Giovedì, 06 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

polizia portiera lateraleDai domiciliari alla detenzione in carcere. Nella mattinata odierna personale dell’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico (Upgsp) della Questura di Crotone, ha eseguito l’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia in carcere, emessa dal Tribunale di Crotone a carico di G. Nicoletti., di 48 anni, residente in provincia di Cosenza. L’uomo era già stato tratto in arresto, alcuni mesi addietro, per un furto commesso all’interno del Tribunale di Crotone. Il personale dell’Upgsp ha effettuato attività di Polizia giudiziaria che ha consentito di accertare come il soggetto, in due distinte circostanze, si è reso responsabile di evasione dall’abitazione, in cui scontava gli arresti domiciliari per raggiungere Crotone. Proprio in ragione di tale circostanza, sulla scorta di approfondimenti investigativi a cura dell’ufficio della Polizia di Stato, l’arrestato risulta attualmente indagato per una serie di furti commessi nei giorni scorsi presso l’Ospedale del capoluogo pitagorico. Questo conferma la costante opera di prevenzione quotidianamente posta in essere dalla Polizia di Stato anche presso il locale nosocomio.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

lavoro formazione associazioniAl grido di «adesso basta» si è tenuta questa mattina presso l’Italiana Hotel di Cosenza la conferenza stampa congiunta di Alf Calabria (Associazione delle agenzie per il lavoro e la formazione) e Forqual (associazione degli Enti d formazione). I 2 enti hanno organizzato la conferenza stampa allo scopo di denunciare e rendere pubblici tutti i ritardi e le mancate promesse di una Regione che definiscono «ormai latitante da diversi anni nel settore della formazione e politiche attive del lavoro». «Le difficoltà – spiegano – riguardano, non solo gli organismi associati che operano in regime di convenzione con la Regione e che sono il braccio operativo della stessa sul territorio, ma soprattutto gli utenti finali (giovani disoccupati e le aziende del territorio)». Durante la conferenza si sono susseguite le testimonianze di ogni categoria coinvolta: dipendenti servizi per il lavoro ed enti di formazione; giovani disoccupati bando Garanzia giovani; disoccupati bando Dote lavoro; aziende e soggetti ospitanti; e soggetti svantaggiati.
Alf e Forqual hanno così inteso portare a conoscenza della cittadinanza calabrese una problematica che coinvolge oltre 10.000 utenti (Giovani Under 30 – disoccupati over 30 – Ragazzi in obbligo formativo – Aziende - Famiglie). «Una Regione – sottolineano – da sempre agli ultimi posti in tutte le classifiche relative ad indici statistici economici, in particolare quelli su disoccupazione e disoccupazione giovanile, non può e non deve permettersi il lusso di disperdere fondi della programmazione comunitaria e nazionale, facendo fallire le principali politiche attive del lavoro programmate a livello comunitario, solo per l’inefficienza e l’incapacità di gestire programmi complessi».

