Sei qui: HomePRIMO PIANONessuna concentrazione di gas ''radon'' fuori norma al Castello di Crotone: lo dicono le risultanze del monitoraggio Arpacal

Nessuna concentrazione di gas ''radon'' fuori norma al Castello di Crotone: lo dicono le risultanze del monitoraggio Arpacal In evidenza

Scritto da  Pubblicato in In primo piano Venerdì, 15 Marzo 2019 16:21

analisi castelloNessuna concentrazione fuori norma di "radon" (gas radioattivo), sia fuori, che all’interno del Castello di Carlo V a Crotone. Lo dicono chiaramente i risultati delle analisi effettuate dal personale del laboratorio fisico “Ettore Majorana” del dipartimento Arpacal di Catanzaro che, su richiesta del ministero dei Beni culturali (Segretariato regionale Mibac per la Calabria), lo scorso 7 marzo ha realizzato un monitoraggio «in continuo del gas radon presso il Castello Carlo V di Crotone, alla presenza dell’esperto qualificato incaricato per le operazioni di messa in sicurezza e/o bonifica e i funzionari dello stesso ministero». Ebbene, nelle conclusioni consegnate dall’Arpacal al Mibac si legge che: «La concentrazione di attività di radon outdoor nel castello, come ci si aspettava, è assolutamente in linea con i livelli di radon che abitualmente si registrano in atmosfere esterne». Sempre nelle conclusioni l’Arpacal afferma che: «Gli ambienti indoor osservati, pur presentandosi in una condizione non idonea per la misura del gas radon, in quanto chiusi da tempo, non meritano alcun interesse di tipo radiologico». C’è anche una spiegazione scientifica all’assenza di gas radon nonostante la presenza del Tenorm (contiene uranio) impiegato come “materiale inerte e di riempimento” durante le attività di manutenzione e restauro che hanno interessato il sito archeologico nel recente passato. «Stante le misure osservate – scrive l’Arpacal –, la struttura primaria del castello sembra rappresentare una barriera diffusoria persino per il radon, generato dalle sorgenti estese di Tenorm, allocate nella parte limitrofa». Gli ambienti indagati all’interno del perimetro del castello sono stati diversi: la biblioteca, piano terra e primo piano; museo piano terra; foresteria, piano terra e primo piano. Il periodo di misura del monitoraggio è stato intorno alle 4 ore. Scrivono tuttavia i tecnici dell’Arpacal: «Soltanto quando gli ambienti indoor torneranno a vivere, per cui personale del pubblico e lavoratori frequenteranno abitualmente il prestigioso sito, si prescrive, a solo scopo di verifica e ulteriore controllo, una misura di concentrazione di attività di radon con strumentazione passiva per un periodo di tempo non inferiore all’annualità. Questo tipo di osservazioni si effettuano solo quando gli ambienti sono vissuti. Anche su quest’ultima indicazione è necessario dare elementi di ulteriore chiarezza poiché non vi è alcun obbligo di tipo normativo se non una mera applicazione di un principio di prevenzione che si concretizza con un monitoraggio passivo». Il Castello era stato chiuso con ordinanda del sindaco Ugo Pugliese del 5 aprile 2018 a seguito di una segnalazione fatta al sindaco e poi al Mibac dalla senatrice Cinquestelle Margherita Corrado.

 

 

 

Giuliano Carella

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".