fbpx
Lunedì, 22 Luglio 2024

PRIMO PIANO NEWS

Infermieri da assumere a tempo determinato per rafforzare l'offerta sanitaria territoriale a fronte della riapertura delle scuole e per fronteggiare l'emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del Covid-19. È quanto ha disposto Jole Santelli, presidente della Regione Calabria.

Pubblicato in In primo piano

CATANZARO - Si è tenuta oggi nella sede della Cittadella Regionale di Catanzaro la prima giornata di incontri dell'evento organizzato dalla Regione "Il futuro è Calabria - 2021/2027 scenari e modelli" dedicato alla programmazione dei Fondi in dotazione all'ente, nel quale, la presidente della Giunta Jole Santelli, ha deciso di coinvolgere maggioranza e opposizioni. "Oggi - ha spiegato Jole Santelli - incontro amministratori locali e tutti i partiti politici, domani sarà un momento di approfondimento tecnico indispensabile, propedeutico alla nuova programmazione. Non si tratta di confronti formali, ma di utili a cercare di recuperare idee, sinergie e di scrivere a più mani possibili il futuro di questa regione".
    Si tratta di una dotazione finanziaria che per la Calabria ammonta a circa due miliardi e mezzo di euro di fondi comunitari e a una identica dotazione finanziaria di fondi nazionali.
    "Quanto alla spesa di questi fondi - ha dichiarato la presidente - non è sempre facile utilizzarli e al riguardo bisogna snellire le procedure, cercando di ottenerle snellite già dalla Commissione Europea. Abbiamo chiesto al ministro per il Sud Giuseppe Provenzano che l'Italia non gravi ulteriormente quelle procedure già complesse con ulteriori misure e addirittura siamo arrivati al punto che la Regione Calabria, a sua volta, ha gravato ulteriormente le procedure. Noi dobbiamo andare verso la sburocratizzazione".
    Una Giunta, quella di Jole Santelli, che punta "sul green, che - ha sottolineato la governatrice - è molto importante nel progetto europeo. Puntiamo sull'attrazione degli investimenti legata anche ad una reputazione che cambia della Calabria. Un nuovo modello di impresa e poi lo sviluppo delle aree rurali, perché uno dei problemi seri che abbiamo è quello dello spopolamento. Il tema fondamentale è la reputazione della regione fuori e la fiducia della regione dentro".

Pubblicato in In primo piano

«In seguito all'incontro con Rfi del primo luglio scorso – riferisce una nota – e dando seguito alle dichiarazioni rilasciate a margine dello stesso, la deputata pentastellata Elisabetta Barbuto ha incontrato nella serata di ieri 6 luglio, la presidente della Regione, Jole Santelli, alla quale ha segnalato l'opportunità di chiedere a Rfi, entro il prossimo 15 luglio, di inserire nel documento che scaturirà dal tavolo d'ascolto degli stakeholders istituito da Rfi annualmente, la proposta di effettuare uno studio di fattibilità di un percorso alternativo sulla linea jonica all'altezza della galleria di Cutro la quale presenta forti criticità e potrebbe costituire una seria battuta d'arresto alle operazioni di elettrificazione allorché le stesse giungeranno nel crotonese».

 «È stato, inoltre, evidenziato – prosegue la parlamentare Berbuto – come sarebbe opportuno valutare, altresì e comunque, in aggiunta alla tematica della galleria, la fattibilità di una bretella di collegamento con l'aeroporto pitagorico il che consentirebbe di porre le basi per iniziare ad avviare un auspicato sistema di intermodalità nel crotonese. Era presente all'incontro anche l'altro rappresentante parlamentare crotonese presso la Camera dei deputati, Sergio Torromino di Forza Italia, il quale ha concordato sulla richiesta avanzata dalla collega Barbuto ed insieme alla quale si è soffermato ancora, con la presidente Santelli, sulla drammatica situazione infrastrutturale nell'area crotonese».

«Diversi gli argomenti toccati – riferisce la deputata cinquestelle – nel corso del colloquio con la presidente Santelli che si è dimostrata particolarmente attenta e ha dichiarato la sua massima disponibilità a interagire tanto in merito alla ferrovia che alla strada statale 106, ma anche al porto e all'aeroporto. E' stato, inoltre, chiesto alla presidente di interessarsi delle riduzioni e dei tagli del treni regionali sulla linea jonica che creano non pochi problemi ai cittadini ed in questo senso, ha dichiarato la Barbuto, sarà cura della sottoscritta e, ritengo, anche del collega Torromino, sollecitare l'assessore ai Trasporti della Regione Calabria al ripristino delle corse soppresse e all'inserimento di un adeguato collegamento per e da Sibari in concomitanza con gli orari di partenza e arrivo della Frecciargento».

«Nei prossimi giorni – rende noto Barbuto – intendo formalizzare la richiesta a tutti i colleghi calabresi della costa jonica di creare un intergruppo per lavorare insieme per il rilancio delle nostre infrastrutture, non precludendo, la possibilità di partecipazione a chiunque voglia collaborare al mio progetto, calabresi e non. Soprattutto a livello progettuale è importante intervenire chiedendo un impegno serio e concreto per il futuro e per le nostre zone. Scontiamo oggi, infatti ed in maniera pesante, la mancanza di lungimiranza e carenza progettuale degli anni passati. Ho già acquisito la disponibilità dell'Onorevole Torromino con il quale, sia pure su opposti fronti politici e fisiologiche differenze, riteniamo giusto combattere per un riscatto della nostra città e delle nostre zone», conclude Barbuto.

Pubblicato in Politica

Il consorzio “Momenti di gloria” ha presentato un terzo esposto, dopo quelli relativi alla piscina olimpionica e alla presenza di amianto a Crotone, per denunciare lo stallo nella consegna del nuovo Teatro comunale “Warner Bentivegna”.  

Pubblicato in In primo piano

«Cambiano i governi, cambiano le maggioranze politiche, cambiano giunte e presidenti, ma in Calabria una certezza rimane: la patria della spazzatura deve essere Crotone». È quanto scrivono in una nota 12 firmatari ascrivibili all'area del Terzo settore crotonese in merito all’emergenza rifiuti attraversata dalla Calabria e dal capoluogo ionico.

Pubblicato in Politica

CATANZARO - Nei prossimi giorni saranno disponibili, in Calabria, le mascherine di comunità che garantiranno la protezione dalla circolazione del Coronavirus, soprattutto in questa delicata fase di riapertura degli spostamenti e del riavvicinamento sociale. Lo rende noto la governatrice Jole Santelli.

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 9