Lunedì, 10 Agosto 2020

 

PRIMO PIANO NEWS

valentina galdieriCrotone ha ottenuto, con il "progetto Pitagora" presentato dall'assessorato alla Cultura del Comune, il marchio dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 dedicato alla scoperto, a livello locale, regionale, europeo e internazionale, del patrimonio culturale europeo. All'interno del progetto verranno sviluppate le seguenti proposte: "Fondo Pitagora", sezione speciale della Biblioteca comunale Armando Lucifero - nuove acquisizioni, buone pratiche e accessibilita'; "Progetto istruzione", destinatari di questa proposta saranno il mondo della scuola e della formazione; "Progetto museo virtuale", valorizzazione e fruizione dei "Giardini e Museo di Pitagora" attraverso un'esperienza multisensoriale immersiva dedicata a Pitagora e al suo pensiero utilizzando le Ict Information and communications technology - (Tecnologie dell'informazione e della comunicazione); "Progetto divulgazione", con le conversazioni su Pitagora tenute da esperti e docenti universitari, con incontri da tenersi al mattino, per studenti e docenti delle scuole secondarie di secondo grado, e al pomeriggio, per la cittadinanza tutta. Infine, in collaborazione con le organizzazioni sociali e il sistema imprenditoriale, attraverso il Progetto Pitagora, sara' possibile, definire e costruire il brand Pitagora quale nucleo identitario e polo di attrazione, nella Citta' di Crotone, di presenze extraregionali e soprattutto extranazionali.
"Il Progetto Pitagora - spiega una nota del Comune di Crotone - e' un percorso virtuoso atto a realizzare la migliore offerta culturale possibile sul personaggio piu' illustre legato alla storia della Citta' di Crotone, quel Pythagoras Samio, che scelse l'antica Kroton per il suo apostolato. Consapevoli che le "memorie" dell'antica Kroton, la missione di Pitagora e il lascito della sua scuola, sono parte fondante di quelle "eredita' culturali, religiose e umanistiche dell'Europa, da cui si sono sviluppati i valori universali dei diritti inviolabili e inalienabili della persona, della liberta', della democrazia, dell'uguaglianza e dello Stato di diritto" (dal preambolo del Trattato sull'Unione europea - TUE), e' stato implementato il Progetto Pitagora. Obiettivo principale - spiega la nota - e' quello di ricostruire il magistero ed il pensiero di Pitagora e del Pitagorismo, quale "retaggio culturale comune", per una conoscenza puntuale delle radici e dell'identita' della comunita' crotonese, di quella nazionale ed europea. Il "Progetto Pitagora" e' pensato come un vero e proprio contenitore del "comune patrimonio culturale", grazie al quale riattivare la memoria per un'identita' condivisa e, allo stesso tempo, rafforzare, valorizzare e promuovere quei "saperi" che sono alla base di un sistema partecipato e sociale in cui tutte le parti contribuiscono positivamente al loro stesso sviluppo".
"Sono molto soddisfatta - dichiara l'assessore alla Cultura, Valentina Galdieri - perche' avere il marchio del patrimonio europeo dei beni culturali, su un progetto dedicato a Pitagora rende meglio l'idea di quello che e' il programma di questa amministrazione. Tutti i progetti finora realizzati e quelli programmati su Pitagora hanno come naturale conclusione la realizzazione del Monumento di Pitagora".

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

progetto pitagora mibacSi perdono anche i fondi dei progetti. Le notizie che arrivano dal fronte dei finanziamenti dei progetti non sono positive per il Comune di Crotone. La scorsa settimana il Mibac ha diffuso l’elenco dei 19 Comuni che sono stati ammessi al progetto di “valorizzazione delle aree di attrazione culturali del Sud”. I progetti ammessi si sono divisi 5,6 milioni di euro. Nell’elenco dei Comuni non c’è Crotone che aveva presentato un progetto denominato "Sistema culturale territoriale Pitagora" il quale non ha superato la selezione in quanto «ammesso» dal Mibac. Secondo quanto riferito dal sottosegretario ai Beni culturali con delega al turismo, Dorina Bianchi, la documentazione che accompagnava la domanda del progetto presentato dal Comune di Crotone non era quella richiesta dal bando. Dilettanti allo sbaraglio che fanno perdere fondi alla città.

lettera regione progetti inclusione socialeDalla Regione Calabria arriva un'altra chicca: il Comune di Crotone non ha partecipato al bando per “progetti sperimentali in materia di vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità - anno 2016”. Nelle carte del Dipartimento sviluppo economico, lavoro, formazione e politiche sociali della Regione Calabria - protocollo SIAR 329848 del 2 novembre 2016 - si legge che al Comune di Crotone, in qualità di capofila degli ambiti territoriali, viene inviato “il formulario ministeriale per la presentazione… di un progetto sperimentale”. La Regione dice che dall’ambito territoriale che fa riferimento a Crotone non è arrivata nessuna comunicazione. Evidentemente c’erano impegni più impellenti di quelli di presentare progetti per avere finanziamenti per favorire l’inserimento sociale di persone con disabilità.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano