Domenica, 09 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

''Congelato'' l'iter autorizzativo per la discarica di Scandale, riunione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri per questo giovedì

Posted On Lunedì, 28 Gennaio 2019 22:08 Scritto da

barberio protesta discarica scandale“Congelato” il rilascio dell'autorizzazione alla modifica dell'Aia per il progetto di discarica per rifiuti non pericolosi, da realizzarsi in località Santa Marina. Il capo del Dipartimento per il coordinamento amministrativo (Ufficio per la concertazione amministrativa e il monitoraggio) della Presidenza del consiglio dei ministri, Paola Paduano, ha infatti convocato per questo giovedì a Roma una riunione di coordinamento con tutte le amministrazioni interessate al fine di trovare una soluzione di superamento. La lettera di convocazione è stata fatta recapitare questo lunedì.
«Con nota numero 462 del 23 gennaio 2019 – scrive il capo del dipartimento Paduano – il Comune di Scandale ha formulato opposizione, ai sensi dell'articolo 14-quinquies della legge 7 agosto 1990. n. 241, alla conclusione della Conferenza dei servizi indetta dalla Regione Calabria ai fini del rilascio dell'autorizzazione alla modifica dell'autorizzazione integrata ambientale per il progetto di discarica per rifiuti non pericolosi, da realizzarsi in località Santa Marina, comune di Scandale. Al fine di individuare una soluzione condivisa fra le amministrazioni partecipanti alla Conferenza di servizi indetta dalla citata Regione, per il superamento del dissenso espresso dal comune di Scandale, è indetta una riunione di coordinamento per il giorno 31 gennaio 2019, alle ore 12, presso lo scrivente Dipartimento per il coordinamento amministrativo (…). Gli Uffici in indirizzo sono invitati a dare assicurazione della ricezione della presente convocazione e a designare un qualificato rappresentante, delegato ad esprimere la posizione della propria Amministrazione sulla questione in esame. In particolare, i partecipanti alla riunione devono essere muniti dei poteri necessari a formalizzare l'intesa prevista dalla vigente normativa».