fbpx
Lunedì, 22 Luglio 2024

SPORT NEWS

juric pre modena interna(Foto: Paolo Pulvirenti) Juric ha parlato del suo futuro a Crotone e ha detto: «Sinceramente leggo tante cose che non sono vere». «Io vorrei parlare con la società - ha puntualizzato il tecnico oggi nella conferenza prepartita - per vedere quali sono le idee per affrontare la Serie A, io la conosco e loro no. Per cui non sono d'accordo con le mille cose che sento in giro sul mio futuro». In questi giorni, infatti, voci insistenti di mercato parlano di un pre-contratto già firmato dal tecnico rossoblù per disputare il prossimo campionato di serie A sulla panchina del Marassi col Genoa. Ma lui non conferma.

 

Intanto nella 39.esima giornata di Seri B, il crotone vola a Modena per giocare allo stadio Braglia nell'incontro in programma venerdì 29 alle ore 20.30. Al Crotone basterà un punto per acciuffare la matematica promozione in A, mentre i locali sono obbligati a conquistare i punti salvezza contro la capolista. L'ex di turno sarà il centrocampista Mazzarani. Nel Crotone ancora assente Martella, dubbi sull'impiego di Salzano e Zampano per motivi fisici. Di Roberto ha smaltito l'infortunio subito contro il Como.

 

Probabili formazioni:

Modena (4-3-1-2): Manfredini, Osuji, Gozzi, Marzorati, Rubin, Giorico, Nardini, Bentivoglio, Belingheri, Luppi, Granoche. All. Bergodi

Crotone (3-4-3): Cordaz, Yao, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Capezzi, Barberis, Modesto, Ricci, Budimir, Palladino. All. Juric

 

Il prepartita.

Si giochi all'Ezio Scida, o in uno stadio lontano dalla città di Pitagora, il Crotone ha sempre al suo seguito tantissimi tifosi provenienti da ogni parte d'Italia e anche dall'estero. In quel di Modena, infatti, la presenza prevista dei tifosi rossoblù sarà più numerosa: vogliono essere vicino alla squadra nel momento in cui conquisterà la matematica promozione in A. Se questo avverrà, via Emilia si colorerà di rossoblù con le tante bandiere dei numerosi crotonesi residenti in Emilia Romagna e nel resto del Nord, ai quali si aggiungeranno ovviamente quelli giunti da Crotone con macchine, pullman e aereo.

 

Gli undici iniziali per questo penultimo appuntamento lontano dall'Ezio Scida potrebbero essere gli stessi che hanno sconfitto il Como all'Ezio Scida, a loro il compito di uscire imbattuti dal terreno del Braglia. Mister Bergodi, subentrato a Crespo alla trentaquattresima giornata, sa di dover affrontare la squadra più forte del girone nel momento meno indicato. I suoi uomini si trovano in piena zona play-out distanti un solo punto dalla  retrocessione diretta. Steccare contro la capolista significherebbe mettere già un piede nella Lega Pro. Il pareggio conquistato in trasferta a Bari la scorsa partita ha risollevato il morale di tutto l'ambiente tant'è che si prevede la conferma degli stessi undici. Sarà di sicuro un incontro carico di emotività per la posta in palio d'entrambe e per lo stato di salute delle formazioni.


«Sappiamo quello che ci aspetta a Modena – ha affermato mister Juric – contro una squadra che sta meglio rispetto a prima. Contro il Modena vorrei non si ripetesse quanto avvenuto a Cesena dove abbiamo sbagliato molti passaggi e regalato il primo tempo agli avversari. Dobbiamo approcciare la partita nel modo migliore dall'inizio alla fine contro avversari quotati che lottano per non retrocedere. Di sicuro mancherà ancora Martella e potrebbero non essere della partita Salzano e Zampano». «Pensando al Modena - ha aggiunto Juric - ci stiamo allenando con intensità curando i minimi particolari. I miei ragazzi sono fantastici e consapevoli di ciò che ci aspettava fin dall'inizio del campionato e questo è stata l'arma in più. Siamo un'unica famiglia dove tutti sono a disposizione. Ogni giocatore ha attraversato nel corso del campionato un buon momento che è alla base dei successi ottenuti».


