fbpx
Venerdì, 21 Giugno 2024

PRIMO PIANO NEWS

officina kreativa«Il consiglio direttivo del Rotary club di Crotone, durante la seduta del 3 maggio scorso, ha deliberato all’unanimità di conferire il “Premio giovani eccellenze crotonesi” a Dario Megna, Francesco Laterza e Vincenzo Milelli, giovanissimi co-fondatori di Officina KReativa che, da start up innovativa e unica nel suo genere nella nostra provincia, è diventata ormai punto di riferimento per chiunque voglia avere a che fare con il fantastico ed affascinate mondo della “rete” e dei servizi digitali». Lo rende noto, Mario Carratelli, presidente del Rotary club di Crotone. «Questo premio – prosegue la nota –, giunto alla terza edizione, ha infatti lo scopo di onorare un giovane di ambo i sessi, nato a Crotone e provincia, che non abbia superato l'età di anni 35, e che abbia riportato riconoscimenti e apprezzamenti nell'esercizio di attività imprenditoriali o professionali di notevole rilevanza. La consegna del premio si terrà giorno 31 maggio prossimo alle ore 19 presso la sede della azienda premianda sita in Crotone alla via Tommaso Campanella, 11 (Officina KReativa innovation hub)».

 

 

Pubblicato in Attualita'

carratelli scaliseMario Carratelli subentra a Pasquale Scalise alla guida del Club Rotary cittadino. «Si è tenuto - informa una nota - domenica 9 luglio, presso la suggestiva location del Lido degli Scogli, il “Passaggio delle consegne” del Rotary Club di Crotone, da Pasquale Scalise a Mario Carratelli. La rituale cerimonia si è svolta alla presenza del governatore del distretto Rotary 2100, Luciano Lucania, e di numerose autorità rotariane e civili. Presenti alla manifestazione il vicesindaco del Comune di Crotone, Antonella Cosentino, il procuratore generale per la Calabria, Raffaele Mazzotta, l’assessore comunale alle Attività produttive, Sabrina Gentile, e il delegato Affari generali e relazioni istituzionali dell’Ente provinciale Renato Carcea (gli ultimi due nella doppia veste di soci del club e autorità istituzionali). Prima di passare il collare, il presidente uscente Pasquale Scalise ha illustrato le innumerevoli attività svolte nel corso dell’anno sociale: attività che hanno riguardato molteplici ambiti di azione, da quello culturale a quello socio-sanitario. E’ stato, inoltre, sottolineato il concreto impegno del club in favore del territorio, che ha ricevuto il plauso delle autorità istituzionali presenti. Il neopresidente Carratelli, nel suo intervento di insediamento, oltre a presentare i componenti del nuovo consiglio direttivo, ha tracciato le linee programmatiche di un anno di lavoro dedicato all'azione sul territorio, all'azione umanitaria internazionale, alla collaborazione con le istituzioni e le altre associazioni, allo sviluppo dell'effettivo e delle relazioni interne. Tutto questo in linea con il motto del presidente internazionale del Rotary, Ian Riseley: “Il Rotary fa la differenza". Tra i progetti già in cantiere il presidente si è particolarmente soffermato su due importanti service di interesse pubblico: il primo riguarda una campagna di informazione sul delicato e attuale tema dei vaccini in età pediatrica, il secondo, “AndiamOltre”, vedrà il Club Rotary impegnato all’interno della Casa circondariale di Crotone in un progetto finalizzato alla reintegrazione sociale ed al reinserimento lavorativo dei detenuti. Il nuovo consiglio direttivo risulta così composto: presidente Mario Carratelli; past president Pasquale Scalise; vicepresidente Roberto Vitti; segretari Umberto Foresta e Davide Sottile; prefetti Ernesta Silipo e Vittoria Zurlo; tesoriere Massimo Mazza; consiglieri Stefano Giusti, Francesco Sammarco, Salvatore Perri, Francesco Ferraro, Antonio Amoruso, Luciano Foresta, Salvatore Ammirati e Marco Tatullo».

