Martedì, 22 Settembre 2020

PRIMO PIANO NEWS

elezioni provinciali spoglioTrionfa la lista "Provincia nuova", formata da Partito democratico e Prossima Crotone, alle elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale. Ritorna tra gli scranni di via Mario Nicoletta anche il centrodestra della lista "Per Crotone Provincia", mentre non guadagna nessun seggio "Provincia civica e progressista" riferibile a forze di sinistra. Sette sono i seggi assegnati alla lista vincente e tre al centrodestra. Vengono eletti secondo il voto ponderato per "Provincia nuova": Simone Saporito (Petilia Policastro) con 13.005 preferenze, Gennaro Le Rose (Cutro) con 9.048 preferenze, Vincenzo Lagani (Rocca di Neto) 7.922, Giuseppe Dell'Aquila (Cirò) 6.611, Saverio Flotta (Crotone) 6.065, Antonio Barberio (Scandale) 5.630 e Pina Greco (Cerenzia) 1.170. Nel centrodestra conquistano il seggio: Luigi Lidonnici (Rocca di Neto) con 10.090 preferenze, Francesca Costanza (vicesindaco di Petilia Policastro e supportata dal sindaco dem Amedeo Nicolazzi) con 7.469 e Anna Curatola (Crotone) con 5.280. Confrontando il numero dei seggi col consiglio uscente, in virtù dell'apparentamento, la Prossima Crotone perde due consiglieri e uno il Pd. Hanno votato 229 su 284 aventi diritto (secondo la nuova riforma possono partecipare al voto solo i consiglieri comunali e sindaci del territorio di competenza). Per quanto riguarda il consiglio comunale di Crotone si sono astenuti dal voto i consiglieri Cinquestelle (Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia) e Manuela Cimino (Demokratici).

indice ponderazioneIl voto ponderato. Il voto di ogni elettore (sindaci e consgilieri comunali) è ponderato in base alla popolazione del comune a cui appartiene l’elettore. Le schede elettorali hanno colore diverso in base alla fascia demografica del comune a cui appartiene l’elettore. Fanno parte della fascia A dodici comuni con un'incidenza del 17,023 per cento: Belvedere Spinello, Caccuri, Carfizzi, Castelsilano, Cerenzia, Pallagorio, San Mauro Marchesato, San Nicola dell'Alto, Santa Severina, Savelli, Umbriatico e Verzino. Nella fascia B ci sono: Cirò, Melissa, Scandale e Roccabernarda con un'incidenza del 12,760 per cento. Fascia C, con un'incidenza del 25.650 per cento: Cotronei, Mesoraca, Petilia Policastro e Rocca di Neto. Fascia D, con un'incidenza del 9,557 per cento, c'è Cutro. In fascia E, con un'incidenza del 35 per cento, c'è solo Crotone. Non hanno partecipato al voto i 5 comuni della provincia sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata (Cirò Marina, Isola di Capo Rizzuto, Strongoli, Crucoli e Casabona). 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

referendum spoglioVittoria netta del No (67,80%) sul Sì (32,20%) anche in provincia di Crotone dove i votanti sono stati 63.657 su 133.133 (il 47,81% degli aventi diritto). Al quesito referendario hanno detto no 42.842 cittadini, contro i 20.343 che hanno optato per il Sì. A Crotone città dove la percentuale di votanti è stata del 51,31% (24.350 su 47.455 aventi diritto), il Sì ha incassato 6.825 voti pari al 28,16%, mentre il No è stato preferito da 17.412 elettori, ottenendo il 71,84% delle preferenze. In provincia di Crotone il Sì ha vinto solo in due Comuni a Carfizzi e Savelli. Nel primo centro i votanti sono stati 303, di questi hanno barrato il Sì 193 elettori pari al 64,33%, mentre per il no hanno votato 107 cittadini costituendo il 35,67%. A Savelli i 545 votanti hanno detto 292 volte Sì (54,17%) e 247 volte No (45,83%). Situazione di sostanziale pareggio sulle percentuali, invece, a Cirò e Pallagorio. I risultati definitivi del referendum sulla riforma costituzionale in Calabria hanno registrato una prevalenza di No, pari al 67%. I Sì sono fermi al 33%. I votanti sono stati stati 845.775, pari al 54,43% degli aventi diritto. Per quanto riguarda le città capoluogo, a Catanzaro i No sono stati il 69,8% ed i Sì il 30,2%; a Reggio No 69,6, Sì 30,4; a Cosenza No 68,7, Sì 31,3; a Vibo Valentia No 68,2, Si 31,3.

