Sei qui: HomePRIMO PIANOMarrelli hospital, il sindaco Pugliese chiede incontro urgente al presidente Oliverio. Sculco (Cir): «E' accanimento del commissario»

Marrelli hospital, il sindaco Pugliese chiede incontro urgente al presidente Oliverio. Sculco (Cir): «E' accanimento del commissario» In evidenza

Scritto da  Pubblicato in In primo piano Mercoledì, 02 Maggio 2018 09:40

marrelli hospital entrataIl sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, ha chiesto al presidente della Regione, Mario Oliverio, di convocare con urgenza l'incontro gia' richiesto dalla consigliera regionale, Flora Sculco, "per esaminare la grave situazione che nuovamente e' venuta a determinarsi nella sanita' privata a seguito dell'ennesima decisione penalizzante adottata dal commissario Scura. Non posso restare indifferente - dichiara il sindaco Pugliese - al grido di allarme lanciato dai laboratori calabresi e crotonesi e dal comitato "Marrelli Hospital", una struttura questa che sta rivivendo incubi che pensavamo oramai superati e dimenticati. Non e' sopportabile - conclude Pugliese - che ripetutamente e ciclicamente si colpiscano settori importanti e vitali non solo dell'economia della citta' e della provincia, ma strategici e fondamentali per la popolazione, visto la capacita' di incidenza che queste attivita' hanno sulla qualita' della vita e sulla salute dei cittadini. Proprio per questo - conclude - mi convinco sempre di piu' che le aziende private che operano nel settore della sanita' non possono e non debbano essere lasciate sole, ma vanno sostenute dall'intera comunita' cittadina e provinciale".
"Ancora una volta ci troviamo di fronte all'ennesima iniziativa negativa e dannosa nei confronti del Marrelli Hospital e della rete dei 'laboratori' presenti sul nostro territorio e nell'intera Calabria, da parte del commissario Scura". A dirlo e' il capogruppo di Calabria in Rete Flora Sculco che aggiunge: "Sono, questi, atteggiamenti ricorrenti che, piu' che promuovere azioni di riordino e di risanamento del sistema sanitario calabrese, provocano, invece, ulteriori danni con gravi conseguenze economiche e occupazionali alle aziende e ai lavoratori. Cio' vale sia per la rete dei laboratori che, in questi giorni, in tutta la Calabria, hanno alzato al massimo livello la protesta e l'indignazione per le decisioni del commissario Scura, e soprattutto ed in particolar modo, per il Marrelli Hospital. Proprio lunedi' scorso, in contemporanea a Lamezia Terme, si svolgeva una manifestazione regionale della rete dei laboratori e a Crotone si assisteva ad un'assemblea pubblica presso il Marrelli Hospital, partecipata da centinaia di lavoratori e dalle rappresentanze sociali, politiche e istituzionali. Tutto questo - aggiunge Sculco - e' il segno evidente di un disagio e di un malessere profondo e diffuso che viene avvertito non solo dagli 'addetti ai lavori', ma viene percepito anche dall'intera comunita' regionale e nel caso del Marrelli Hospital, dall'intera citta' di Crotone e dalla popolazione della provincia". Sculco sottolinea che "per il Marrelli Hospital, in particolar modo, non si tratta di semplice 'vertenza' economica, quanto piuttosto di attacco mirato e ricorrente ad una struttura sanitaria che, fin dalla sua nascita, si e' dedicata ad elevare lo standard qualitativo della sanita' crotonese e calabrese. Bisogna ricordare, ancora una volta, che il Marrelli Hospital si e' dedicato ad attivita' di eccellenza, in un corretto e virtuoso rapporto con il sistema pubblico, offrendo un contributo di straordinario valore al problema principale che presenta il sistema sanitario regionale. Ovvero, la piaga della emigrazione sanitaria che pesa sulle tasche dei calabresi per 300 milioni di euro l'anno, che vanno a rimpinguare le casse e i profitti della sanita' del nord troppo spesso per cure che si potrebbero ottenere in Calabria, cosi' come il Marrelli Hospital ha dimostrato in questo periodo". "In questo senso - sottolinea Flora Sculco - non si spiega 'l'accanimento terapeutico' perpetuato dal commissario Scura ai danni di questa struttura che, invece, dovrebbe semplicemente essere aiutata, sostenuta e incentivata perche' costituisce una speranza di una sanita' migliore a Crotone e in Calabria. Mi azzardo a dire, e senza paura di smentita, che, se ci fosse un sistema premiante nella sanita' calabrese mirato a ridurre il deficit ed in particolar modo quello derivante dall'emigrazione sanitaria, il Marrelli Hospital otterrebbe senza alcun sforzo le risorse economiche necessarie per sviluppare ulteriormente la propria encomiabile e altamente professionale attivita'". Per Sculco "una visione, invece, ragionieristica, mirata e protesa a realizzare solo tagli lineari, indiscriminati e nocivi, non fa altro che mantenere in una condizione di 'arretratezza' tutto il nostro sistema sanitario, il livello e la qualita' delle prestazioni, spingendo i calabresi a cercare risposte alle proprie esigenze di salute fuori dalla nostra regione. Tutto questo - rileva il capogruppo di Calabria in rete- e' inaccettabile e va sottoposto a profonda valutazione e riflessione, per invertire una rotta ed una politica sbagliata, che perdura ormai da troppo tempo senza nemmeno realizzare gli obiettivi prioritari che riguardano in primo luogo e senza se e senza ma, la salute dei calabresi. Rotta e politica che, come testimoniano le indagini e le statistiche dell'Istat, proprio per questa ragione, ma anche per la difficile situazione economica e sociale vissuta da una parte consistente della popolazione, hanno ridotto le attese di vita dei calabresi di due anni. Basta questo a destare una preoccupazione ed un allarme che non possono essere ignorati e dovrebbe indurre gli attuali e 'solitari e estranei' gestori della sanita' calabrese a modificare i loro atteggiamenti e a evitare di produrre ulteriori e irreparabili danni. Forte di queste ragioni - conclude Flora Sculco- non risparmiero' alcuna energia e mettero' in campo tutto l'impegno necessario, in concertazione con i lavoratori e l'intera comunita', al fine di assicurare stabilita' e prospettive di sviluppo sia alla rete dei laboratori e ancora di piu' al Marrelli Hospital".

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 02 Maggio 2018 09:49
Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".