di Grilli erano trovati 13mila euro in contanti. Forse era questo l'obiettivo della presunta banda. Nei prossimi giorni ci saranno gli interrogatori di garanzia e altri accertamenti per chiarire le singole posizioni.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

murgi puglieseDura replica del sindaco di Melissa, Gino Murgi, al presidente della Provincia di Crotone, Ugo Pugliese. La vicenda che ha determinato la rottura degli equilibri tra i due rappresentanti delle istituzioni è quella del ponte sulla strada provinciale 12, che collega Melissa alla statale 106. In un comunicato Pugliese, evidentemente polemizzando con Murgi, scrive che “le indicazioni al dirigente della Provincia sono state impartite dal presidente e non già dal sindaco o meglio da un partito (Murgi è segretario provinciale del Pd, ndr)”. “Non ho mai detto – ha sottolineato Murgi – di avere dato disposizioni per la ricostruzione del ponte crollato qualche giorno prima di Natale, non l’ho detto e non potevo dirlo considerato che da uomo delle istituzioni so benissimo che le competenze sulle strade provinciali sono esclusivamente dell’ente intermedio; quel ponte, poi, ricade nel territorio comunale di Cirò Marina e se anche avesse voluto il sindaco di Melissa non sarebbe potuto intervenire”. La verità per come si sono svolti i fatti “non è rappresentata da quello che scrive Pugliese”. Murgi racconta di essere giunto sul punto del crollo “un minuto dopo l’evento calamitoso” e di essere stato allertato del pericolo “dal proprietario di un fuori strada”. “Aiutato dal signor Girimondi – ha continuato a dire Murgi – ho allertato i vigili del fuoco, la Protezione civile, gli Uffici della Provincia e la Prefettura di Crotone”. Il responsabile dei vigili del fuoco ha, di sua iniziativa, chiamato il maresciallo dei carabinieri Rocca di Cirò Marina. “Questi sono i fatti – ha detto ancora Murgi – non quelli che racconta Pugliese, che tenta di attribuire meriti ai rappresentanti dell’opposizione al Comune di Melissa”. Sempre secondo Murgi, “nei giorni successivi ha sollecitato, come sindaco, il dirigente della Provincia Francesco Benincasa a fare presto”. Concludendo, Murgi ha detto: “Il compito di sindaco l’ho sempre svolto con grande dedizione e al servizio dei cittadini e non accetto assolutamente le dichiarazioni scorrete di Pugliese che invita i sindaci a fare i sindaci”.

 

 

Pubblicato in Politica

strada provinciale 12 melissa«La strada provinciale 12 è stata in questi giorni al centro di un dibattito che si è svolto nelle sedi di partito e non come invece dovrebbe essere nelle sedi istituzionali. Ed è per questo che è necessario fare il punto sulla situazione reale della strada provinciale 12». Lo scrive in una nota il presidente della Provincia di Crotone, Ugo Pugliese.
«Ebbene nel mese di dicembre – ricorda il comunicato –, a ridosso delle festività natalizie, si è verificato il crollo del ponte di attraversamento che collega Melissa alla Statale 106. Il crollo ha causato il blocco dell'arteria viaria con notevole disagio per gli abitanti di Melissa. Due sono stati i sopralluoghi effettuati dai tecnici dell'Ente intermedio, dal dirigente Francesco Benincasa e dal personale dell'Ufficio di Presidenza, durante i quali è stata constatata la gravità della situazione.
Le forti piogge hanno provocato infiltrazioni dell'acqua sotto la fondazione del pontino e quindi il crollo dei muri di appoggio della soletta, inoltre l'acqua ha provocato seri danni all'alveo del fosso.
Non è possibile, come fatto in passato, procedere con un intervento tampone che consenta la percorribilità del tratto della Sp12, ed è per questo che si è optato per una struttura prefabbricata in acciaio.
Una soluzione definitiva, in grado di garantire il ripristino del ponticello e la sicurezza dei cittadini.
Il progetto definitivo ed esecutivo è stato già redatto ed è stata contattata un'impresa locale alla quale sono stati affidati i lavori. A questa già grave situazione, se ne aggiunge un'ulteriore segnalata dal gruppo di minoranza del Comune di Melissa. Un altro pontino, anche questo sulla Sp12 a pochi metri dalla Casa comunale presenta evidenti criticità ed anche in questo caso i tecnici della Provincia effettueranno un sopralluogo.
Il presidente della Provincia si è determinato e si determina nell'esclusivo interesse della collettività.
E' questo il suo compito ed è questo il dovere a cui quotidianamente adempie. Le indicazioni al dirigente della Provincia sono state impartite dal presidente e non già da un sindaco o meglio da un partito. Questa precisazione – conclude il Presidente Pugliese – non perché voglia ottenere ringraziamenti, e neanche riconoscimenti, ma perché appropriarsi la paternità dei lavori delegittima l'istituzione stessa. I sindaci facciano i sindaci, come è giusto che sia, ma l'amministrazione dell'Ente intermedio è altra cosa, con buona pace di tutti!».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

