Sei qui: HomePRIMO PIANOProclamato lo sciopero presso la centrale Ergosud di Scandale. Gatto (Filctem-Cgil): «Non ci piegheremo a logiche di profitto»

Proclamato lo sciopero presso la centrale Ergosud di Scandale. Gatto (Filctem-Cgil): «Non ci piegheremo a logiche di profitto» In evidenza

Scritto da  Pubblicato in In primo piano Martedì, 17 Luglio 2018 10:07

ergosud centraleLe sigle di categoria Filctem Cgil, Flaei Osi e Uiltec hanno proclamato una giornata di sciopero per il 31 luglio prossimo presso la centrale Ergosud di Scandale, preannunciando ad azienda, Prefettura e commissione di garanzia il relativo blocco delle prestazioni di lavoro straordinario programmato. «Le scriventi segreterie territoriali – si legge nella lettera –, Filctem Cgil, Flaei Osi e Uiltec Uil di Crotone, unitamente alle Rsu, a seguito dell'esito negativo del tentativo preventivo di conciliazione/raffreddamento svoltosi il 12 luglio scorso, innanzi la Prefettura di Crotone, sui temi quali: mancate assunzioni per copertura carenze strutturali in organico con riflessi su salute e sicurezza; mancata applicazione Ccnl sul servizio di reperibilità; crescite professionali; strumento sostituzione mensa-valore ticket; proclamano lo sciopero di tutto il personale della centrale Ergosud di Scandale per le prime 4 ore del giorno 31 luglio 2018. Questa prima proclamazione fa parte di un pacchetto di ore di sciopero complessive pari a 16 ore che si distribuiranno tra luglio e il mese di settembre prossimo nel rispetto previsto dalle norme sul diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali con le seguenti modalità: lavoratori giornalieri, astensione dalla prestazione per le prime 4 ore della giornata lavorativa del 31 luglio 2018; lavoratori turnisti che effettuano la prestazione In turno continuo e avvicendato, astensione dalla prestazione lavorativa per le prime 4 ore di ogni turno che si colloca, anche parzialmente nella giornata del 31 luglio 2018 (partendo dal turno notturno che inizia nella serata precedente il giorno 31 luglio 2018); lavoratori reperibili, pur avendo il diritto di sospendere la normale prestazione e quindi aderire allo sciopero, hanno l'obbligo di assicurare ed intervenire In regime di reperibilità al fine di garantire le prestazioni legate alla sicurezza e alla incolumità di persone, del patrimonio e della comunità. Inoltre, viene proclamano contestualmente Io sciopero delle prestazioni di lavoro straordinario programmato a partire del giorno 18 luglio 2018 e per i successivi 30 giorni. Durante lo sciopero saranno garantite le prestazioni di cui all'accordo sulla regolamentazione del diritto di sciopero nel settore elettrico». Francesco Gatto della Filctem Cgil commenta che la sigla «non si piegherà mai alla logica per la quale i lavoratori e la loro condizione lavorativa debbono soccombere difronte alla ricerca spinta del profitto e della competitività a tutti i costi. Contrasteremo con ogni strumento e con determinazione l’affermazione di questo principio, pertanto lo sciopero dei lavoratori della centrale previsto per il 31 luglio prossimo, oltre ad essere un freno a questa logica, è un investimento per migliorare le condizioni di vita e di lavoro delle persone nella continua ricerca di migliorare gli standard di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro».

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".