palladino pre modena internaIl "direttore d'orchestra" in campo, Raffaele Palladino, a proposito del suo futuro ha dichiarato: «Il prossimo campionato lo voglio giocare in serie A, se con il Crotone sarà ancora meglio». Per quanto riguarda la prossima trasferta l'attaccante ha detto: «Manca l'ultimo sforzo per la serie A ma per quanto riguarda le ultime quattro partite le dobbiamo giocare come se fossero delle finali con particolare attenzione a quella di Modena. Arrivato a Crotone mi sono messo a disposizione dei compagni e loro nei miei confronti. In questo periodo - ha commentato Palladino - mi sto divertendo molto nel giocare come non mi capitava da qualche tempo. Mi piace stare sulla fascia, un ruolo dispendioso e di sacrificio. Ho capito che potevo giocare bene in questa parte del campo dopo l'incontro con il Vicenza. Adesso, come detto, non dobbiamo abbassare la guardia per continuare a rimanere in vetta. Nel corso della stagione il Crotone ha avuto anche il merito di lottare alla pari con il Cagliari dato sicuro vincente del campionato. Che eravamo una squadra dotata di personalità - ha concluso - lo abbiamo capito alla Spezia, dove si è sofferto e vinto contro un forte avversario allenato da un ottimo tecnico».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

ezio scida terrenoGiornata davvero impontante la 36.esima per il Crotone calcio che, contro lo Spezia, allo stadio Ezio Scida, questo venerdì (ore 19), potrebbe trovare la promozione matematica in Serie A, anche se le probabilità nascono da una serie di incastri di difficile realizzabilità in contemporanea [LEGGI ARTICOLO]. Ospiti senza gli squalificati Migliore (difensore), Errasti (centrocampista). Mister Juric con il dubbio tra Capezzi e Barberis a centrocampo.

 

Probabili formazioni:

Crotone (3-4-3): Cordaz, Garcia Tena, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Barberis (Capezzi), Salzano, Martella, Ricci, Budimir, Palladino. All Juric

Spezia (4-3-3): Chichizola, De Col, Valentini, Terzi, Tamas, Pulzetti, Juade, Sciaudone, Piccolo, Calaiò, Catellani. All. Di Carlo

 

Il prepartita.

Il primo posto del Crotone che significa promozione diretta in serie A è, facendo gli scongiuri del caso, un traguardo che si può considerare raggiunto a sette giornate dal termine con il margine di sedici punti dalla terza e cinque dalla seconda. Tanti sono gli interrogativi che i tifosi si pongono ormai quotidianamente: «Quanti punti conquisteranno i pitagorici al termine della stagione?», «Di quanto distaccheranno la seconda e la terza?», «Con quante giornate d'anticipo festeggeranno la promozione?». c'è anche un altro elemento che alberga nella discussione tra i tifosi quando si incontrano per le strade, nei supermercati o al bar: «Hai messo la bandiera al balcone e quanto è grande?».

 

Dell'incontro con lo Spezia, del risultato finale, del ritorno di De Carlo, tecnico dei liguri, come avversario del Crotone dopo nove anni, sono argomenti di secondo piano perché danno per scontato la vittoria della loro squadra pur trattandosi di una partita clou tra la capolista e la terza. Non si parla della formazione rossoblù e tantomeno di quella degli ospiti e della pericolosità di alcuni giocatori avversari. Per i tifosi rossoblù è già domani che significa il prossimo campionato di serie A.

