Sabato, 11 Luglio 2020

POLITICA NEWS

Avviso di conclusione delle indagini e informazione di garanzia emesso dalla Procura della Repubblica di Cosenza nei confronti di 6 indagati. E non solo: inoltrate 3 segnalazioni di danno erariale alla Corte dei Conti di Catanzaro per l’importo di 1.912.519,00 euro. L’ipotesi di danno erariale è stata anche contestata nei confronti di 2 funzionari pubblici incaricati nel controllo dei finanziamenti contestati.

Questo è il risultato ottenuto dai militari del nucleo Polizia economico finanziaria della Guardia di finanza di Crotone, nell’ambito di specifici controlli di polizia valutaria svolti nel corso dell’anno 2019 nei confronti di una società, gestita da due fratelli, operante nel settore turistico alberghiero e nel commercio di articoli sportivi nel comprensorio di Villaggio Palumbo.

L’attività scaturisce dall’approfondimento sulle movimentazioni bancarie dei rapporti finanziari della società a seguito di segnalazioni di operazioni sospette pervenute dalla banca d’Italia. Lo studio di tali movimentazioni, risultate anomale, ha permesso di far emergere irregolarità riguardanti fatture per operazioni inesistenti, fittizie cessioni di beni già in uso, rendicontazioni di spesa per importi sovrafatturati e distrazione dei beni acquistati.

A conclusione dell’attività sono stati contestati in totale 5 finanziamenti cofinanziati dall’Unione europea, attraverso il Por Calabria 2007/2013, concessi dalla Regione Calabria di cui la società destinataria del controllo valutario era diretta destinataria o fornitrice di beni nei confronti delle nuove realtà imprenditoriali create.

In particolare, i finanziamenti riguardavano i lavori di ammodernamento e ristrutturazione di un albergo nella Sila crotonese e l’acquisto di beni e automezzi da 4 nuove aziende turistiche, di cui 3 risultate di fatto non operative, in Camigliatello Silano (CS) e presso il Villaggio Palumbo di Cotronei (KR).

Le indagini hanno consentito di disarticolare un sistema fraudolento, ideato e orchestrato dai due fratelli amministratori della società fornitrice, con la compiacenza e fattiva collaborazione degli altri indagati, titolari di fatto e di diritto di 4 società beneficiarie dei finanziamenti indebitamente percepiti. A seguito di apposite segnalazioni effettuate, la Regione Calabria ha proceduto alla revoca totale dei finanziamenti concessi.

Pubblicato in Cronaca

sbancamento villaggio palumboCOTRONEI - Uno sbancamento di terreno eseguito illegalmente è stato scoperto a Villaggio Palumbo di Cotronei dai carabinieri forestale che hanno denunciato il proprietario del terreno, un commerciante sessantenne, per violazioni alla normativa edilizia e paesaggistica. L'area interessata è stata messa sotto sequestro assieme al sito dove erano state depositate le terre di scavo e alla macchina escavatrice utilizzata per effettuare i lavori. I militari, dopo avere notato i movimenti di terreno, sono intervenuti e hanno controllato la macchina escavatrice rilevando che era priva della copertura assicurativa obbligatoria. Inoltre, il conducente del mezzo all'arrivo dei carabinieri forestali si è dileguato facendo perdere le proprie tracce. Dai controlli effettuati nell'ufficio tecnico del Comune di Cotronei è stato accertato che i lavori non erano stati autorizzati.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

