Giovedì, 28 Maggio 2020

SPORT NEWS

Aia, Talarico e D'Amelio proclamati ''arbitri benemeriti'' dal comitato nazionale

Posted On Mercoledì, 29 Aprile 2020 23:44 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

Con il Comunicato Ufficiale numero 71 del 24 aprile scorso, il Comitato nazionale, ha proclamato, ai sensi dell’articolo 48 del Regolamento dell’Aia, “arbitri benemerti” gli associati Giuseppe Talarico e Giuseppe D’Amelio. La sezione Aia “ G. Cosentino” di Crotone, così arriva ad averne ben 13, su una forza arbitrale che conta complessivamente 116 associati, tra cui 75 arbitri e assistenti in attività e 26 osservatori arbitrali.

Giuseppe Talarico, è diventato arbitro il 10 Aprile 1980, ed è stato promosso a livello nazionale nella stagione 1998/1999 dove è rimasto per circa 7 anni, svolgendo il ruolo di assistente arbitrale (ex guardalinee), per quattro anni alla Can D e per tre anni alla Can C, quando il designatore era Pierluigi Pairetto. Successivamente ha ricoperto per circa sei anni, a partire dalla stagione 1992/1993, il ruolo di componente del Comitato regionale calabrese, come designatore degli assistenti arbitrali. Infine, a partire dalla stagione 2008/2009 è stato nominato dal presidente regionale della Figc calabrese a condurre la Figc della provinciale di Crotone, incarico che svolge tutt’ora, con grande equilibrio, senza far mancare il sostegno alla Sezione quale tesserato Aia, facendo valere altresì la sua figura di rappresentante delle società calcistiche.

Giuseppe D’Amelio, è diventato arbitro il 6 maggio 1994, iniziando già da subito a studiare da futuro dirigente grazie alla sua passione per l’informatica. E’ stato promosso alla Can D nella stagione 2004/2005 classificatosi come primo in graduatoria Regionale. Dal 2001 inizia a far parte del Comitato regionale, prima come collaboratore e referente informatico regionale fino al 2013, poi come componente dello stesso Comitato con l’incarico di designatore della Prima categoria fino alla stagione 2016, conclusa con la nomina a vicepresidente regionale con deleghe amministrative e alla Prima categoria. Raggiungere la Benemerenza a soli 41 anni, rappresenta un risultato davvero straordinario, se si pensa che tra tutti i 33.000 associati a livello nazionale, molti, probabilmente non riusciranno ad avere tale opportunità, se non avendo vissuto l’associazione con lo spirito con il quale richiede tale passione.

Oltre al nome, i due associati, hanno altre cose in comune, entrambi hanno fatto parte del Comitato regionale anche se in tempi diversi; entrambi sono molto attivi nel sociale: Talarico è rimasto sempre legato al suo primo e vero amore per l’atletica leggera, tant’è che dallo scorso Novembre è stato nominato presidente della scuola atletica krotoniate Sakro; D’Amelio insieme al suo gruppo di amici d’infanzia anima le serate della movida crotonese e rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per molti giovani ragazzi;  entrambi sono molto conosciuti e stimati in città dal punto di vista professionale ma soprattutto per la loro grande capacità e disponibilità. 

«Per la Nostra associazione – scrive l’Aia –, rappresentano un vero e proprio patrimonio umano, di esperienza e conoscenza tecnica, ma anche di orgoglio e di vanto tanto nel panorama sportivo, quanto nel mondo della società civile, di cui la città dovrebbe e potrebbe approfittare. L’attuale situazione, purtroppo, non ci consente al momento di rendere onore al merito del traguardo raggiunto dai colleghi, ma non appena sarà possibile, tutti gli associati ed il consiglio Direttivo insieme al Presidente Natale Pino Colella ed al Vice Presidente Francesco Livadoti, gli renderanno il gusto tributo».