 

juric speziaMister Juric è di tutt'altro parere e guarda alla pericolosità degli avversari: «Nel girone di ritorno lo Spezia è primo in classifica grazie al lavoro di Di Carlo e ai rinforzi di gennaio. Per loro la partita è decisiva per mantenere saldo il terzo posto e faranno di tutto per uscire imbattuti dallo Scida. Lo Spezia è una squadra che pratica un calcio veloce con uomini pericolosi quali Calaiò, Sciaudone, Piccolo e Catellani. In difesa non avranno lo squalificato Migliore ma c'è disponibile Tamas che è molto bravo. Per quanto riguarda la formazione della mia squadra – ha affermato Juric – pochissime variazioni anche se dovremo affrontare la trasferta di Cesena dopo tre giorni. A centrocampo il dubbio riguarda Capezzi o Barberis, mentre è certa la conferma a centrocampo di Salzano».


Parlando poi della certezza matematica per quanto riguarda la promozione che potrebbe arrivare già dopo l'incontro con lo Spezia, mister Juric ha dichiarato: «Non faccio questo conteggio, al momento chiedo ai miei giocatori la massima concentrazione per affrontare bene la prossima partita e conquistare i tre punti. Quello che dovrebbe succedere dopo lo giudicheremo al momento opportuno». Altro argomento su cui mister Juric non intende proprio soffermarsi a discutere è il suo eventuale rinnovo con il Crotone anche per la prossima stagione: «Se ne parlerà al momento opportuno con i responsabili della società. Per adesso penso soltanto a come fare vincere il Crotone contro lo Spezia».


Mister Di Carlo, il cui debutto sulla panchina dei liguri è avvenuto proprio contro il Crotone alla quindicesima giornata terminata con il minimo scarto a favore dei rossoblù, cerca la rivincita per non decadere dalla terza posizione. All'Ezio Scida arriva con l'entusiasmo delle due ultime vittorie consecutive conquistate a Cagliari e con il Novara in casa. Sei punti che hanno rafforzato la terza posizione della sua squadra. Contro il Crotone non avrà a disposizione per squalifica il difensore esterno sinistro Migliore e il centrocampista Errasti ma potrà contare sulla forza del trio d'attacco Piccolo, Calaiò, Catellani.


Entusiasta del momento che sta vivendo il Crotone è il centrocampista esterno Nunzio Di Roberto. «Siamo in buone condizioni tecnico/fisiche – ha dichiarato il giocatore – grazie al lavoro duro che facciamo durante la settimana. La nostra forza nel corso della partita deriva proprio da questo, dare il massimo durante l'allenamento per come chiedono mister Juric e il "prof" Borelli. Mi trovo in un gruppo di giovani fantastici con i quali sono ad un passo dallo storico traguardo. Quando sono arrivato a gennaio il Crotone era già in testa alla classifica, questo mi ha caricato ancora di più sapendo che per la prima volta in carriera potevo vincere qualcosa».

 

 

Pubblicato in Sport

ternana panchinaLa 35.esima giornata di Serie B contrapporrà Ternana e Crotone che si sfideranno sabato 9 aprile ore 15 presso lo stadio "Libero Liberati". Il Crotone ha raggiunto quota 70 punti. La capolista del campionato di serie B viaggia a vele spiegate verso la promozione nella massima categoria. Nella tra sferta umbra, tra i rossoblù, sarà assente per squalifica il difensore Cremonesi, mentre tornerà disponibile Ferrari. Locali in dubbio sulla presenza del difensore Gonzales e dell'attaccante Ceravolo.

 

Probabili formazioni:

Ternana (4-2-3-1): Mazzoni, Gonzales (Valjen) Meccariello, Janse, Busellato, Coppola, Grossi, Falletti, Furlan, Ceravolo. All. Breda

Crotone (3-4-3): Cordaz, Garcia Tena, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Capezzi, Salzano, Martella, Ricci, Budimir, Palladino. All. Juric

 

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo
Coll. Antonio Santoro (Catania) – Oreste Muto (Torre Annunziata)
Quarto uomo: Emanuele Mancini di Fermo

 

Il pre-partita.

