fbpx
Giovedì, 23 Settembre 2021

PRIMO PIANO NEWS

Sanita' crotonese in affanno: si dimette il responsabile area Covid, Nicola Serrao

Posted On Martedì, 17 Novembre 2020 22:53 Scritto da Redazione

Sanità crotonese nel ciclone. Il dottor Nicola Serrao ha presentato quest’oggi le dimissioni da responsabile del reparto Covid-19 dell’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone.

Se tutto questo non è ancora qualificabile come tilt nella gestione dell’emergenza sanitaria (grazie anche e soprattutto alla professionalità e all’impegno quotidiano di medici e paramedici del presidio crotonese), di certo, è l’ennesimo cortocircuito che si registra all’interno dell’Azienda sanitaria provinciale in questa delicatissima fase. A inizio settimana è stato il dg facente funzioni, Francesco Masciari, a chiedere aiuto in merito all’emergenza ricoveri attraversata dal nosocomio crotonese. Oggi arrivano le dimissioni del responsabile di reparto con una motivazione ben precisa: carenza di personale.

Il dottor Serrao, per indole, ma anche e soprattutto per deontologia ed etica professionale, avrebbe evitato che il contenuto della sua missiva fosse divulgato pubblicamente, visto che si tratta di dinamiche interne all'azienda. Ma la sanità è cosa di tutti. Noi della ProvinciaKR siamo venuti comunque in possesso della missiva, seguendo altre vie che non riguardano il diretto interessato, e abbiamo deciso di pubblicarla.

«Il sottoscritto – scrive nella missiva indirizzata alla direzione strategica il dottor Serrao –, responsabile Uosd Malattie infettive comunica le proprie dimissioni da responsabile Area Covid a decorrenza immediata. Tale decisione – dpiega il primario – scaturisce non dall'incapacità professionale e organizzativa dello scrivente, ma dalla carenza di personale, situazione che non tutela a mio avviso il personale stesso che presta servizio presso la suddetta Area ma soprattutto i pazienti. Si ritiene azzardata l'apertura di un'altra sezione Covid logisticamente staccata da quella attuale, non idonea dal punto di vista strutturale per mancanza di ricircolo dell'aria e non solo, ma soprattutto perché richiede un supplemento di personale infermieristico, Oss e Medico. Considerato che la patologia Covid è una patologia complessa, multidisciplinare, non è possibile, secondo chi vi scrive, che venga gestita da personale non opportunamente formato. Nel formulare le dimissioni, si coglie l'occasione per encomiare tutto il personale infermieristico gli Oss e i colleghi che con grande professionalità, dedizione hanno supportato il sottoscritto nella gestione dei pazienti Covid».

Applauso della citta' di Crotone a medici e operatori sanitari del reparto Covid-19 dell'ospedale San Giovanni di Dio

Una manifestazione spontanea di ringraziamento per i medici e tutti gli operatori sanitari del reparto Covid-19 dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Crotone. Si è tenuta questo pomeriggio a partire dalle 18.30 nel parcheggio del nosocomio adiacente Parco Pignera. Tanti i partecipanti, oltre ai protagonisti di questa cocente battaglia, presenti all'iniziativa che hanno mantenuto per quanto possibile le distanze di sicurezza e hanno utilizzato le mascherine protettive. Un grazie sincero è stato rivolto a chi in prima fila ha combattuto e continua combattere questa battaglia. Così come è stato per il primario di Malattie infettive, Nicola Serrao, omaggiato oltre che con una targa a ricordo da parte degli arganizzatori, anche dagli attestati di stima e gli applausi di tutta l'azienda Sanitaria. Presente infatti anche commissario straordinario dell'Asp di Crotone, Gilberto Gentili, il direttore sanitario, Massimo D'Angelo, il presidente dell'ordine dei medici Enrico Ciliberto. A nome di tutta l'azienda è stato insignito con una targa il cappellano dell'ospedale don Claudio Pirllo. Ma prima ancora sonos stati passati in rassegna e omaggiati con un mazzolino di girasoli tutti i "protagonisti" involantari, ma pronti a mettersi al servizio della gente operanti nei reparti più coinvolti dall'emergenza. Grazie da parte della città di Crotone.

Posted by La Provinciakr on Sunday, May 24, 2020

Nicola Serrao fu uno degli "angeli", forse quello più acclamato, che pubblicamente vennero insigniti durante una manifestazione pubblica svoltasi nel paercheggio antistante l'entrata del nososcomio lo scorso 24 maggio. Eravamo al termine delle prima ondata di contagio subìta dal territorio e che restitutì Crotone come primo territorio Covid-free in Italia. Da allora molte cose sono cambiate e, con ogni evidenza, in negativo se hanno portato il primario a questa rinuncia.

Non è il primo caso di un responsabile dell'area covid che abbandona l'incarico all'interno dell'ospedale San Giovanni di Dio di Crotone. Lo scorso 11 maggio era stato il dottor Gaetano Mauro a lasciare la guida dello stesso reparto. Il dirigente medico, infatti, chiese ai vertici ospedalieri e aziendali di non essere maggiormente impiegato all’interno dell’azienda sanitaria dopo che, l’emergenza in ospedale a Crotone, si era ridotta a gestire 5 soli pazienti e quindi verso la normalizzazione. Dal suo, il dottore Mauro motivò la scelta adducendo l'onore di dover svolgere le mansioni di primario del reparto di Medicina e quindi dell’Afo medica. Il dottor Mauro rappresentò tutto questo all’azienda e, di comune accordo, venne accolta la sua richiesta. Quindi subentrò il dottore Serrao al suo posto alla guida del reparto covid di Crotone.