Giovedì, 06 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

Elezioni provinciali, trionfa la lista "Provincia nuova" (Prossima Crotone e Pd): ritorna in consiglio il centrodestra, esclusa la sinistra

Posted On Mercoledì, 03 Aprile 2019 21:41 Scritto da

elezioni provinciali spoglioTrionfa la lista "Provincia nuova", formata da Partito democratico e Prossima Crotone, alle elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale. Ritorna tra gli scranni di via Mario Nicoletta anche il centrodestra della lista "Per Crotone Provincia", mentre non guadagna nessun seggio "Provincia civica e progressista" riferibile a forze di sinistra. Sette sono i seggi assegnati alla lista vincente e tre al centrodestra. Vengono eletti secondo il voto ponderato per "Provincia nuova": Simone Saporito (Petilia Policastro) con 13.005 preferenze, Gennaro Le Rose (Cutro) con 9.048 preferenze, Vincenzo Lagani (Rocca di Neto) 7.922, Giuseppe Dell'Aquila (Cirò) 6.611, Saverio Flotta (Crotone) 6.065, Antonio Barberio (Scandale) 5.630 e Pina Greco (Cerenzia) 1.170. Nel centrodestra conquistano il seggio: Luigi Lidonnici (Rocca di Neto) con 10.090 preferenze, Francesca Costanza (vicesindaco di Petilia Policastro e supportata dal sindaco dem Amedeo Nicolazzi) con 7.469 e Anna Curatola (Crotone) con 5.280. Confrontando il numero dei seggi col consiglio uscente, in virtù dell'apparentamento, la Prossima Crotone perde due consiglieri e uno il Pd. Hanno votato 229 su 284 aventi diritto (secondo la nuova riforma possono partecipare al voto solo i consiglieri comunali e sindaci del territorio di competenza). Per quanto riguarda il consiglio comunale di Crotone si sono astenuti dal voto i consiglieri Cinquestelle (Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia) e Manuela Cimino (Demokratici).

indice ponderazioneIl voto ponderato. Il voto di ogni elettore (sindaci e consgilieri comunali) è ponderato in base alla popolazione del comune a cui appartiene l’elettore. Le schede elettorali hanno colore diverso in base alla fascia demografica del comune a cui appartiene l’elettore. Fanno parte della fascia A dodici comuni con un'incidenza del 17,023 per cento: Belvedere Spinello, Caccuri, Carfizzi, Castelsilano, Cerenzia, Pallagorio, San Mauro Marchesato, San Nicola dell'Alto, Santa Severina, Savelli, Umbriatico e Verzino. Nella fascia B ci sono: Cirò, Melissa, Scandale e Roccabernarda con un'incidenza del 12,760 per cento. Fascia C, con un'incidenza del 25.650 per cento: Cotronei, Mesoraca, Petilia Policastro e Rocca di Neto. Fascia D, con un'incidenza del 9,557 per cento, c'è Cutro. In fascia E, con un'incidenza del 35 per cento, c'è solo Crotone. Non hanno partecipato al voto i 5 comuni della provincia sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata (Cirò Marina, Isola di Capo Rizzuto, Strongoli, Crucoli e Casabona).