Crotone leader del girone in quel di Terni con l'obiettivo di tornare al successo esterno dopo quattro gare (tre pareggi, una sconfitta). L'ultimo successo lontano dalle mura amiche sul terreno del San Nicola contro il Bari. Non sarà un incontro facile, all'andata gli uomini di mister Breda (subentrato a Toscano alla nona giornata) hanno evidenziato ottima tenuta atletica e grande agonismo pur sconfitti (3-0) con gol di Barberis, Budimir, Sabbione. Ad aver penalizzato gli ospiti la doppia espulsione di Masi e Maccariello sul risultato di parità. Sabato prossimo sarà ancora più difficile per i pitagorici affrontare un avversario che vorrebbe accreditarsi come la squadra che è uscita imbattuta dal confronto con la capolista.


Tra i rossoblù mancherà il difensore Cremonesi (squalificato), assenza che sarà compensata dalla disponibilità di Ferrari (difensore) per fine squalifica. L'altra novità potrebbe essere il rientro fin dall'inizio di Ricci sulla fascia destra al posto di Stoian, Budimir punta centrale e Palladino esterno sinistro.
Tra i rossoverdi potrebbe saltare l'incontro il difensore Alejandro Gonzales, l'unico giocatore sempre presente in tutte la partite e mai sostituito in corso d'opera. La sua eventuale assenza per un problema agli adduttori della coscia sinistra. Se non dovesse farcela potrebbe essere sostituito da Valjent. Per motivi fisici in forse anche l'attaccante Ceravolo autore della doppietta realizzata la precedente giornata in trasferta contro l'Entella.


Mister Juric a proposito della prossima sfida ha affermato: «Recuperiamo il difensore Ferrari che compensa l'assenza per squalifica di Cremonesi. Paro si è ripreso e Ricci ha lavorato con intensità per tutta la settimana. Mi aspettavo un percorso diverso della Ternana fin dall'inizio del campionato, avendo gli umbri degli ottimi giocatori. Attualmente, la squadra è in forma e sta recuperando alcune posizioni in classifica che la tengono lontano dai play-out. So che ci affronteranno con grande foga agonistica com'è giusto che sia. Per quanto riguarda la mia formazione è risaputo che scelgo chi sta meglio sia fisicamente, che mentalmente. In questo scorcio di campionato conta molto la questione mentale oltre a quella fisica per continuare a fare bene e centrare l'obiettivo finale».


Sulla stessa lunghezza d'onda di mister Juric anche il centrocampista Capezzi: «Non è una partita facile. Ci troveremo di fronte un grosso avversario che interpreta bene il campo avendo nel proprio organico giocatori come Gonzales, se sarà della partita, Ceravolo, Furlan, Busellato che fanno la differenza. Li rispettiamo ma vogliamo continuare a fare bene. Per quanto mi riguarda sono in buone condizioni fisiche e pronto a scendere in campo sempre se così deciderà mister Juric».

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

budimir vrenna firmaCoi suoi gol sta trascinando il Crotone verso il sogno serie A e la societa' calabrese ha deciso di non lasciarselo scappare. Ante Budimir e' diventato cosi' a tutti gli effetti un giocatore del Crotone, che ha esercitato il diritto di opzione per l'acquisizione a titolo definitivo del calciatore dal St. Pauli. L'attaccante croato, 31 presenze e 13 reti in campionato e un gol anche in Tim Cup, contro il Milan a San Siro, ha anche sottoscritto il nuovo contratto con la societa' pitagorica che avra' durata triennale, fino al 2019.

 

Venerdì 1 aprile, intanto, alle ore 20.30 andrà in scena allo stadio Ezio Scida la 34.esima giornata del campionato di Serie B col march Crotone-Lanciano. Ex Ferrari, Di Matteo, Padovan. Nel Crotone assente Ferrari per squalifica. Dubbi sull'utilizzo di Ricci dopo gli impegni con l'Under 21.

