Sei qui: HomePRIMO PIANOOttantaquattro assunzioni al Comune di Crotone entro il 2021 tra vigili urbani, tecnici e assistenti sociali: 68 previste gia' entro il 2019

Ottantaquattro assunzioni al Comune di Crotone entro il 2021 tra vigili urbani, tecnici e assistenti sociali: 68 previste gia' entro il 2019 In evidenza

Scritto da  Pubblicato in In primo piano Sabato, 30 Marzo 2019 14:27

benedetto proto comuneNuove assunzioni di personale al Comune di Crotone già a partire dal 2019 tra vigili urbani, tecnici e assistenti sociali. E' previsto nel Piano triennale dei fabbisogni di personale dell’Ente per il triennio 2019-2021 e conseguente rideterminazione della dotazione organica presentati questa mattina nel corso della conferenza stampa che il vicesindaco e assessore al Bilancio Benedetto Proto ha tenuto nella sala giunta. «Faremo in un triennio quello che non è stato fatto in maniera armonica nel passato», ha detto l'assessore Proto. Il vicesindaco, prima di presentare l'azione che sarà messa in campo dall'amministrazione Pugliese in materia di personale, ha tracciato la fotografia della situazione allo stato attuale che certamente presenta numeri preoccupanti.
L'amministrazione ha imposto un cambio di tendenza sul tema del personale: «Non volevamo e potevamo proseguire su una strada pericolosa che risale a decenni e che ha portato la macchina amministrativa ad una situazione di sotto organico», ha detto il vice sindaco Proto.

Allo stato il Comune che dovrebbe avere 509 dipendenti ha una pianta organica di 236 unità lavorative.
Di queste nessuno è al di sotto dei 29 anni mentre oltre il 75% ha più di 50 anni. Nel corso degli anni numerosi sono stati i pensionamenti a fronte di una scarso ricambio generazionale. Il quadro relativo alle cessazioni di servizio tra il 2014 e 2018 è di 47 unità. La previsione tra il 2019 e il 2021 certa per raggiunti limiti di età, senza tener conto di chi vorrà usufruire di "quota 100", prevede una cessazione di ulteriori 57 unità. Ipotizzando anche chi potrebbe usufruire di "quota cento" si aggiungerebbero, sempre distribuite per varie categorie (D, C, B) altre 61 unità lavorative.

L'amministrazione prevedendo questa "emorragia" in uscita di personale ha predisposto un piano di assunzioni che, naturalmente, deve tenere conto dei vincoli imposti dal badget assunzionale che tiene conto di due variabili, la percentuale di spesa corrispondente alla cessazioni dell'anno precedente ed il cumulo delle risorse destinate alle assunzioni relative all'ultimo triennio precedente. Già dal 2019 saranno 68 le nuove assunzioni previste di nuove categorie professionali. Tra queste 17 istruttori amministrativi, 6 assistenti sociali, 18 istruttori direttivi, 5 istruttori direttivi tecnici, 5 istruttori tecnici – geometra, 5 esecutori e 10 agenti di polizia municipale ai quali si aggiunge il nuovo comandante del corpo di polizia municipale.

Nel 2020 saranno assunte ulteriori 6 unità, altri 5 agenti di polizia municipale e uno specialista di attività di vigilanza di polizia municipale, mentre il quadro delle assunzioni di completerà nel 2021 con l'assunzione di nuovi quattro dirigenti. Le assunzioni avverranno o attraverso appositi concorsi o attingendo alle graduatorie già espletate negli anni scorsi o ricorrendo alla mobilità in entrata.

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".