Lunedì, 10 Agosto 2020

 

POLITICA NEWS

"Tutto va bene madame la marchesa", niente dimissioni: nel Pd ci si comporta come se nulla fosse

Posted On Sabato, 25 Giugno 2016 11:18 Scritto da

pantisano barbieri tricoli stabile"Tutto va bene madame la marchesa" recitava una vecchia canzone francese. Uno dietro l’altro, il Partito democratico calabrese ha perso i comuni di Lamezia Terme, Vibo Valentia e Crotone e ha subìto uno smacco terribile a Cosenza, capoluogo di residenza del governatore Mario Oliverio. Non c’è stata, però, sino ad oggi, nessuna assunzione di colpa, o dimissione dagli incarichi di dirigenti. Nel Pd calabrese e crotonese ci si sta comportando come se nulla fosse successo e come se gli elettori avessero concesso ancora fiducia ai candidati proposti dal partito. C’è da restare esterrefatti per questo comportamento che ha il sapore di un suicidio collettivo. Questo comportamento rappresenta davvero il modo giusto per fare allontanare la gente dalla politica e dai partiti. L’idea che si dà è quella di avere spalmato sulla sedia del potere una colla talmente potente che impedisce qualsiasi tentativo di scollamento. Gli Ernesto Magorno, in Calabria, e gli Arturo Crugliano Pantisano, a Crotone, fanno finta di niente. Si tarda a prendere coscienza che, per fare l’esempio di Crotone, si è perso contro un movimento (la Prossima Crotone) e, ancor peggio, che al ballottaggio sono andati a votare poco più del 45% degli elettori iscritti nelle liste elettorali. Non si va a votare e quelli che decidono di farlo esprimono un voto contro le proposte del Pd. Si intende andare avanti così? Ognuno è libero di suicidarsi come meglio crede.