 

Probabili formazioni:
Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton, Garcia Tena, Zampano, Paro, Capezzi, Martella, Di Roberto, Budimir, Palladino. All. Juric

Virtus Lanciano (4-3-2-1): Casadei, Aquilanti, Rigone, Amenta, Di Matteo, Rocca, Bacinovic, Vitale, Vastola, Marilungo, Ferrari. All. Maragliulo

 

Il pre-partita.

budimir vrennaIn serie B mister Juric ha un primato da giocatore e da tecnico: la promozione in serie A senza passare attraverso i play-off. Da giocatore ha vinto il campionato quando militava nel Genoa (2006/2007), da tecnico sta invece conquistando la promozione in prima battuta con il Crotone. Per motivi scaramantici, di quest'evento, non intende ancora parlarne. Il suo pensiero è rivolto alla prossima sfida casalinga contro la Virtus Lanciano.


«Una squadra – ha affermato questa sera il tecnico pitagorico – che nel girone di ritorno sta facendo bene avendo in organico ottimi giocatori. Questo finale di campionato deve essere giocato con la stessa concentrazione avuta fino ad ora. La matematica - ha ricordato Juric - ancora non ha emesso alcun verdetto e di questo si deve tenere conto. I punti di vantaggio che il Crotone ha sulle terze sembrano tanti ma nelle ultime partite tutto può succedere. Nel corso della stagione abbiamo lavorato tanto ed adesso stiamo raccogliendo i frutti di quanto abbiamo fatto. Perché ciò si concretizzi secondo le nostre aspettative dovremo continuare a lavorare con la stessa intensità».


«Contro il Lanciano - ha annunciato il tecnico - mancherà Ferrari perché squalificato ed al suo posto sarà schierato Garcia Tena che è il suo ruolo naturale. Per quanto riguarda Ricci rientrato dagli impegni con l'Under 21, devo rendermi conto delle sue condizioni fisiche prima di decidere un eventuale impiego contro la Virtus Lanciano. Al posto di Tena difensore destro sarà schierato Balasa». Ed a proposito della sua permanenza futura con il Crotone mister Juric ha affermato: «Con la società ho un contratto lungo». Per la restante formazione, le altre novità riguardano il ritorno fin dall'inizio dell'esterno Martella al posto di Modesto, e del bomber Budimir. La presenza di quest'ultimo potrebbe determinare l'esclusione di Stoian se Palladino sarà impiegato esterno sinistro.

 

La presenza di entrambi potrebbe conciliarsi qualora non fosse impiegato Ricci per motivi fisici. In questo caso Palladino potrebbe essere schierato esterno destro. Qualche indecisione sull'impiego di Claiton difensore centrale a causa del poco allenamento che sta facendo nel corso della settimana per noie fisiche. Il Lanciano di sicuro si presenterà con l'ex attaccante rossoblù Nicola Ferrari. Il giocatore è stato compagno di squadra di Juric nel Crotone stagione 2005/2006 con Gasperini tecnico.

 

 

 

Pubblicato in Sport

martella spogliatoiLa 32.esima giornata di Serie B andrà in scena allo stadio Ezio Scida domani, a partire dalle ore 17.30, col match tra Crotone e Pescara. Ex della partita saranno i difensori Mazzotta e Crescenzi. Tra i rossoblu' rientra l'attaccante Budimir, assenti perche' squalificati Capezzi, Salzano, Di Roberto.


