Sei qui: HomePRIMO PIANOGabrielli: «Tenere lontano Polizia dalla politica». Il capo della Polizia a Crotone per inaugurazione stele dedicata a commissario Calabresi

Gabrielli: «Tenere lontano Polizia dalla politica». Il capo della Polizia a Crotone per inaugurazione stele dedicata a commissario Calabresi In evidenza

Scritto da  Pubblicato in In primo piano Mercoledì, 19 Giugno 2019 17:19

franco gabrielli stele calabresi«Chi serve il Paese deve sentire la vicinanza della gente e delle istituzioni». È il monito lanciato questa mattina dal capo della Polizia, Franco Gabrielli, nel corso della cerimonia inaugurale della stele dedicata al commissario Luigi Calabresi (medaglia d’oro al valore civile) nel piazzale antistante il Tribunale di Crotone.
franco gabrielli stele calabresi2Il direttore generale della Pubblica sicurezza è atterrato in mattinata presso l’aeroporto “Pitagora – Sant’Anna” di Isola di Capo Rizzuto, e ha quindi preso parte alla cerimonia cui erano fra gli altri presenti il presidente del Tribunale di Crotone, Maria Vittoria Marchianò, il procuratore capo della Repubblica, Giuseppe Capoccia, i questori delle Province calabresi, il sindaco Ugo Pugliese, nonché diverse altre autorità civili e militari.

franco gabrielli stele calabresi3Nel corso dell’incontro il capo della Polizia ha espresso profondo ringraziamento a tutto il personale in servizio per l’impegno profuso in un territorio particolarmente difficile come quello della provincia di Crotone, congratulandosi con tutto il personale della Questura per i lusinghieri risultati ottenuti, sia sul fronte della prevenzione e repressione dei reati, che su quello attinente alla gestione dell’ordine e la sicurezza pubblica.
franco gabrielli stele calabresi4Gabrielli ha poi ricordato i magistrati Falcone e Borsellino, i cui volti campeggiano su un recente murales realizzato sulla facciata del palazzo del Tribunale. L’entrata del Tribunale pitagorico è da oggi impreziosita anche dalla stele in ricordo del commissario Luigi Calabresi.
franco gabrielli stele calabresi5Le figure di Falcone, Borsellino e Calabresi, come ha ricordato Gabrielli, sono accomunate dal fatto che si tratta di eroi che hanno vissuto in solitudine la loro tragedia mentre “chi serve il Paese deve sentire la vicinanza della gente e delle istituzioni”. In conclusione, il capo della Polizia ha sottolineato che un’istituzione come la Polizia di Stato non è al servizio dell’uno o dell’altro contendente politico e deve essere preservata da meschine logiche strumentali.

franco gabrielli stele calabresi6Dopo un momento di intrattenimento all’interno del Tribunale, il prefetto Gabrielli, accompagnato dal questore della provincia di Crotone, Massimo Gambino, si è recato in visita ad un immobile confiscato alla criminalità (di recente sgomberato) e assegnato temporaneamente all’associazione “Noemi”, attiva nel contrasto alle violenze di genere. Al termine il capo della Polizia è ripartito dall’aeroporto di Isola di Capo Rizzuto intorno alle ore 13 per fare rientro a Roma.

 

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Giugno 2019 17:40
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".