lavoro formazione associazioni2In sintesi alcune delle problematiche riscontrate:
Avviso pubblico dote lavoro e inclusione attiva - decreto 12951 del 22.11.2017
A fronte della vigenza del portale dedicato alla presentazione delle domande, dal 16.04.2018 al 30.09.2018, sono state approvate solo le domande presentate fino al 28.4.2018;
Sono ancora in attesa di corresponsione – a distanza di oltre 1 anno dall’apertura della procedura di presentazione delle domande di dote e di 9 mesi dalla pubblicazione del primo elenco delle domande ammesse a finanziamento – le indennità di tirocinio ai destinatari, di cui alcune centinaia hanno già terminato i 6 mesi di tirocinio;
Sono ancora in attesa di rilascio molte decine di autorizzazioni per lo svolgimento dei “Corsi Liberi”, da finanziare con il Voucher concesso ai destinatari della Dote Lavoro;
Molte decine di richieste di liquidazione del contributo ai soggetti promotori, per l’attività svolta ormai da mesi, sono in attesa di essere corrisposte.
Avviso pubblico garanzia giovani tirocini – decreto 12833 del 21.11.2017
Sono ancora in attesa di corresponsione – a distanza di oltre 1 anno dalla pubblicazione dell’avviso – le indennità di tirocinio alle centinaia di destinatari che hanno già terminato i 6 mesi di tirocinio. Il primo ed unico decreto di autorizzazione all’erogazione è del 18.04.2019, n° 4984, e riguarda soltanto 149 destinatari ai quali è stata corrisposta, nella migliore delle ipotesi, una indennità pari a 3 mesi di attività;
Avviso pubblico “misure di politica attiva per lo sviluppo delle competenze digitali”
Nel corso della conferenza stampa del 18.06.2018 è stata annunciata la pubblicazione di un bando con un finanziamento complessivo di 8 milioni di euro.
Non ci sono notizie certe sull’iter dell’avviso
Avviso pubblico apprendistato
La preinformazione del bando è del 13.08.2018, poi più nulla.
Giova ricordare che da troppo tempo le aziende attendono questo bando.
Iefp – istruzione e formazione professionale
Avviso pubblico iefp - decreto 6598 del 21.06.2017
A distanza di 2 anni dalla pubblicazione dell’avviso e di 1 anno dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria dei vincitori, non è stata ancora pubblicata la graduatoria definitiva.
Avviso pubblico iefp 2018
Non e’ stato pubblicato nessun avviso di Iefp per l’anno in questione, determinando con questo che la dispersione scolastica è aumentata.
Avviso pubblico iefp 2019
Non e’ dato sapere se e quando sara’ pubblicato l’avviso per il 2019, ne parliamo oggi coscienti di essere gia’ in ritardo per l’eventuale pubblicazione, al fine dell’inizio delle lezioni a settembre 2019.

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

oliverio presidente5COSENZA - Il gip distrettuale di Catanzaro ha emesso un provvedimento di obbligo di dimora nel comune di residenza per il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, del Pd. L'accusa contestata dalla Dda di Catanzaro al presidente Oliverio è l'abuso di ufficio. Il provvedimento è stato emesso nell'ambito dell'operazione condotta dalla Guardia di finanza di Cosenza in materia di appalti pubblici. Agli indagati dell'inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, diretta da Nicola Gratteri, vengono contestati, a vario titolo, i reati di falso, corruzione e frode in pubbliche forniture. L'inchiesta riguarda, secondo quanto si è appreso, due appalti, uno sul Tirreno Cosentino, ed uno riguardante un impianto sciistico in Sila (Lorica). Nei confronti di alcuni indagati viene ipotizzata anche l'aggravante dell'art. 7 per avere agevolato la cosca di 'ndrangheta Muto di Cetraro. Complessivamente le misure emesse dal gip distrettuale su richiesta della Procura distrettuale antimafia catanzarese al termine delle indagini condotte dal Nucleo di Polizia economico-finanziaria diretto dal colonnello Michele Merulli, sono 16, due delle quali riguardano l'ex sindaco di Pedace Marco Oliverio (obbligo di dimora) e l'imprenditore Giorgio Barbieri, già arrestato nel febbraio dello scorso anno nell'ambito di un'altra inchiesta perché accusato di essere intraneo alla cosca Muto.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

caputo mauroIl derby di lunedi' 26 novembre tra Crotone e Cosenza sara' anche l'occasione per i consigli comunali di Crotone e Cosenza di "gemellarsi" in nome dei valori dello Sport. Una delegazione dei consiglieri comunali di Cosenza guidata dal presidente Pierluigi Caputo - annuncia una nota del Comune - incontrera' alle ore 18 del 26 novembre nella Sala Consiliare del Comune di Crotone i colleghi consiglieri crotonesi ed il presidente del consiglio comunale Serafino Mauro. Un modo di condividere, pur nella differenza della passione sportiva, i principi fondamentali dello sport. Due importanti citta' della Calabria, Crotone e Cosenza, si incontrano a livello istituzionale nel segno di due squadre dalla consolidata tradizione che hanno con gli stessi colori rossoblu' e che nobilitano il calcio calabrese a livello nazionale. E' atteso, nel corso dell'iniziativa che si terra' nella Casa Comunale di Crotone, anche il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. "Ci ritroveremo - dichiara il presidente del Consiglio Comunale di Crotone Serafino Mauro - per vivere insieme con allegria e leggerezza questo evento calcistico. La nostra mission e' quella di far vivere alle persone il vero spirito dello sport, un puro e sano divertimento, condividendo valori etico - morali che solo una sana pratica sportiva puo' trasmettere. L'aspetto agonistico e' sicuramente importante. A nessuno piace perdere, ed e' giusto cosi'. Tuttavia deve sempre prevalere lo stare insieme nella condivisione dei valori ed all'insegna del sano divertimento".

