Lunedì, 18 Gennaio 2021

PRIMO PIANO NEWS

Si è tenuta ieri sera nella sala consiliare del Comune di Crotone l'assemblea dei sindaci dell'Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Crotone. La riunione che è cominciata alle 16.30 si è protratta fino alle 22 a testimonianza che l'impegno dei sindaci è finalizzato ad affrontare con determinazione quello che il sindaco Voce, presidente dell'Ato, definisce il problema dei problemi: la gestione del ciclo dei rifiuti.

Pubblicato in In primo piano

Rifiuti del Crotonese, per sei giorni, conferiti nella discarica di San Giovanni in Fiore gestita dal Consorzio “Valle Crati”. È quanto sottoscritto dal presidente dell’Ato di Crotone, Vincenzo Voce, e approvato nella riunione svoltasi nel pomeriggio di ieri nella sala consiliare del Comune pitagorico.

Pubblicato in In primo piano

Le Rsu di Akrea, nell’esprimere i più sinceri auguri di serene festività alla nuova amministrazione comunale, rivolgono al sindaco Vincenzo Voce «un accorato appello affinché, in veste di nuovo presidente dell’Ato 3 di Crotone, voglia imprimere un concreto e risolutivo impulso all’organismo incaricato di governare la filiera dei rifiuti nella nostra provincia».

Pubblicato in In primo piano

«Nei giorni più difficili della storia politica di Cutro, per le note vicende che hanno portato alla nomina della commissione di accesso antimafia al fine di verificare se vi sono stati e se vi sono tutt’ora tentativi di infiltrazione mafiosa all’interno della pubblica amministrazione, si rincorrono voci in merito alla possibile individuazione del sito per una nuova discarica di servizio per la provincia di Crotone».

Pubblicato in Politica

«A inizio anno, in più province calabresi, si paventava un disastro imminente legato alle difficoltà di gestione del ciclo dei rifiuti». È quanto scrive in una nota il comitato “Crotone Pulita”.

Pubblicato in In primo piano

ponticelli rifiuti operaio akrea«Crotone ha già dato, non può essere solo questa città a risolvere i problemi della gestione dei rifiuti della Calabria». Lo ha ribadito il sindaco Ugo Pugliese nel corso della riunione dei presidenti Ato che si è tenuta presso l'assessorato all'Ambiente della Regione Calabria. «E lo ha ribadito – fa sapere un comunicato – con un gesto forte, lasciando il tavolo dopo pochi minuti dall'inizio della riunione, davanti alla prospettiva avanzata dagli altri presidenti Ato relativa al sopralzo della discarica privata di Columbra. "Non ci sono le condizioni per proseguire" ha detto il sindaco abbandonando la riunione con la delegazione di cui faceva parte il dirigente del settore Ambiente Giuseppe Germinara. Il sindaco non ha inteso proseguire una discussione che vedeva Crotone individuata come unica alternativa per accogliere i rifiuti di tutta la Calabria in attesa delle verifiche tecniche per l'indizione di gare pubbliche per portare all'esterno i rifiuti o per l'individuazione di altri siti. Dodici o ventiquattro mesi. Tempi troppo dilatati che non garantiscono la comunità crotonese che ha già abbondantemente dato».

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 2