Probabili formazioni:
Crotone (3-4-3): Cordaz, Tena, Claiton, Ferrari, Balasa, Paro, Barberis, Martella, Ricci, Budimir, Palladino (Stoian). All. Juric
Pescara (4-3-1-2): Fiorillo, Vittorini, Zuparic, Fornasier, Mazzotta, Torreira, Mitria, Memushaj, Benali, La Padula, Caprari. All. Oddo

 

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli
Coll. Matteo Bottegoni (Terni)- Damiano Di Iorio (Verbania)
Quarto giudice: Daniele Martinelli di Roma 2

 

Il pre-partita.
All'andata fu un pesante 4-1 in favoe degli abruzzesi che costo' la leadership al Crotone e la seconda sconfitta stagionale per gli squali. Un passivo identico a quello scaturito all'Ezio Scida anche la passata stagione. Il Pescara si presenta all'Ezio Scida senza vittorie da sette giornate (4 sconfitte, 3 pareggi), col rischo di rimanere fuori dai play-off e panchina del tecnico traballante. Una crisi di risultati quella degli abruzzesi che di fronte alla capolista Crotone cercheranno di tradurla in un gioco rabbioso per tornare al successo e quindi quietare la contestazione dei propri tifosi. Tutto questo, pero', non impensierisce mister Juric ed i suoi uomini che, pur rispettando gli avversari, intendono mantenere la leadership della classifica. Sara' un Crotone con gli uomini contati a causa dei tre squalificati, Capezzi, Salzano, Di Roberto (per l'occasione si ringrazia l'arbitro Rosario Abisso di Palermo). Assenze importante che non impediranno a mister Juric di allestire una formazione competitiva.

 

Torna disponibile l'attaccante Budimir e fin dall'inizio potrebbero essere schierati i centrocampisti Barberis, Paro e Stoian. Ancora inutilizzabile per motivi fisici il centrocampista Fazzi (problemi al flessore sinistro). Da quando il giocatore e' a Crotone ha accumulato una sola presenza in panchina alla ventiquattesima giornata contro il Perugia. Tra gli ospiti manchera' per infortunio il difensore Coda e per motivi tattici non e' certa la presenza iniziale del centrocampista Bruno. I probabili sostituti Zuparic e Mitra. Ma per quanto riguarda difesa e centrocampo mister Oddo puo' contare sul recupero dell'ex rossoblu' Cescenzi, Zampano (ha scontato la squalifica) e Verre. Per il difensore pitagorico Bruno Martella e' una partita importante per entrambe. Il Pescara si gioca i play-off e questo e' fondamentale per la loro prestazione. Hanno un trio d'attacco che segna molto, in particolare La Padula bomber del campionato. Noi dice sempre Martella, continueremo a giocare senza fare calcoli fine al termine della stagione sapendo che sara' un finale denso di emozioni e non privo di sorprese. Buona la mia condizione fisica come il resto della squadra.


Mister Juric si aspetta il miglior Pescara. «E' una squadra - ha affermato - tra le migliori per i giocatori che ha. Fanno la differenza in ogni momento della partita. A Brescia ho visto un buon Crotone nei primi trenta minuti. Poi l'uomo in meno ci ha penalizzati, ma nell'insieme la squadra mi e' piaciuta. Palladino lo vedo bene sulla fascia, meglio che al centro della prima linea. Contro il Pescara di sicuro ci sara' Tena difensore destro. Per quanto riguarda il centrocampo dovrò scegliere tra Paro, Barberis e Sabbione. I primi due hanno piu' possibilita'». In merito all'incontro del torneo Primavera tra il Crotone e la Juventus, Juric ha risposto he gli e' piaciuta la prestazione dei ragazzi rossoblu' tant'e' che ha fatto i complimenti al tecnico Parise per come li prepara, ma per l'allenatore rossoblù devono ancora maturare per un probabile loro impiego in serie B.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

ricci esultanza novaraBrescia e Crotone si affronteranno questo venerdì (11 marzo), alle ore 20.30, nell'incontro valevole per la 31.esima giornata di Serie B. La capolista Crotone, inutile dirlo, tenterà di mantenere col coltello tra i denti il primato in classifica anche dopo la trasferta lombarda. Tra i rossoblù torna disponibile Ricci per fine squalifica. In forse la presenza di Budimir per infortunio. Il normale sostituto sembra essere Palladino.

