Domenica, 12 Luglio 2020

PRIMO PIANO NEWS

Giornata dell'infermiere, Gentili: «Ne' eroi, ne' martiri, ma professionisti competenti»

Posted On Martedì, 12 Maggio 2020 13:31 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Oggi, 12 Maggio, si celebra la Giornata internazionale dell’infermiere». È quanto scrive in una nota il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria di Crotone, Gilberto Gentili.

«Una ricorrenza nata – spiega – per celebrare l’importanza di questa categoria di lavoratori che ogni giorno, con grande determinazione e abnegazione, offrono non solo assistenza ma anche sostegno umano a tutti gli ammalati. L’infermiere è un professionista dell’assistenza che riveste un ruolo centrale nei processi di programmazione e pianificazione, assumendo sulla propria figura una serie di competenze che spaziano dalla prevenzione alla palliazione».

«L’importanza di queste donne e uomini – sottolinea Gentili – si è rivelata ancora più centrale in questi tempi ove siamo stati assaliti da una inusuale, imprevista e temibilissima pandemia. Senso di appartenenza e di responsabilità sono alcune delle caratteristiche che hanno contraddistinguono il loro operato. Senza dubbio, hanno rappresentato un aiuto determinante in questo periodo emergenziale e sono stati un telaio solido su cui l'Azienda ha potuto fare affidamento».

«Gli infermieri, accanto ai medici, agli operatori della assistenza e a tutti i lavoratori – commenta Gentili – hanno saputo manifestare dedizione e competenza che spesso ha rischiato di compromettere anche il loro stato di salute. Alcuni di Loro, fortunatamente non nei nostri servizi, hanno pagato con la vita l’espletamento del proprio dovere professionale».

«Mi piace quindi – scrive Gentili – in questo giorno di festa augurare a tutti gli infermieri della Azienda provinciale di Crotone, specie a coloro che passeranno in ospedale o nel Distretto la loro giornata, il mio personale ringraziamento, unito a quello della intera Direzione strategica, nella certezza che li avremo al nostro fianco nel quotidiano impegno per offrire ai nostri concittadini una assistenza di qualità».

«Non eroi – conclude Gentili – né martiri, ma professionisti competenti e formati a svolgere un ruolo fondamentale nel Servizio sanitario nazionale».