 

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in In primo piano

ugo pugliese urna«Siamo molto soddisfatti del risultato conseguito». Sono le prime parole del candidato a sindaco de La Prossima Crotone, Ugo Pugliese, dopo il lungo scrutinio post elettorale che lo vedrà andare certamente al ballottaggio il prossimo 19 giugno (manca lo scrutinio di 9 sezioni, ma Pugliese è nettamente avanti rispetto al candidato del 5 stelle Ilario Sorgiovanni). «Abbiamo seguito tutti insieme - riferisce Pugliese - nella segreteria politica l'evolversi dello scrutinio, ed ho toccato con mano, ancora una volta, l'entusiasmo che contraddistingue la coalizione. Mi preme ringraziare - scrive ancora Pugliese - tutti i cittadini che hanno creduto e credono ne La Prossima Crotone e nel progetto di governo che vuole realizzare. Facendo una prima analisi del voto di ieri - afferma Pugliese - ne esce fuori che Crotone abbia fortemente bocciato l'amministrazione del centrosinistra. Questa vittoria al primo turno assomiglia tanto alla classica vittoria di Pirro. Il distacco tra la Barbieri e me - commenta Pugliese - è davvero irrilevante e sono certo che lo ribalteremo con facilità perché i crotonesi hanno compreso che noi siamo la reale alternativa al malgoverno del Partito democratico. Abbiamo indovinato la strategia da utilizzare. Per quanto riguarda il ballottaggio – continua Pugliese – dobbiamo insistere ad invogliare la gente ad andare a votare e dobbiamo essere ancora di più convincenti nello spiegare le nostre idee per fare ripartire la città. Dobbiamo parlare di progetti – conclude il candidato sindaco de La Prossima Crotone – e non lasciarsi andare a inutili battibecchi. Già questa sera incontrerò la coalizione per analizzare a fondo il voto e ripartire immediatamente per questo sprint finale».

 

 

 

Pubblicato in Politica

Crotone nuovamente capolista nel campionato di serie B dopo lo scivolone casalinco del Cagliari. I sardi hanno perso per due reti a una contro i luguri dello Spezia. I Calabresi sono adesso solitari in classifica a 70 punti con due lunghezze di vantaggio sulla diretta inseguitrice Cagliari, con 16 punti di vantaggio sulla terza che è proprio lo Spezia (in attesta del risultato di lunedì fra Bari e Cesena). Tutto questo quando mancano otto giornate alla fine del campionato e la serie A per i calabresi è preticamente a un passo. Lo score del Crotone in questo campionato dice: 70 punti in 34 gare, 53 goal che hanno portato a 20 vittorie. Come loro nessuno mai in riva allo Jonio!

 

La cronaca di Cagliari-Spezia.

cagliari speziaImpresa dello Spezia a Cagliari: Calaiò e Piccolo trascinano i liguri al Sant'Elia dove passano per 2-1. Per la squadra di Di Carlo tre punti fondamentali in chiave playoff. Per i rossoblu è la terza sconfitta consecutiva in casa dopo due vittorie di fila fuori. Primo tempo con il Cagliari che comanda e gioca bene, ma non incide. Spezia guardingo, però mai in affanno. Nella ripresa al 7' clamorosa occasione per Farias, lanciato da Di Gennaro, e su Joao Pedro: la difesa ligure riesce miracolosamente a chiudersi. Al 18' altra occasione per Farias e al 19' gran tiro di Di Gennaro: bravo Chichizola, nella seconda occasione anche con l'aiuto del palo. Occasione al 22' però anche per Catellani in contropiede. È il preludio al gol al 24': corta respinta di Storari su tiro di Migliore e Calaiò mette dentro. Reazione del Cagliari: al 37' annullato gol a Farias per fuorigioco. Ma al 40' lo Spezia raddoppia con Piccolo. Nel finale accorcia Ceppitelli di testa. Inutile l'assalto finale.

 

 

 

Pubblicato in Sport

novaraDopo un mese il Cagliari torna alla vittoria e riconquista la vetta della classifica in attesa del Crotone impegnato domani allo Scida con il Pescara. Rastelli alla vigilia aveva spronato la squadra a riprendere la marcia e i sardi hanno
obbedito, giocando un buon primo tempo a Vicenza e poi colpendo i berici nella ripresa (nel frattempo rimasti in 10) con l'ex Cinelli e nel finale con Melchiorri. Cosi' i sardi si portano avanti di 13 punti rispetto alla terza. Inizia male, invece, l'avventura di Lerda sulla panchina della squadra biancorossa che rimane al penultimo posto in classifica. Il Novara perde una ghiotta occasione per cercare di rimanere agganciata alle due di testa e cede in casa al Bari, pur essendo passato in vantaggio in avvio con Gonzalez. Nella ripresa, il pareggio firmato Maniero e il sorpasso segnato da Sansone che permettono ala squadra di Camplone di stare sempre piu' dentro i play-off. Nel finale squadre in dieci per i rossi a Gonzalez e Donkor.

