fbpx
Giovedì, 18 Luglio 2024

PRIMO PIANO NEWS

CROTONE La Regione Calabria ha revocato un finanziamento al Comune di Crotone di 174.620 euro relativo al progetto “Crotone la natura è in festa! Arriva la raccolta differenziata – Potenziamento dei centri di raccolta comunali” accordato nel 2018. È quanto stabilito dal decreto numero 6444 del 13 maggio scorso a firma del dirigente del dipartimento Territorio e tutela dell'ambiente (Rifiuti, tutela ambientale ed economia circolare), Ida Cozza.

 

Pubblicato in Calabria

È stato pubblicato il “Report rifiuti edizione 2023” dell'Arpacal. Disponibile con dati in formato open e mappe interattive, il Report raccoglie i dati sulla produzione di rifiuti urbani e raccolta differenziata nei Comuni della Calabria, offrendo la possibilità di conoscere, inoltre, i dati riferiti alle diverse categorie merceologiche.

 

Pubblicato in Calabria

È proprio un bel regalo di Natale sotto l'albero quello che la Regione Calabria ha consegnato ad Akrea per il tramite del Comune di Crotone lo scorso 29 novembre.

 

Pubblicato in In primo piano

«Ieri pomeriggio l'ufficiale di Governo di Papanice, Antonio Megna – riferisce una nota del Comune di Crotone – ha incontrato il presidente di Akrea Alberto Padula e i tecnici della società partecipata, per discutere della problematica rifiuti a Papanice». La problematica era stata sollevata nella giornata di ieri da un altro consigliere comunale di Papanice, Enrico Pedace, che aveva scritto ad Akrea e Amministrazione comunale per segnalare il disservizio.

 

Pubblicato in Politica

Una richiesta di «avvio della raccolta differenziata dei rifiuti nel quartiere di Papanice» è stata inoltrata da Enrico Pedace, consigliere comunale di “Consenso”, all'indirizzo del presidente di Akrea, al sindaco e all'assessore all'Ambiente al Comune di Crotone.
Viste «le continue richieste della collettività del quartiere – scrive Pedace –, al fine di portare alla sua attenzione la situazione della raccolta dei rifiuti in Papanice, cioè quella di una raccolta rifiuti problematica per tanti versi, dove la situazione ingombranti è sempre più pressante e ormai presente in ogni latitudine del quartiere e dove la cosiddetta differenziata non esiste in alcun modo».
«Consta, inoltre, far rilevare – prosegue Pedace – come il quartiere sia dotato di bidoni fatiscenti e logori, dai quali fuoriescono liquidi nauseabondi, creando una condizione di salubrità dell’aria e del decoro urbano poco consoni visto che gli stessi sono ubicati per le vie del quartiere, ivi compresi quelli che si trovano all’entrata dello stesso e in viale Calabria (zona Cimitero)».
«Per tanto si chiede – entra nel merito Pedace –, in considerazione dei tanti reclami ricevuti, di voler intervenire celermente al fine di dotare anche il quartiere di Papanice di idonei bidoni per la raccolta rifiuti, prendendo in seria considerazione di far partire anche presso Papanice la cosiddetta raccolta differenziata».
«Il quartiere ben si presta a questa iniziativa – riferisce Pedace –, viste le continue richieste, che come fatto in città potrebbe partire con il cosiddetto porta a porta fino a proseguire alla raccolta differenziata in senso più uniforme del termine», conclude Pedace.

Pubblicato in Politica

Un «atto di invito e diffida, con intimazione in mora e richiesta di danni da ritardo» è stata inoltrata lo scorso 3 luglio dalla studio legale “Alfa Legal” di Bari per conto di Omnitec nei confronti di Regione Calabria, Comune di Crotone e Akrea Spa. Si tratta del secondo e più “piccato” sollecito inviato dalla società barese per la fornitura di 23 automezzi utilizzati per «il miglioramento del servizio di raccolta differenziata».

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 15