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

stadio incontro soprintendenza pugliese vrenna frisenda delucaAvviata una nuova interlocuzione con la Soprintendenza archeologica della Calabria per ottenere una nuova proroga sulla concessione all’utilizzo dello stadio Ezio Scida all’Fc Crotone per il prossimo campionato. Questa mattina, il sindaco Ugo Pugliese e il presidente della società Gianni Vrenna, in compagnia degli assessori Giuseppe Frisenda e Rori De Luca, hanno incontrato i vertici della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio negli uffici di Cosenza. La riunione fa seguito a quanto dichiarato da Vrenna nella conferenza stampa di ieri per la presentazione del nuovo allenatore Giovanni Stroppa. Il patron aveva infatti annunciato che c’era una soluzione per riportare a 9mila posti lo stadio Ezio Scida e così smantellare le strutture amovibili di curva sud e tribuna entro il 19 luglio prossimo, come richiesto dal Mibact. Questa mattina, però, è stata avviata la discussione per concertare un’ulteriore proroga all’utilizzo della struttura. Lo scoglio da superare è adesso quello del Mibact. E non è detto che lo Scida non rimanga così com’è. Per il momento, la via da seguire sarà quella di far convocare un tavolo in Prefettura su richiesta del sindaco, in modo da avere un’interlocuzione diretta col ministero e così superare di concerto gli ostacoli che si frappongono alla concessione della proroga per l’utilizzo dello Scida. Ma come si intenderà ottenere la proroga? «Nel corso dell'incontro - informa una nota del comune di Crotone - è stata evidenziata la volontà specifica di realizzare un nuovo stadio destinato ad ospitare le gare casalinghe della squadra che si pone come modello anche per rilanciare l'intera area dove sarà ospitato ed allo stesso tempo base per ottenere la proroga della concessione attualmente in essere per l'utilizzo dello stadio Ezio Scida nelle more della realizzazione del nuovo impianto». Ha dichiarato il sindaco Pugliese al termine dell'incontro: «Stiamo facendo il massimo, in sinergia con la società Fc Crotone e con tutte le realtà istituzionali del territorio, per consentire alla città di avere uno stadio moderno ed ospitale ed allo stesso tempo per garantire il futuro immediato del prossimo campionato della nostra squadra come auspicano tutti i calorosi sportivi crotonesi e l'intera comunità cittadina. Nella Soprintendenza abbiamo trovato un interlocutore attento», ha concluso il sindaco.