festa granoIl presidente Auser territoriale di Crotone, Bruno Tassone e il presidente del circolo Auser di Melissa, Massimo Restuccia, esprimono «viva soddisfazione per la riuscita della prima "Festa del grano" organizzata a Melissa, località Mannà. Dopo mesi di preparativi che hanno visto coinvolti tutti i soci, (100 e non sono pochi, considerato che il numero degli abitanti è meno di mille, poiché la restante parte, oltre 2500 abitano a Torre Melissa, la frazione sulla costa, distante circa sette chilometri), l'iniziativa ha visto una grande partecipazione di pubblico, tra cui molti giovani. A dare valore aggiunto, però, è stata la compartecipazione della Camera del lavoro di Crotone e dello Spi Cgil comprensoriale, e l'adesione di: Cgil Regionale, Coldiretti Provinciale, Regione Calabria, Comune di Melissa. Hanno partecipato, inoltre, molte associazioni, tra cui "I bersaglieri di Rocca di Neto" e l'Apz, (Associazione produttori zootecnici) di Crotone. L'Auser di Melissa ha dato vita ad una attività che si configura quale strumento utile per l'intero territorio della Provincia di Crotone. Una iniziativa che si intende ripetere negli anni, coinvolgendo l'imprenditoria locale per il recupero e lo sviluppo delle produzioni tradizionali, che di sicuro possono garantire un incremento delle capacità economiche del territorio e dei livelli occupazionali. Tutta l'area impegnata per la manifestazione, nella quale sventolavano le bandiere dell'Auser e della Cgil, è stata contornata di stand enogastronomici con tanto di degustazioni dei prodotti derivati dal grano locale e della carne podolica. Non è mancata l'animazione attraverso balli e canti popolari della cultura contadina. Per l'attrazione dei bimbi, ma principalmente per l'uso didattico a loro favore, è stato disposto un piccolo zoo di animali domestici, tra cui dei pony e degli asinelli. Ad evidenziare che non si trattava soltanto di una riproposizione dei lavori di una volta, limitata alla cultura contadina, ma di una iniziativa culturale a tutto campo, è stato attivato uno stand con libri di autori locali, trattanti la storia del paese, le tradizioni e la poesia dialettale, insomma una messa in mostra del patrimonio culturale del paese in cui il passato incontra il futuro. La Festa del Grano di giorno 15 luglio '18, non sarà ricordata solo per il caldo, ma per la presenza di molti giovani e per i tanti turisti intervenuti per ripercorre insieme, in un grande palcoscenico a cielo aperto, l'intero ciclo lavorativo dalla mietitura a mano, la "pisatura", fino alla preparazione della pasta fatta in casa, del pane e di tutti gli altri alimenti che la tradizione locale mette in tavola, insomma la filiera completa, in cui i soci e i volontari dell'Auser sono stati gli attori principali. Il presidente, Massimo Restuccia, a chiusura della manifestazione evidenziando compiacimento per il risultato, ha dichiarato che l'impegno del circolo è quello di coinvolgere più persone nelle attività messe in atto, per dare a tutti l'opportunità di essere protagonisti attivi della formazione permanente, anche attraverso attività manuali, allo scopo di prevenire e ritardare il decadimento cognitivo e fisico, di vivere in salute, mantenendo attivo il proprio ruolo di cittadini».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

ruspa incendiataCIRÒ MARINA – Arrestati i presunti autori dell’incendio del trattore “pulispiaggia” del Comune di Melissa. I carabinieri della Radiomobile hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Crotone, nei confronti di un 34enne residente a Strongoli e di un 26enne residente a Melissa. Il provvedimento è frutto di una serrata attività investigativa dei militari che ha fatto emergere la responsabilità dei due arrestati per l’incendio del mezzo meccanico cingolato “pulispiaggia” di proprietà del Comune di Melissa, avvenuto lo scorso 15 luglio. Gli arrestati sono stati condotti presso la Casa circondariale di Crotone.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

ruspa incendiata«Nel condannare il vile gesto con il quale ignoti hanno dato alle fiamme una ruspa in dotazione al Comune di Melissa, esprimo al sindaco Murgi ed all'amministrazione Comunale di Melissa la mia personale solidarietà, della giunta comunale e di tutta l'amministrazione Comune di Crotone». Lo scrive Ugo Pugliese che aggiunge «come sindaco di Crotone e presidente della Provincia sarò presente domani al Consiglio Comunale straordinario per testimoniare alla comunità la vicinanza alla comunità di Melissa della città e della provincia di Crotone». Anche il Partito democratico di Melissa esprime «la propria solidarietà all’amministrazione comunale di Melissa per il vile atto intimidatorio subito in data 15 luglio, che ha visto l’incendio della ruspa meccanica comunale. Tale gesto deplorevole rivolto alla cittadinanza melissese, che è stata privata di un bene comune importante, non impedirà al sindaco ed a tutta la giunta di proseguire nella propria attività amministrativa nel segno della legalità. Il Partito democratico parteciperà al consiglio comunale straordinario che si terrà il 17 luglio, confidando nel lavoro delle forze dell’ordine affinché facciano, in breve tempo, piena luce su questa grave vicenda».

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 2 di 4