villaggio palumbo incendioCATANIA – E' morto nel Centro grandi ustionati di Catania, Vincenzo Teti, di 55 anni, l'uomo ritenuto l'autore dell'incendio delle "cupole" del villaggio turistico Palumbo. L'uomo era stato ricoverato, con bruciature sul 50% del corpo e in stato di semi incoscienza, dopo essere stato arrestato dai carabinieri. I militari, ipotizzando che l'autore del rogo potesse essere rimasto ferito, avevano seguito le tracce di sangue ed erano arrivati nell'abitazione del 55enne. All'uomo, in ragione delle sue condizioni di salute, non era stata applicata alcuna misura cautelare. Nell'incendio, avvenuto nella notte del 6 marzo erano andati distrutti un ristorante, una galleria d'arte, un negozio di bigiotteria e uno di abbigliamento. Teti, commerciante, ritenuto appartenente ad una cosca di 'ndrangheta della zona era stato coinvolto nell'inchiesta del maggio 2014 che culminò nell'operazione Tabula Rasa ma era successivamente stato assolto, sentenza confermata anche in appello.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio villaggio palumboCOTRONEI – Arrestato un uomo ritenuto l’autore dell’incendio a tre attività commerciali di Villaggio Palumbo in località Trepidò. I Carabinieri del Norm della Compagnia di Petilia Policastro e del nucleo investigativo del Comando provinciale di Crotone, hanno tratto in arresto Vincenzo Teti, nato a Cotronei di 55 anni. Secondo quanto emerso dalle indagini “lampo”, sarebbe stato lui, intorno alle ore 3, ad aver cosparso di benzina l’interno dei locali commerciali denominati le “Le Cupole” presso piazzale Ampollino di Villaggio Palumbo. L’uomo avrebbe quindi dato fuoco al liquido infiammabile distruggendo un bar-ristorante, una rivendita modernariato e una bigiotteria.
Il 55enne, dopo aver cosparso di benzina l’interno dell’immobile, è rimasto travolto dalle fiamme e da alcuni detriti scagliati dall’esplosione dei vapori della benzina precedentemente disseminata, rimanendo ferito e ustionato in varie parti del corpo. L’uomo, presumibilmente per sottrarsi alla cattura, non ha fatto ricorso alle cure mediche e si è portato a casa dove è stato poi rintracciato dai militari operanti.
Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco di Petilia Policastro, alle successive ore 9. L’arrestato, a causa delle ferite e delle ustioni riportate, è stato trasferito presso l’ospedale di Catanzaro dove rimarrà a disposizione della Procura della Repubblica di Crotone.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio villaggio palumboCOTRONEI - Un incendio, la cui origine non è stata ancora accertata, si è sviluppato nella notte in uno stabile di circa duemila metri quadrati, che ospita una serie di negozi nella località turistica silana di Villaggio Palumbo, nel territorio di Cotronei. Sul posto sono intervenuti intorno alle 3.30 i vigili del fuoco di Crotone, Petilia Policastro e San Giovanni in Fiore, che hanno trovato l'incendio in stato avanzato. Il loro intervento ha evitato che il rogo si propagasse ulteriormente. Cinque negozi, però, sono andati ugualmente distrutti. Lungo lavoro dei vigili del per bonificare l'intera zona interessata dall'incendio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Petilia Policastro e di Cotronei che hanno avviato le indagini per risalire all'origine del rogo.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

belcastro villaggio palumboCOTRONEI – «Villaggio Palumbo funziona benissimo e non ha eguali. Merita tuttavia una visione di sistema più ampia e più generale che vada oltre l'impegno del singolo privato o dell'istituzione locale».
È quanto ha ribadito il sindaco Nicola Belcastro in una nota stampa, sottolineando e rilanciando gli obiettivi che l'Amministrazione comunale intende perseguire attraverso la proposta di rendere pubblici gli impianti di risalita dell'unico impianto privato in Calabria, «investendo in modo efficace ed efficiente sulle infrastrutture esistenti per migliorarne e farne esplodere la fruibilità turistica regionale».
«Tutto esaurito nelle strutture ricettive – commenta il sindaco – e tanta neve. Location sempre più ricercata da turisti provenienti dalle vicine regioni Puglia e Basilicata, target storico. Servizi di qualità. Gli impianti prossimi al fine vita e il futuro della stagione sciistica a rischio».
«Villaggio Palumbo – ha concluso Belcastro – come destinazione turistica può crescere ulteriormente, sia in termini di capacità ricettiva che al momento non ha competitors, sia in termini di proposte di servizi che di qualità».

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2