Italian Dutch English Russian Spanish
Sei qui: HomeSPORT“Quarta Categoria”, il primo torneo nazionale aperto alla disabilità: il Crotone calcio e il Comune hanno aderito all’iniziativa

“Quarta Categoria”, il primo torneo nazionale aperto alla disabilità: il Crotone calcio e il Comune hanno aderito all’iniziativa In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Sport Lunedì, 24 Luglio 2017 11:56

quarta categoriaCalcio “Quarta Categoria” 1° torneo nazionale aperto alla disabilità. Il Crotone calcio e il Comune hanno aderito all’iniziativa. È stato presentato nell’aula del consiglio comunale di Crotone il progetto “Quarta Categoria” primo torneo nazionale della storia del calcio italiano aperto alla disabilità al quale hanno aderito il Crotone calcio ed il Comune di Crotone. Il progetto è stato presentato dall’assessore allo Sport, Giuseppe Frisenda, dal dg del Crotone calcio, Raffaele Vrenna, dal delegato provinciale Lnd, Pino Talarico, da Danilo Oppedisano responsabile tecnico di Integra Sport, squadra adottata dall’Fc Crotone,  e da Valentina Battistini, coordinatrice del progetto e presidente Asd “Calcio 21”. Il torneo sarà preceduto a Crotone venerdì 28 luglio con l’incontro amichevole sulla spiaggia antistante il piazzale Ultras tra Integra Sport (squadra romana) e Rifugiati Politici. Crotone è la città dello sport ed oggi è una giornata particolare grazie al progetto che vede coinvolto il Crotone con l’adozione di una squadra di calcio che gareggerà con i colori rossoblù. «Come città daremo ospitalità a questi ragazzi che arrivano nella terra di Milone con entusiasmo per mettere in evidenza l’emblema dell’integrazione attraverso lo sport», ha dichiarato l’assessore Frisenda. Valentina Battistini ha ringraziato l’Amministrazione comunale, il delegato provinciale Lnd Pino Talarico, il Crotone calcio per ciò che stanno facendo per questi ragazzi. «L’importante – ha detto la Battistini - non è indossare una maglia ma attraverso questo progetto veicolare tutte le realtà esistenti in Italia, il Crotone lo sta facendo bene. Questi ragazzi – ha continuato a dire Battistini – non hanno mai avuto la possibilità di un torneo all’interno della Figc e osservavano i giocatori attraverso la televisione sognando di indossare una maglia e scendere in campo, oggi questo sogno si è concretizzato con l’approvazione, 18 maggio, in Senato della prima convenzione federale tra il mondo paralitico e la Figc che ha consentito di aprire un torneo». «Da una distanza anni luce all’azzeramento della distanza grazie all’interessamento di Valentina Battistini che si è battuta perché il Senato approvasse questo torneo all’interno della Figc – ha dichiarato il tecnico Danilo Oppedisano - ringraziando in particolare il dg della Fc Crotone, Raffaele Vrenna – per l’accoglienza del progetto». «Ringrazio voi – ha detto il Dg Vrenna – non ho esitato un solo istante ad accettarlo quando Valentina me l’ha proposto. La causa per cui è nato questo progetto è di grande portata per chi vive il mondo da diversamente abile. Il Crotone è un’ottima vetrina per mettere in evidenza questa “sofferenza” che sicuramente renderà più piacevole le prossime giornate di questi ragazzi». A fine cerimonia è stata consegnata dal Dg Raffaele Vrenna la maglia rossoblù numero 10 al capitano della Integra Sport. Il progetto "Quarta Categoria", è un torneo di calcio a 7 rivolto ad atleti con disabilità intellettivo - relazionali. Si svolge a gironi regionali quali: Lombardia e Emilia Romagna (partite l'anno scorso), Lazio,Toscana e Liguria e Calabria (che aderiranno nella stagione 2017/2018). Nell'arco di 5 anni si spera di coinvolgere tutte le regioni. I tesseramenti vengono gestiti dal Csi e dalla Figc, attraverso un apposito protocollo di intesa presentato presso il Senato della Repubblica italiana, lo scorso 18 gennaio, alla presenza di tutte le autorità calcistiche ed istituzionali. La Lega nazionale dilettanti inserisce gli iscritti in albi speciali, lasciando la parte assicurativa al centro sportivo italiano. Il torneo inizierà il 21 ottobre e terminerà indicativamente verso fine maggio. Le gare verranno disputate su campi a 7 omologati dalla Lega nazionale dilettanti e verranno arbitrate da direttori di gara Aia. Le partite hanno una durata di 15 minuti per tempo e si svolgono su un unico campo per regione al fine di facilitare l'inclusione e l'aggregazione. Le squadre special sono state adottate da Club di Serie A, B e Pro, i quali hanno fornito loro il kit da gioco e le tute di allenamento. L'adozione prevede inoltre una serie di attività da concordare durante l'anno quali: l'ingresso in campo con i giocatori, andare allo Stadio per seguire il Club adottante. incontrare il club.Ad oggi hanno aderito le seguenti Leghe e squadre aderenti: per la Lega Serie A Crotone, Juventus, Napoli, Chievo, Torino, Milan, Inter, Sassuolo, Cagliari, Udinese, Fiorentina, Lazio, Genoa, Bologna e Atalanta; per la serie B: Parma, Venezia, Cremonese e Novara; per la Lega Pro Siena, Livorno, Feralpi, Reggiana, Forli', Sant'arcangelo, Piacenza, Modena, Prato, Pontedera, Carrarese.

  

 

 

 

Giuseppe Livadoti

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

ROMANO 600x300 rid

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • DA 23 ANNI SUL TERRITORIO CROTONESE

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".