fbpx
Venerdì, 19 Agosto 2022

SPORT NEWS

Poker natalizio del Crotone col Pordenone: Modesto conferma fiducia della societa'

Posted On Sabato, 18 Dicembre 2021 16:46 Scritto da Giuseppe Livadoti

Serie BKT 18esima giornata│Il Crotone mette fine alle routine di sconfitte e batte con una quaterna di gol il Pordenone rimasto in dieci dal minuto trentanove. Doppietta di Maric e gol di Borello e Kargbo.

Tabellino.

Crotone            4

Pordenone        1

Marcatore: 8° Maric ( R ), 19° Borello, 26° Butic ( R ), 69° Maric, 76° Kargbo

Crotone (3-4-2-1): Festa, Nedelcearu, Canestrelli (Rojas), Cuomo, Magos (Sala), Estevez (Donsah), Zanellato, Giannotti, Borello (Schirò), Kargbo, Maric. All. Modesto

Pordenone (4-3-3): Perisan, Camporesi, Valietti (Magnino), Bassoli, Falasco, Zammarini (Petriccione), Pasa, Pinato, Pellegrini (Folorunsho), Butic (Tsadijout), Cambiaghi. All. Tedino

Arbitro: Giovanni Ayroldi di Molfetta

Assistenti: Mastrodonato – Nuzzi

Quarto giudice a bordo campo: Francesco Carrione di Stabia

Var: Dionisi – Avar: Pagliardini

Ammoniti: Camporese, Pinato,Petriccione, Nedelcearu

Espulsi: Falasco per doppia ammonizione per protesta

Angoli: 4 a 2 per il Crotone

Recupero: 2 minuti nel primo tempo

Spettatori: 1.520 incasso € 6.066

La partita. Calcio d’avvio da parte del Crotone di fronte a pochi spettatori causa la fredda giornata con vento di tramontana che soffiava a favore degli ospiti. Fase offensiva pitagorica affidata alla ripartenza di Kargbo sulla fascia sinistra in tandem con Giannotti. Punta Maric, linea mediana con Estevez, Zanellato Borello. Esterno destro Mogos con il compito di rientrare nelle retrovie in fase di ripiegamento. Ospiti con tre attaccanti: Pellegrini, Butic, Cambiaghi ma soltanto Butic punta avanzata. Non sono mancate le emozioni con tre gol nello spazio di ventisei minuti ed un’espulsione subita da Falasco per doppia ammonizione. È il Crotone che all’ottavo si procura il primo rigore per fallo di Camporese su Kargbo (il pitagorico della Sierra Leone è stato il migliore in senso assoluto nel primo tempo e nel secondo tempo). Dagli undici metri batte Maric e porta in vantaggio la squadra di Modesto. Terzo gol (secondo rigore realizzato, del pitagorico). Diciannovesimo è Borello che realizza il suo primo gol stagionale con un perfetto tiro da fuori area mandando il pallone ad insaccarsi alla destra di Perisan. Doppio vantaggio per gli Squali che dura fino al minuto ventisei  quando, per fallo di Giannotti in area, gli ospiti usufruiscono del tiro dagli undici metri. Batte Butic ed il Pordenone accorcia le distanze. Trentanovesimo ospiti in dieci per l’espulsione del difensore Falasco per doppia ammonizione. L’uomo in più consente ai locali di rendersi minacciosi nei confronti di Perisan con Kargbo. Il giocatore di colore lo impegna in difficili interventi in più occasioni. L’uomo in meno costringe il tecnico Tedino ad operare alcune sostituzioni obbligati. Dentro l’ex Petriccione e Folorunsho in sostituzione rispettivamente di Zammarini e Pellegrini. Ospiti con il 3-4-2. Nessun pericolo per la porta di Festa. Arriva, invece, la terza rete dei pitagorici e la realizza Maric (doppietta) su assist di Kargbo e quarto gol stagionale. Il Crotone sta ritrovando il goleador in sostituzione di Mulattieri assente per motivi fisici. Spazio in fatto di marcature anche per il migliore in campo, Kargbo, che mette dentro il quarto pallone. Per mister Modesto è la giornata dei sorrisi e degli elogi per come il suo Crotone ha affrontato la difficile partita e messo fine alla lunga serie delle sconfitte. È iniziata la nuova stagione del Crotone? la risposta alle prossime partite. Per il momento era importante conquistare i tre punti e questo è avvenuto.

Il commento. Torna mister Modesto sulla panchina degli Squali, dopo esserne rimasto fuori per sette giornate, ed il Crotone ha dimostrato di sapere anche vincere, e con largo punteggio, dopo avere accumulato nelle ultime cinque giornate altrettante sconfitte. Secondo successo stagionale (il primo contro il Pisa ottava giornata) sempre sotto la sua gestione tecnica.

Di fronte due squadre, entrambe in penultima posizione, con un unico obiettivo: conquistare i tre punti ed iniziare a risalire la classifica. È stata la squadra di casa del presidente Gianni Vrenna ad avere la meglio. La diretta retrocessione ancora non è stata allontanata, importante per il momento era dimostrare da parte dei pitagorici, quelli che continuano a rispettare i colori sociali, di essere capaci ad intraprendere un diverso percorso nella seconda parte della stagione. Il calciomercato invernale contribuirà, di sicuro, a rendere più competitivo il parco giocatori a disposizione di Modesto con l’arrivo di elementi idonei, in sostituzione di chi “soffre” la permanenza nella Città di Pitagora. Undici iniziali del Crotone con cinque novità rispetto all’ultima di campionato. Fuori Paz, Molina, Benali, Vulic, Sala, dentro Cuomo, Mogos, Borello, Giannotti, Kargbo.

Mister Tedino non potendo contare sullo squalificato difensore Barison e non convocato El Kaouakibi, ha lasciato fuori anche Magnino per fare posto a Valietti, Bassoli, Zammarini. Per la squadra di Tedino un duro colpo in chiave salvezza.