Giovedì, 13 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

Area industriale, Cuomo (Confindustria): «Avviato dialogo con Regione e Corap»

Posted On Mercoledì, 29 Luglio 2020 15:23 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Stiamo portando avanti una intensa interlocuzione con Regione, Comune e Corap per ripristinare condizioni di vivibilità e decoro nell’area industriale di Crotone». Così Alessandro Cuomo, presidente della Piccola industria di Confindustria Crotone. 

«E’ necessario superare diverse criticità – spiega Cuomo – che da anni rendono problematica la gestione quotidiana delle nostre aziende. Servizi essenziali come erogazione dell’acqua, illuminazione, pulizia e decoro delle aree pubbliche, manutenzione delle strade, ma anche reti di accesso ad internet e trasporti urbani: su queste tematiche stiamo lavorando perché le Imprese ed i loro collaboratori operino in un contesto pulito ed efficiente»

«Confindustria Crotone – prosegue Cuomo – segue da diverso tempo le alterne vicende del Corap, soggetto gestore dell’area industriale da dicembre scorso in liquidazione. Ci auguriamo che la Regione affronti presto e con decisione il futuro della gestione delle aree industriali. Ci eravamo a suo tempo opposti al percorso di accorpamento delle Asi calabresi, contestandone non tanto le finalità quanto le modalità. A distanza di pochi anni, il Corap, sommerso dai debiti ereditati dalla cattiva gestione di alcune Asi, è stato posto in liquidazione».

«Come sistema Unindustria Calabria – assicura Cuomo – saremo attenti interlocutori della Regione perché si compia un vero processo di riorganizzazione delle aree industriali che premi le competenze e la capacità di progettarne un reale ammodernamento. E’ fondamentale che la futura gestione regionale sia integrata dalla creazione di presidi territoriali per intercettare meglio i fabbisogni delle imprese e proporre soluzioni anche attraverso una continua interlocuzione con le Associazioni datoriali. Solo così potremo mettere in campo azioni credibili per attrarre nuovi investimenti e dare concreta operatività a strumenti come la Zona economica speciale», conclude Cuomo.