fbpx
Venerdì, 21 Giugno 2024

PRIMO PIANO NEWS

Danno ambientale, Errigo: «Siglata transazione da 4,5 milioni con Syndial»

Posted On Venerdì, 17 Maggio 2024 12:27 Scritto da

CROTONE «Nell’ottica di una completa trasparenza, che contraddistingue l’operato del commissario straordinario delegato di governo, Emilio Errigo, anche al fine di dirimere ogni erronea interpretazione o incomprensione, si trasmette questa nota esplicativa riguardante la ripartizione e trasmissione delle somme destinate al commissario straordinario a seguito della sentenza del tribunale di Milano numero 2536 del 28 febbraio 2012».

 

 

Sono arrivate le delucidazioni del commissario Errigo circa l'interrogativo posto dalla ProvinciaKR in un articolo pubblicato ieri in cui si chiedeva conto dell'ammanco di circa 5 milioni di euro tra la cifra versata per la sentenza del Tribunale di Milano (oltre 70 milioni di euro) e quella messa a disposizione del ministero dell'Ambiente per l'attuale struttura commissariale che, di conseguenza, ha redatto un Piano di interventi per l'impiego delle risorse.
«Si porta a conoscenza - riferisce Errigo -, che l'articolo 3, del decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 28 giugno 2016, ha previsto l'istituzione di una contabilità speciale intestata al commissario straordinario delegato a coordinare, accelerare e promuovere la realizzazione degli interventi di bonifica e riparazione del danno ambientale nel Sito contaminato di interesse nazionale di Crotone - Cassano e Cerchiara, nella quale confluiscono le somme liquidate per il risarcimento del danno ambientale a favore dell'amministrazione dello Stato, che sono state riassegnate al ministero dell'Ambiente e tutela del territorio e del mare (ora ministero dell'Ambiente e della sicurezza energetica), per un importo di 70.849.885,00 di euro dopo la sentenza del Tribunale di Milano numero 2536 del 28 febbraio 2012».
«Con i successivi decreti del ministero dell'Ambiente e tutela del territorio e del mare - prosegue la nota -, numero 590 del 18 dicembre 2015, numero 596 del 22 dicembre 2015 e numero 487 del 17 novembre 2016, sono stati impegnati complessivamente euro 70.849.885,00 a favore della contabilità speciale del commissario straordinario. Con successivo Dm ambiente, del 6 dicembre 2016, numero 529, sono stati trasferiti in favore del commissario straordinario, pro tempore, nominato con Dpcm 28 giugno 2016, sulla contabilità speciale allo stesso intestata, complessivi euro 35.424.942,50».
«Per maggiore precisione e chiarezza informativa pubblica - entra quindi nel merito Errigo -, con decreto del ministero dell'Ambiente e tutela del territorio e del mare 24 novembre 2017, numero 509, è stato approvato l'atto di transazione sottoscritto in data 24 ottobre 2017, tra il citato ministero e la società Syndial Spa, in base al quale sono stati trasferiti a quest'ultima società, la somma di euro 4.504.334,34, a valere sulle somme già impegnate dal ministero dell'Ambiente, con il decreto numero 590 del 2015».
«In ragione di quanto sopra esposto e dettagliato - spiega il commissario -, residuano ancora sulla contabilità speciale intestata al commissario straordinario delegato in carica, 30.920.608,16 euro. Questa cifra, sommata a quella di circa 35.424.942,50 di euro, già destinata alla contabilità speciale del precedente commissario straordinario, assomma a circa 65.130.087,45, cifra totalmente impegnata nel Piano degli interventi, presentato pochi giorni fa».
«Si ritiene così - conclude Errigo -, di aver motivato ampiamente le cause e le regolari poste di impiego delle somme assegnate provenienti dalla sentenza di condanna di risarcimento emessa dal Tribunale di Milano numero 2536 del 28 febbraio 2012 e comunque dettagliate anche nel Dpcm 14 settembre 2023 di nomina del commissario straordinario».