 

Probabili formazioni:
Brescia (4-2-3-1): Minelli, Venuti, Caracciolo, Calabresi, Coly, Martinelli, Mazzitelli, Kupsz, Morosini, Embalo, Geijo. All. Boscaglia

Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Capezzi, Barberis, Martella, Ricci, Palladino, Stoian. All. Juric

 

Le dichiarazioni pre-partita.

Per mister Juric ancora c'è tanta strada da percorrere prima di tagliare il traguardo della serie A. «Le dodici partite rimaste - ha affermato oggi pomeriggio il tecnico - saranno tutte dure giacché ogni avversario avrà un obiettivo da centrare. Il Brescia è in lotta per i play-off e nelle ultime tre partite casalinghe due le ha vinto, una pareggiata. Mister Boscaglia fa praticare un gioco ai suoi i cui ritmi sono sempre elevati. Noi dobbiamo mantenere alta la concentrazione senza abbassare la guardia in difesa dovendo contrastare attaccanti di valore. Budimir - ha annunciato Juric - sicuramente non sarà della partita non essendosi allenato durante la settima per l'infortunio subito nell'incontro con l'Ascoli. Dopo la visita medica che effettuerà all'orecchio sarà più chiara la sua posizione per quanto riguarda la ripresa dell'attività. A parte quest'assenza tutti gli altri sono disponibili e pronti a scendere in campo, compreso Ricci che ha scontato la giornata di squalifica».


claiton spogliatoiAnche per il difensore centrale Claiton questo finale di campionato è abbastanza duro.«Da tifoso rossoblù- ha affermato Claiton – dichiaro che mancano ancora dodici partite e che quindi occorre vincere per dire che abbiamo centrato l'obiettivo». Alla domanda se, ad inizio stagione, si aspettasse un Crotone leader della classifica Claiton ha poi dichiarato: «Sapevamo già dall'inizio della preparazione che il Crotone avrebbe disputato un campionato senza patemi per la salvezza. Siamo andati oltre questa aspettativa, partita dopo partita, e ora dobbiamo solo mantenere la stessa concentrazione per rendere realtà questo bellissimo sogno. Siamo un gruppo bene amalgamato, chiunque gioca non fa rimpiangere mai l'assente e questo grazie all'ottimo lavoro di mister Juric. In occasione del prossimo incontro c'è da lottare dovendo affrontare attaccanti bravi come Geijo e Milanese».

 

Il punto sul march.

Quando il campionato ha iniziato il conto alla rovescia non è consentito a nessuna squadra in lotta per un obiettivo rallentare la marcia. Farlo significherebbe non centrare il traguardo da raggiungere. La capolista Crotone tale intende rimanere dopo aver affrontato il Brescia di Boscaglia. Ciò dovrà avvenire, stando alle affermazioni dei pitagorici e del tecnico, per proprio merito e non per i risultati negativi degli avversari. Tradotto in cifre il Crotone vuole i tre punti dalla prossima trasferta. Per ottenerli deve avere la meglio nei confronti di un avversario, Brescia, che scenderà in campo con l'intento di confermare la zona spareggio promozione. All'andata furono proprio le rondinelle ad imporre il primo pareggio (1-1) casalingo ai pitagorici, gol segnato da Abate a tre minuti dal termine. Anche allora Crotone capolista e Brescia nei play-off.


Per quanto riguarda la prossima probabile formazione rossoblù torna disponibile per fine squalifica l'esterno Ricci che all'andata mise a segno la rete del momentaneo vantaggio. Mancherà di sicuro l'attaccante Budimir per infortunio, il suo posto dovrebbe essere occupato da Palladino. Altro spostamento quello di Balasa difensore destro in sostituzione di Tena. Il sacrificio di Tena avvantaggerebbe la conferma di Di Roberto sulla fascia destra del reparto mediano. Altra novità riguarda i due centrocampisti esterni, non più Paro e Salzano ma Capezzi e Barberis.

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 3 di 5