Venerdì, 25 Settembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

Saldo occupazionale: a Crotone -2,5%, a Cosenza +11,7%. Le rilevazioni di ImpresaLavoro 2014-2015

Posted On Mercoledì, 06 Aprile 2016 11:20 Scritto da

centro impiegoPerde 2,5 punti percentuali il saldo occupazionale della provincia di Crotone nel periodo 2014-2015 secondo le rilevazioni di ImpresaLavoro. Il capoluogo ionico si colloca tra le 72 province italiane ancora sotto i livelli pre-crisi, facendo segnalare una delle performance maggiori per capacità occupazionale. Tutto questo mentre a cosenza si registra un balzo del +11,7%. La performance peggiore al Sud e' invece quella di Catanzaro (-8.683), ma cala sensibilmente anche Reggio Calabria (-4.956).

 

In cima alla graduatoria delle province con il migliore saldo positivo si segnalano Milano (+28.167) e Torino (+16.846), che sono due tra le cinque province del Nord nelle prime 15 posizioni, insieme a Bergamo (+9.828), Vicenza (+9.230) e Genova (+9.039), rispettivamente al sesto, nono posto e decimo posto. Ben rappresentato anche il Mezzogiorno d'Italia, con Cosenza (+11.783) e Trapani (+10.533) in terza e quarta posizione, davanti a Bari (+9.753), Palermo (+9.542), Salerno (+8.590) e Sassari (+8.231), rispettivamente al settimo, ottavo, dodicesimo e tredicesimo posto.

 

La provincia del Centro con l'aumento dell'occupazione piu' marcato dal 2014 al 2015 e' Lucca (+9.882) in quinta posizione, davanti a Frosinone (+8.639), Pistoia (8.226) e Perugia (+7.950), rispettivamente all'undicesimo, quattordicesimo e quindicesimo posto della classifica.

 

Fuori dalle prime quindici posizioni, ma comunque con un saldo occupazionale positivo, tra le province maggiori segnaliamo Venezia (+7.909), Cagliari (7.446), Napoli (7.349), Lecce (+6.698), Roma (+4.538) e Catania (+3.602). In fondo alla graduatoria, invece, spiccano due province del Nord-Est con saldo fortemente negativo - Verona (-15.221) e Padova (-11.589) - appena davanti a Monza e della Brianza (-11.289). Male, al Nord, anche Varese (-6.057), Brescia (-4.260), Udine (-3.714), Mantova (-2.030), Treviso (-1.909) e Rovigo (-1.705).

 

La performance peggiore al Sud e' quella di Catanzaro (-8.683), ma arretrano sensibilmente rispetto al 2014 anche Reggio Calabria (-4.956), Agrigento (-3.541), Caserta (-3.447), Barletta-Andria-Trani (-3.289), Vibo Valentia (-3.006), Crotone (-2.512) e Avellino (-2.466). Al Centro, infine, la graduatoria e' chiusa da Firenze (-9.325), che fa peggio di Pescara (-6.091), Latina (-4.878), Pesaro e Urbino (-4.332), Parma (-3.534) e Bologna (-1.438).