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

teatro apolloCrotone citta' della pace. Per cinque giorni la parola piu' importante e densa di significato per l'intera umanita' e' echeggiata in citta' attraverso gli eventi promossi dal Rotary Club Crotone che, con il patrocinio del Comune, ha organizzato il forum "A partire da Crotone, costruiamo la pace nel Mediterraneo". Una serie di eventi che hanno richiamato a Crotone rappresentanti dei distretti del Rotary di Malta, Turchia, Spagna e Grecia che con il Distretto 2100 (Calabria, Campania e Basilicata) hanno promosso un evento, che per presenze e temi trattati non ha precedenti in Italia. La sintesi di questi incontri di grande spessore si e' avuta questa mattina al Teatro Apollo dove e' stato promosso il Forum Distrettuale con la partecipazione della "Mediterranean Peace Symphony" composta da 25 musicisti, cinque per ogni distretto rotariano presente all'evento. La musica e' stata infatti scelta come linguaggio universale per lanciare da Crotone il messaggio di pace a tutta la fascia del Mediterraneo. Un concetto quello di pace che e' al centro della vita dell'uomo. In questi termini si e' espresso nel suo intervento il sindaco Ugo Pugliese: «Bisogna dare concretezza ad una parola che molto spesso viene utilizzata nel linguaggio comune senza attribuirle l'importanza che riveste per il singolo quanto per l'intera umanita'. E' opportuno parlarne con il cuore, soprattutto ai piu' giovani ai quali appartiene il futuro» ha detto il sindaco ricordando il suo recente incontro con oltre cinquemila ragazzi delle scuole elementari cittadine. Sono stati proprio i giovani protagonisti di questi cinque giorni, per scelta del presidente del Rotary Club Crotone Pasquale Scalise che ha portato il saluto ai convenuti. Saluto espresso anche dal consigliere comunale e provinciale Renato Carcea a nome del presidente della Provincia di Crotone, del presidente della Croce Rossa Francesco Parisi, del comandante della Capitaneria di Porto Giuseppe Andronaco e per il Provveditorato agli Studi da Girolamo Arcuri. Pace come elemento fondante per il futuro. Un concetto espresso anche nell'incontro che si e' tenuto ieri sera nella sala consiliare e sottolineato dalla vice sindaco ed assessore alla Cultura Antonella Cosentino: "da questa citta' e da quanto si sta producendo in questi giorni si sta lanciando un nuovo concetto di cultura della pace. Una cultura che inviti ciascuna a cogliere nell'altro, nella diversita', non un peso ma una opportunità". Anche oggi, al Teatro Apollo, la parola pace e' stata protagonista negli interventi coordinati dal Governatore del Distretto 2100 e che hanno visto succedersi quelli di Alfredo Foca' (Distretto 2100), Francesco Socievole (Distretto 2100), Luigi Ascione (Presidente Commissione Sovvenzioni Rotary Foundation, Donatella Maestri (Inner Whell distretto 211), Stefania Brancaccio (Presidente della Commissione Centri per la Pace del Rotary), Leopoldo Rossi (Presidente Commissione Distrettuale Azione Giovanile Distretto 2100), Fabrizio Zurlo (RRD Rac 2100), Maria Vittoria Gargiulo (Incoming President) e dei presidenti dei Rotary dei paesi del Mediterraneo. Pace espressa attraverso la musica. La sinfonia per la pace del Mediterraneo vede impegnati i Distretti Rotariani di cinque nazioni. Partendo da Crotone a turno fino a maggio si terranno gli eventi con la partecipazione dei giovani musicisti. Attraverso la forza della musica, espressione di linguaggio universale, intesa come catalizzatore di energie comuni incentiva la reciproca comprensione ed il superamento dei pregiudizi.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

