Domenica, 12 Luglio 2020

POLITICA NEWS

sala giunta vuotaLe missioni degli amministratori comunali al centro di una richiesta di accesso agli atti inoltrata dal consigliere comunale Vincenzo De Franco, capogruppo di “ConSenso”, al segretario comunale, al presidente del consiglio e al sindaco del Comune di Crotone. Come previsto dal Regolamento comunale (Diritti dei consiglieri e procedure per ottenere in visione atti e documenti diversi dalle deliberazioni), De Franco chiede di «avere copia di atti e documenti riguardanti tutta la rendicontazione, per singola voce di spesa, per le missioni effettuate dai componenti di giunta comunale per gli anni 2016 (insediamento giunta Pugliese) e fino al 2019; atto di determina di avvenuta liquidazione delle spese sostenute richieste a pagamento. Quanto sopra – conclude De Franco – ai fini dell’esercizio delle funzioni insite al ruolo ricoperto».

 

 

 

Pubblicato in Politica

defranco pedaceLa crisi in atto nella maggioranza al Comune di Crotone porta in “dote” la perdita di altri due “pezzi da novanta”. Si sono infatti dimessi infatti dai rispettivi incarichi nella task force comunale i consiglieri dei Demokratici Enrico Pedace e Vincenzo De Franco. Quest’ultimo ha rassegnato soprattutto anche l’incarico di presidente della terza commissione. Entrambi hanno informato il sindaco Ugo Pugliese e il presidente del consiglio Serafino Mauro a mezzo Pec inviata lo scorso 8 luglio. Se Pedace è molto telegrafico nel comunicare le sue dimissioni e non fornisce spiegazioni al riguardo (anzi ne sottolinea solo l’irrevocabilità), De Franco scrive nella missiva che esse sono «in linea con quanto espletato dal sindaco nella giornata del 5 luglio scorso, circa l’azzeramento della giunta comunale, tra l’altro richiesta più volte dallo scrivente, insieme ad altri consiglieri, (..) per facilitare la ripresa di un rilancio costruttivo ai fini del miglioramenti delle attività a supporto del consiglio comunale per una migliore vivibilità della città». Sia Pedace, che De Franco hanno dato un contributo certamente non trascurabile all’esecutivo di Pugliese, mettendo a loro disposizione sia l’attività di task force (che non prevede ulteriori compensi oltre ai gettoni di presenza percepiti dai consiglieri), che quella di sostegno politico in consiglio. È questo un ulteriore inciampo verso la costituzione di una nuova maggioranza in consiglio che sostenga il “Pugliese ter”, esecutivo che a distanza di una settimana dall’azzeramento ancora non c’è, ma che il sindaco conta di formare entro la fine della prossima settimana.

 

 

 

Pubblicato in Politica