Sei qui: HomePRIMO PIANOVertice tra i sindaci del Crotonese e la dirigenza di Sacal, in gioco c'e' il futuro dell'aeroporto Sant'Anna: sit-in di protesta a Lamezia Terme

Vertice tra i sindaci del Crotonese e la dirigenza di Sacal, in gioco c'e' il futuro dell'aeroporto Sant'Anna: sit-in di protesta a Lamezia Terme In evidenza

Scritto da  Pubblicato in In primo piano Venerdì, 09 Febbraio 2018 12:46

protesta lamezia aeroportoÈ ancora in corso una riunione tra una delegazione di sindaci del Crotonese capeggiata da Ugo Pugliese e la dirigenza di Sacal (assente il presidente Arturo De Felice) a seguito del sit in organizzato questa mattina davanti la sede della società che gestisce i tre aeroporti calabresi. Secondo indiscrezioni, la dirigenza di Sacal starebbe chiedendo altri 15 giorni di tempo ai sindaci per riattivare lo scalo. Circa 300 le persone che sono partite questa mattina da Crotone, a bordo di sette pullman e autovetture private, alla volta di Lamezia Terme, altre se ne sono aggiunte con auto private. Qui hanno inscenato l’annunciato sit in di protesta contro la societa' di gestione dei tre aeroporti calabresi per la mancata riattivazione dei voli sullo scalo crotonese Sant'Anna. Dallo scorso anno, infatti, la Sacal si e' aggiudicata la gara bandita dall'Enac per la gestione trentennale degli aeroporti di Reggio e Calabria e Crotone, ma su quest'ultimo i collegamenti non sono mai stati attivati. A guidare cittadini, associazioni, sindacalisti e organizzazioni di categoria, numerosi sindaci del territorio: a cominciare dal primo cittadino di Crotone insieme a quelli di Melissa, Ciro', Verzino, San Mauro Marchesato, Cutro, Carfizzi, Belvedere Spinello, Roccabernarda. Al presidio sono presenti anche i consiglieri regionali Arturo Bova e Flora Sculco, i candidati alle elezioni politiche del 4 marzo Giancarlo Cerrelli e Sergio Torromino del centrodestra, Nicodemo Oliverio del centrosinistra, Nico Stumpo di Liberi e Uguali. I sindaci, con indosso la fascia tricolore, sono entrati nella sede della Sacal per interloquire con i dirigenti della societa'. I sindaci hanno manifestato l'intenzione di incatenarsi ai cancelli di Sacal fino a quando non vedranno riconosciute le richieste dei loro territori. "Queste e' solo una delle prime azioni che mettiamo in campo e non ci fermeremo fino a quando non vedremo gli aerei sulla pista dell'aeroporto Sant'Anna" ha detto il sindaco di Crotone Ugo Pugliese. A manifestare a Lamezia anche consiglieri comunali della massima assise cittadina, guidata dal presidente del consiglio Serafino Mauro. Partiti alle ore 9 da piazzale Nettuno, i pullman sono arrivati intorno alle ore 11,30 nell'area cargo terminal dell'aeroporto di Lamezia Terme, facendo simbolicamente tappa nei comuni ubicati sulla strada, da Botricello a Cropani e presso l'aeroporto Sant'Anna e la cittadella regionale. I manifestanti giunti a Lamezia in pullman si sono incontrati con quelli che erano arrivati all'aeroporto lametino con i mezzi propri, tra cui una delegazione del Marrelli hospital.

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 09 Febbraio 2018 13:45
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Michele Affidato, orafo Crotone

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".