fbpx
Venerdì, 21 Giugno 2024

PRIMO PIANO NEWS

CROTONE Il Tricolore è l'unica bandiera che ha rappresentato e rappresenta il nostro Paese. In difesa del Tricolore gli operai del Nord e i contadini del Sud sono andati a combattere, nelle trincee scavate al fronte, in seguito allo scoppio della Prima guerra mondiale.

 

Pubblicato in Calabria

A che servono tante strutture sportive se i giovani vanno via da Crotone? La risposta a questa domanda dovrebbe darsela l'Amministrazione comunale di Crotone, che ha puntato molto sulla realizzazione di impianti sportivi nella città.

 

Pubblicato in In primo piano

Presentarsi con il cappello in mano al cospetto dell'Eni potrebbe produrre danni gravi alla città. La battaglia messa in campo per evitare che i veleni restino a Crotone e che la discarica di Columbra possa ottenere un aumento della capienza nella sezione rifiuti tossici e pericolosi non consente a nessuno di abbassare la guardia.

 

Pubblicato in In primo piano

«Mi auguro che non ci siano altri interessi, oltre a quelli di Eni». Sicuramente l'allarme-denuncia di Mario Oliverio, ex presidente della giunta regionale calabrese, non sarà sfuggito al procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, Giuseppe Capoccia, che da anni segue con grande attenzione la vicenda della bonifica di Crotone.

 

Pubblicato in In primo piano

L'obiettivo dell'Eni è quello di ottenere la modifica del Provvedimento autorizzatorio unico regionale (Paur) per smaltire a Crotone i rifiuti derivanti dalla bonifica dell'area industriale. Senza la modifica del Paur i rifiuti dovranno essere smaltiti fuori dal territorio calabrese, come è stato sancito nella conferenza dei servizi decisoria del 24 ottobre del 2019 e sino ad ora ribadita in altre conferenze dei servizi istruttorie chieste da Eni Rewind con la speranza di potere lasciare a Crotone i rifiuti.

 

Pubblicato in In primo piano

«Attacca l'asino dove vuole il padrone». È un vecchio detto che sembra proprio calzare con l'idea di bonifica che il colosso energetico (Eni) avrebbe per Crotone. Non c'è dubbio che la nomina a commissario del generale Emilio Arrigo, da parte dell'attuale governo, abbia rimesso in moto il dibattito sulla necessità di riprendere il bandolo della matassa.

 

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 23