Lunedì, 10 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

Mancata assunzione del dirigente, Comune di Crotone condannato a pagare danno

Posted On Mercoledì, 10 Giugno 2020 17:49 Scritto da Redazione

Il Comune di Crotone condannato al risarcimento del danno per la mancata e tempestiva assunzione secondo bando dell’attuale dirigente Elisabetta Domijanni.

La cifra corrisponde al periodo di mancata assunzione che va dal 14 settembre 2016 e sino al 20 novembre 2019, oltre agli interessi legali e alla contestuale rivalutazione monetaria. È quanto deciso dalla sezione del lavoro del Tribunale di Crotone (in composizione monocratica, giudice Alessandra Angiuli) con la sentenza 265 del 9 giugno scorso.

Proprio per la mancata assunzione, consumatasi nel periodo dell’Amministrazione a guida Ugo Pugliese, la dirigente aveva depositato ricorso il 27 aprile 2018 contestando «di essere stata dipendente del Comune di Crotone con qualifica di dirigente del settore IV in forza di rapporto a tempo determinato» e che, avendo partecipato a «una procedura concorsuale bandita dal Comune per la copertura di un posto a tempo pieno e indeterminato di “dirigente di area tecnica”, era risultata al primo posto quale vincitrice nella graduatoria finale del 20 giugno 2016» e che, infine, «la graduatoria era stata approvata con determina dirigenziale numero 1083 del 23 giugno 2016 e poi rettificata».

Il giudice del lavoro ha inoltre stabilito «la cessazione della materia di contendere sulla domanda della ricorrente volta a ottenere il riconoscimento del diritto all’assunzione e sulla condanna dell’Ente convenuto all’assunzione». Da qui anche la condanna per l’Ente al pagamento delle spese di lite sostenute dalla ricorrente che il tribunale ha quantificato in 259 euro per esborsi e 4.015 euro per compensi professionali, oltre Iva, Cpa e compenso forfettario del 15%.