crotone aerea litoraleCrotone, attraverso il Rotary Club, si prepara a vivere una cinque giorni in cui la citta' sara' aperta al mondo con il "Mediterranean peace symphony" che si terra' dall'11 al 15 gennaio. E' stata scelta la musica quale linguaggio universale per lanciare da Crotone un messaggio di pace attraverso la "Mediterranean peace symphony" composta da 25 musicisti, cinque per ogni distretto rotariano, provenienti dai conservatori di Malta, Turchia, Spagna, Grecia ed Italia. Per L'Italia saranno presenti i musicisti del Distretto 2100 (Calabria, Campania e Basilicata). Un programma ricco di eventi e di incontri organizzato dal Rotary Club di Crotone, il cui presidente Pasquale Scalise ha ottenuto, tra l'altro, da Poste italiane il prestigioso annullo filatelico celebrativo dell'evento. "A partire da Crotone costruiamo la pace nel Mediterraneo" e' il tema dell'incontro che si terra' il 13 gennaio all'auditorium dell'Istituto Comprensivo Rosmini durante il quale i componenti della Mediterranean Peace Symphony avranno modo di confrontarsi con gli alunni delle scuole elementari e medie ed avviare il dialogo della pace. Alle 19 del 13 gennaio nella sala consiliare del Comune di Crotone si terra' la conferenza stampa di presentazione del Mediterranean Peace Forum con la presenza dei Governatori del Rotary dei paesi dell'area del Mediterraneo. Il 14 gennaio alle 10 si apre al Teatro Apollo il Forum Distrettuale che prevede oltre alla presenza del Mediterranean Peace Symphony una serie di sessioni curate dal governatore del Distretto 2100 Gaetano de Donato sul tema della promozione della pace nell'area del Mediterraneo. Previsti incontri anche con gli alunni delle scuole superiori ed il gemellaggio, nella sede del Rotary Club di piazza Castello, dei vari distretti presenti a Crotone. All'organizzazione dell'evento, che per presenze e temi trattati non ha precedenti in Italia, il Rotary di Crotone e' impegnato da diversi mesi. Gia' da domani arriveranno in citta' numerosi ospiti provenienti dai paesi del mediterraneo che parteciperanno all'evento per i quali l'organizzazione ha previsto una serie di visite guidate ai principali siti archeologici e storici della citta'. L'amministrazione Pugliese ha confermato vicinanza all'evento che vede Crotone candidarsi come citta' della Pace e ponte verso i popoli del Mediterraneo.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

rotary de donato«Non dobbiamo vivere in modo egoistico, ma con la gioia di fare del bene agli altri». È il messaggio lanciato in occasione della celebrazione del Centenario della Fondazione Rotary. Il Club di Crotone ha organizzato uno spettacolo teatrale di solidarietà mediante la rappresentazione di una commedia di Cataldo Amoruso “Gente di Rispetto” a cura della compagnia “Krimisa” di Cirò Marina che si è svolta nel cinema teatro Apollo di Crotone il 6 dicembre scorso col fine di raccogliere fondi per debellare la malattia della Polio Plus in tutte le parti del mondo e contribuire alla Rotary Foundation, importante istituzione finanziaria, che consente ai Rotariani di agire con grande efficacia nel mondo, realizzando iniziative umanitarie e culturali, sopratutto in favore dell'umanità che soffre e che ha bisogno di aiuti. Alla presenza delle autorità rotariane e istituzioniali (tra cui il prefetto Vincenzo De Vivo Prefetto e la vicesindaca Antonella Cosentino), l'inziativa ha riscosso grande partecipazione di pubblico. La serata è stata preceduta da un intervento del presidente Pasquale Scalise che ha sottolineato le realizzazioni compiute dal Club di Crotone nel campo della solidarietà sociale che vanno dall'acquisto dalla Moc, in collaborazione con altri Club viciniori per l'acccertamento dell'osteoporosi (in tre anni sono stati eseguiti circa 3.000 esami) al progetto approvato dalla Fondazione Rotariana per la prevenzione della Ictus presentato assieme ad altri 7 Club della provincia di Crotone e Cosenza, allo studio già in fase avanzata per la realizzazione di un Ostello destinato all'accoglienza notturna degli immigrati e/o persone svantaggiate in un posto vigiliato ove sarà fornita adeguata assistenza di orientamento e di sostegno. L'attività sarà di supporto principalmente per i migranti in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno. E' stato evidenziato nel corso dell'intervento che il Rotary - unica organizzazione umanitaria non governativa - è riuscito ad ottenere l'ambito riconoscimento di essere accreditato all'Onu con un seggio permanente. Il socio del Club Antonio Amoruso, medico rotariano volontario impegnato nella campagna per la vaccinazione contro la poliomelite in ogni parte del mondo, ha presentato un breve video sulla eradicazione della Polio. Il presidente Scalise ha anticipato per il prossimo mese di gennaio la realizzazione di un evento internazionale con la partecipazione dei distretti rotariani della Grecia, della Turchia, della Spagna, della Sicilia e Malta, della Calabria, Campania e del territorio di Lauria, avente come tema centrale “Da Crotone costruiamo la Pace nel Mediterraneo”. Il Club di Crotone ha avuto il privilegio di essere designato quale capofila con l'incarico di curare l'organizzazione del forum, della tavola rotonda e dello svolgimento concertistico sulla “Sinfonia della Pace nel Mediterraneo” che sarà eseguito da giovani artisti provenienti dai territori indicati.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