 

Rocambolesco 2-2 a Latina tra i pontini di Gautieri e il Brescia. Locali in vantaggio con Dellafiore, prima si fanno raggiungere da Kupisz, passano anche in svantaggio grazie alla rete di Geijo, ma quando le rondinelle pensavano di avercela fatta arriva il rigore calciato e segnato da Olivera per il pari finale. Continua a vincere e convincere il Trapani di Serse Cosmi che viaggia verso la zona play-off. La vittoria di oggi al Provinciale arriva contro il Livorno di Panucci grazie alla rete di Fazio alla mezz'ora della ripresa. Terza vittoria nelle ultime quattro per i siciliani, terza sconfitta (con due pari) nelle ultime cinque per i labronici, che oggi disputerebbero i play-out. Dopo tre vittorie di fila, il Perugia non va oltre l'1-1 interno con la Salernitana: ottima rete di Aguirre, pari di Coda su rigore; stesso risultato tra Pro Vercelli ed Ascoli grazie a due rigori: Cacia per i bianconeri e Marchi per i piemontesi i realizzatori.

 

Terza vittoria di fila (quarta nelle ultime cinque con un pari in mezzo) per il Lanciano, lanciatissimo sotto la guida di Primo Maragliulo. Ne fa le spese il Cesena di Drago, che va sotto su rigore di Ferrari, rimane in dieci per il rosso a Perico, potrebbe pareggiare con Djuric ma sul capovolgimento di fronte nel finale subisce il raddoppio targato Marilungo. Parte bene l'avventura di Stefano Cuoghi sulla panchina del Como. I lariani tornano alla vittoria dopo due mesi e lo fanno a Modena aumentando la crisi della squadra di Crespo, al terzo ko in quattro gare. Il solito Ganz apre le marcature, Cristiani raddoppia, poi Mazzarani con una splendida punizione riesce solo a riaprire il match. Dopo l'anticipo di venerdi' finito 2-2 nel derby tra Entella e Spezia, la giornata si concludera' tra domenica e lunedi'. Domani (ore 17.30) a Crotone e' atteso un Pescara in crisi ed a caccia di riscatto; lunedi' la giornata si concludera' al Partenio con il match tra la squadra di Tesser e la Ternana.

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

L'avvio della due giorni della ventiduesima giornata del campionato di serie B, iniziata venerdì 15 e proseguita sabato 16, non è stata priva di sorprese. Nessuna vittoria in trasferta, un solo pareggio a reti inviolate nell'anticipo di venerdì tra Spezia e Bari. Il nulla di fatto ha gratificato il neo allenatore dei pugliesi, Camplone, che è riuscito a fare interrompere alla sua squadra la striscia delle tre sconfitte consecutive in trasferta, mentre ha amareggiato Di Carlo che sperava nella vittoria casalinga per risalire la classifica. Ancora più amara è stata la giornata di sabato per il Novara che apre l'anno con un'altra sconfitta in quel di Latina (gol di Dumitru 36°). Battuta d'arresto che è costata la terza posizione alla squadra piemontese del tecnico Baroni. Inizia bene il nuovo anno il Pescara che in rimonta batte il Livorno 2-1 (gol di Cocco e Caprari) e si porta in terza posizione. Toscani ora in piena zona play-off. La sfida clou del sabato, il derby Avellino-Salernitana, se la sono aggiudicata gli irpini con il gol di Trotta al 73°. Tre punti importanti che consolidano la zona play-off alla squadra di mister Tesser. Bloccata l'ascesa verso la zona play-off del Perugia e del Trapani sconfitti rispettivamente a Como e Terni con identico risultato (0-1). Boccata d'ossigeno per il Lanciano grazie ai tre punti conquistati contro la Pro Vercelli col gol di Di Francesco a pochi minuti dal termine. Otto giornate dopo torna a vincere (2-1) il Vicenza in rimonta contro un Modena che adesso scivola di nuovo in zona play-out. Brescia e Cesena si scontreranno domenica: per entrambe la conquista dei tre punti ha notevole importanza per l'alta classifica. Ancora di più per i lombardi che in caso di vittoria affiancherebbero il Pescara al terzo posto. L'attesa maggiore è però sul big match di lunedì tra Crotone e Cagliari che vale la prima posizione. Lunedì si gioca anche Entella-Ascoli che per i liguri la conquista dei tre punti equivale a fare un ulteriore passo in avanti verso la salvezza.

 

Risultati.

Avellino      - Salernitana     1-0
Brescia       - Cesena          domani ore 17.30
Como          - Perugia         1-0
Crotone       - Cagliari        lunedi' ore 20.30
Entella       - Ascoli          lunedi' ore 20.30
Lanciano      - Pro Vercelli    1-0
Latina        - Novara          1-0
Pescara       - Livorno         2-1
Spezia        - Bari            0-0 (venerdi')
Ternana       - Trapani         1-0
Vicenza       - Modena          2-1

 

Pubblicato in Cronaca