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

giorgio isabella«Sabato 16 dicembre prossimo – informa una nota –, dalle ore 9 alle ore 13, si terrà a Cosenza, nel prestigioso Teatro “A. Rendano”, il primo forum regionale organizzato dal “Coordinamento Calabria del centro studi del pensiero liberale” (Cspl), sul tema “Mobilità & Sviluppo – Criticità, evoluzioni e prospettive di miglioramento nei settori dell’agroalimentare d’eccellenza, del turismo ed industria culturale calabresi”. Parteciperanno all’assise regionale, moderata da Silvio Rubens Vivone: Osvaldo Piacentini, membro del Comitato Organizzativo Nazionale e Coordinatore Regionale del Centro Studi del Pensiero Liberale; Francesco Ferri, Presidente Nazionale e Fondatore del Centro Studi del Pensiero Liberale; Vincenzo Caputo, vice Presidente, Fondatore e Tesoriere del C.s.p.l., Mario Occhiuto, Sindaco di Cosenza; Gino Mirocle Crisci, Magnifico Rettore Università della Calabria; Andrea Manna, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cosenza; Demetrio Festa, docente ordinario Università della Calabria, esperto in progettazione infrastrutture e pianificazione dei trasporti; Emanuele Proia, direttore generale ASSTRA Roma; Giorgio Chambeyront, dirigente Ministero dell’Economia e delle Finanze, Presidente Collegio Sindacale S.a.cal. Lamezia Terme Airport; Mauro D’Acri, consigliere regionale con delega alla Agricoltura, Pesca e Forestazione; Ferdinando Verardi, responsabile Sede UniPegaso di Cosenza; Maria Cerzoso, direttore Museo dei Brettii e degli Enotri; Samuele Furfaro, presidente Gruppo giovani imprenditori Confindustria Reggio Calabria e Paolo Ippolito, imprenditore vitivinicolo in Cirò. Presenzieranno anche tutti i responsabili provinciali calabresi del Centro Studi (Aristide Martino Vercillo per Cosenza, Giorgio Isabella per Crotone, Nicola Trapasso per Catanzaro, Domenico Letizia per Vibo Valentia e Salvatore Barbaro per Reggio Calabria) nonché molti esponenti delle associazioni. L’iniziativa è indetta dal Centro Studi del Pensiero Liberale Calabria al fine di favorire la crescita economica e culturale della nostra Regione. La “mission” del forum vuole fare emergere che non può esistere sviluppo se non esiste spostamento: la mobilità è sviluppo. Quest’ultimo inteso come miglioramento del turismo enogastronomico, del segmento agroalimentare d’eccellenza Calabrese, e delle sane politiche volte a creare un business connaturato ai beni culturali regionali (c.d. rinascita della “industria culturale” Calabrese); sono tutti assets fondamentali per la ripresa ed il definitivo riscatto econonico-culturale della Calabria! Principali targets che si intendono perseguire con il I Forum Calabria Cspl: Mobilità e Turismo: un binomio calabrese inscindibile. Non può esistere turismo se non esiste spostamento: un viaggiatore è, per definizione, una persona che si muove, si sposta; pertanto la mobilità è una condizione imprescindibile affinché il turismo non solo prosperi ma esista. L’esistenza della mobilità è quindi indispensabile alla sopravvivenza stessa del turismo perché essere turisti significa muoversi verso una nuova destinazione, lasciare il posto in cui si risiede per partire e raggiungere una nuova meta. Ma ciò non significa che la mobilità non abbia i suoi lati negativi, le sue ombre. Appurato che la mobilità turistica fa parte dell’anima stessa del turismo, resta da capire in che modo mirare a una mobilità più “pura”: perché la mobilità turistica sia sostenibile sono infatti diversi i fattori da tenere in considerazione e occorre lavorare su diversi elementi per fare in modo che nella mobilità non prevalgano gli aspetti negativi. Promozione, valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli Calabresi di alta qualità, anche attraverso marchi e sistemi di certificazione (Agricoltura sostenibile, Produzione e consumi sostenibili, Tracciabilità e rintracciabilità, Etichettatura con informazioni chiare, corrette, complete ed esaurienti, Eco-certificazione, Certificazione DOP, IGP, STG, BIO, ecc., Agricoltura biodinamica e/o biologica). Promozione dei prodotti agricoli Calabresi “a km zero”, con la creazione di “spazi rurali” dedicati all'interno delle città, delle aree urbane, per consentire ai produttori di poter incontrare i consumatori e vendere i loro prodotti. Questo è utile per costruire e fare crescere la cultura del cibo buono e sano. Il turismo può dare un forte impulso all’occupazione nel campo dei trasporti. Quando una località viene valorizzata dal punto di vista turistico tutta la sua economia può trarne beneficio perché sono svariati i settori che in maniera più o meno diretta possono essere collegati all’ambito turistico. Se un luogo ha successo in campo turistico ecco che, per esempio, gli introiti del settore dei trasporti vivono un momento di impennata. Esaltare le potenzialità turistiche di un posto vuol dire quindi stimolare la mobilità verso questo luogo e all’interno delle varie zone di questo territorio. E questo ha delle ricadute economiche positive perché più un settore, in questo caso quello dei trasporti, è attivo, più necessità di forza lavoro e più forza lavoro è necessaria più si assumono nuove leve».

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'
Pagina 4 di 7