rotary de donato2Il governatore del distretto per l'anno 2016/2017 Gaetano De Donato ha fatto visita lo scorso 14 settembre 2016 presso la sede del Rotary Club di Crotone. «Rappresenta questo - spiega una nota - il momento istituzionale più significativo della vita del Club atteso che il Ggovernatore ha avuto modo di rendersi conto di persona delle attività del sodalizio e di dare suggerimenti atti a meglio realizzare i vari programmi del Club. Nel pomeriggio, il governatore e l'assistente Tatjana Guebler - informa il comunicato - hanno svolto l'incontro ed I colloqui con i dirigenti del Club, i componenti il consiglio direttivo, i presidenti delle varie commissioni ed i rappresentanti del Rotaract e dell'Interact nelle persone rispettivamente di Antonio Rocca e di Cesare Spanò. Si è tenuta poi - rende ancora noto il comunicato - l'assemblea generale di tutti i soci, con la presenza anche del presidente del Club Rotary di Cropani, nel corso della quale il presidente del Club di Crotone, Pasquale Scalise, dopo avere indicato i nostri soci che ricoprono cariche nell'ambito distrettuale: Antonio Amoruso (formatore e presidente commissione Polio Plus), Fernando Amendola (assistente del governatore per il Club di Cirò Marina "Terra degli Enotri e Cropani"), Salvatore Perri (coprefetto distrettuale), Fabrizio Zurlo (rappresentante Rotaract Distretto 2100), Matteo Tommasini (rappresentante Interact Distretto 2100). Ha inoltre rivolto i saluti anche a Donatella Maestri Amendola (past governatrice dell'Inner Wheel Distretto 211 e a Elisa Nicoscia Ammirati eletta vicegovernatrice)».

 

rotary de donato«Il presidente Scalise - riferisce la nota - ha illustrato a grandi linee l'attività che si propone di svolgere il Club e la sua ferma volontà di rappresentare un punto di riferimento importante, ormai consolidato, nella città legato allo sviluppo dei temi della società civile, dell'informazione, delle problematiche interessanti il territorio in cui viviamo e per realizzare il nostro motto che, nell'anno in corso, è stabilito: il Rotary al servizio dell'umanità. Il presidente del Club di Cropani Enrico Ciaccio, a nome personale e degli iscritti del proprio Club, ha espresso un caloroso benvenuto al governatore e ha rivolto affettuosi saluti al presidente ed a tutti soci del Club di Crotone per l'accoglienza ricevuta. Dopo gli interventi, il governatore De Donato ha anche lui ringraziato i presidenti dei Club intervenuti, e ha espresso tutta la sua soddisfazione per l'encomiabile spirito di servizio posto nell'espletamento delle varie attività. De Donato - prosegue la nota -ha sottolineato il soddisfacente piano amministrativo e organizzativo, assieme ai lodevoli propositi che animano i dirigenti e i soci del Club di Crotone, in favore del quale ha preannunciato lo svolgimento sul suo territorio di un importante evento internazionale che, a giorni, ufficializzerà. Ha inoltre sottolineato la necessità dell'attività di stimolo che i rotariani del Distretto devono porre in essere mediante interventi fermi e decisi nei confronti degli amministratori dei Comuni sul territorio dei quali si sono di recente verificati allarmanti casi di poliomelite dovuti a mancata vaccinazione. "E' grave - ha affermato De Donato con forza - che, mentre in tutto il mondo, si è proceduto alla quasi eradicazione del terribile male grazie all'operosità ed agli interventi diretti dei rotariani, si debba assistere con comprensibile allarme proprio in casa nostra di situazioni di reviviscenza anche se isolati. Al termine della serata, la riunione si è conclusa con la rituale conviviale all'insegna di piena soddisfazione per i lavori compiuti».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli
Pagina 3 di 4