fbpx
Giovedì, 25 Luglio 2024

PRIMO PIANO NEWS

CROTONE Diffida, replica e controdiffida. Lo scontro tra Eni rewind e la federazione provinciale Partito democratico, Italia viva e Arci va avanti dopo la diffida legale inviata, nella scorsa settimana, all'indirizzo della multinazionale al fine di procedere con la rimozione dei veleni dal sito industriale dismesso di Crotone e il contestuale trasferimento dei rifiuti pericolosi fuori regione

 

Pubblicato in Politica

CROTONE «Questa mattina, insieme a Mario Galea, segretario cittadino di Italia Viva, e a Filippo Sestito, presidente dell’Arci di Crotone, abbiamo intrapreso una diffida legale, depositata dall’avvocato Francesco Pitaro del foro di Catanzaro, nei confronti del ministero dell’Ambiente decisiva per affrontare la grave questione dello smaltimento fuori regione dei rifiuti derivanti dalla bonifica dell’area industriale di Crotone».

 

Pubblicato in In primo piano

Un passo avanti e due indietro. È l'anomalo percorso che sta seguendo la crisi aziendale di Akrea, la società partecipata dal Comune di Crotone che si occupa del servizio di rifiuti in città.

 

Pubblicato in In primo piano

Un «atto di invito e diffida, con intimazione in mora e richiesta di danni da ritardo» è stata inoltrata lo scorso 3 luglio dalla studio legale “Alfa Legal” di Bari per conto di Omnitec nei confronti di Regione Calabria, Comune di Crotone e Akrea Spa. Si tratta del secondo e più “piccato” sollecito inviato dalla società barese per la fornitura di 23 automezzi utilizzati per «il miglioramento del servizio di raccolta differenziata».

Pubblicato in In primo piano

Sorical ha diffidato il Comune di Crotone al pagamento di 14.151.643,07 di euro rispondenti al calcolo complessivo degli importi non versati alla società da Congesi (riferiti alla quota del 58,6% posseduta dall'Ente) dal 2016 al 2022.

Pubblicato in In primo piano

«Il Governo deve riconoscere alla città di Crotone quello che gli spetta. E parliamo di decine di milioni di euro». È quanto afferma il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, in una nota annunciando una diffida che è partita da piazza della Resistenza con destinazione Presidenza del Consiglio dei ministri e ministero dell'Economia. L'amministrazione ha infatti diffidato formalmente il Governo a voler provvedere al trasferimento al Comune di Crotone delle risorse finanziarie spettanti, ai sensi della Legge 5 maggio 2009 numero 42.

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 3