fbpx
Lunedì, 22 Luglio 2024

SPORT NEWS

juricIl campionato di serie B taglia il traguardo della trentesima giornata. Fari puntati sulla lotta per il vertice della classifica, ridotta ad un solo punticino. È il
Cagliari a mantenere la prima posizione con 61 punti. Una lunghezza in più dell'agguerrito Crotone. Chiude il podio, a -11 dal secondo posto, il Pescara. Il
Crotone di Juric torna a giocare allo Scida questo sabato alle ore 15. L'avversario dei rossoblù calabresi è l'Ascoli di Mangia. I pitagorici con Di Roberto al posto di Ricci (squalificato). Palladino potrebbe essere il sostituto. Dubbi per l'impiego di Capezzi o Salzano a centrocampo. I bianconeri marchigiani confermano lo schieramento 4-4-2. Mister Mangia potrebbe schierare Giorgi al posto di Benedicic e Almici in sostituzione di Cinaglia.

 

Probabili formazioni:

Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Salzano, Barberis, Martella, Palladino, Budimir, Stoian. All. Juric

Ascoli (4-4-2): Lanni, Del Fabro, Canini, Mitrea, Almici, Giorgi, Bianchi, Addae, Jankto, Petagna, Cacia. All. Mangia

Arbitro: Federico La Penna di Roma 1
Coll. Daniele Bindoni (Venezia) – Francesco Fiore (Barletta)
Quarto giudice: Giovanni Luciano di Lamezia Terme

 

Le pre-tattica.

Mister Juric com'è suo solito non si sbilancia troppo sulla probabile formazione e sul traguardo della serie A che sembra ormai uno storico obbiettivo a un passo dall'essere centrato. Il tecnico croato getta sempre acqua sul fuoco dell'entusiasmo. «Per questo traguardo dobbiamo mantenere sempre la massima concentrazione in ogni partita - afferma il tecnico -. L'Ascoli è una buona squadra che si è rafforzata in occasione del calciomercato di gennaio come hanno fatto altre. Un evento che ha cambiato il volto della seconda parte del campionato. La prossima - commenta Juric - sarà una partita dura contro avversari in serie positiva da cinque giornate. Tra i miei giocatori mancherà lo squalificato Ricci e ci sono alcuni dubbi sull'utilizzo di Capezzi o Salzano. Sono contento della prestazione - sottolinea il mister - che sta offrendo Di Roberto in campo ed è possibile un suo impiego anche contro l'Ascoli. Budimir continua ad essere in forma». Ma ormai siamo a meno tredici alla festa del Crotone, il tredici sta per le partite che ancora rimangono da giocare nel normale campionato di serie B. Sabato prossimo arriva l'Ascoli all'Ezio Scida e potrebbe essere un'altra giornata all'insegna dei rossoblù per quanto riguarda la distanza dal vertice e il distacco dalla terza in classifica in considerazione degli impegni della capolista Cagliari in quel di Trapani, e del Pescara in trasferta a Vercelli.


Indipendentemente da questi due risultati, il Crotone di mister Juric guarda in casa propria pensando alla sfida contro l'Ascoli, reduce dalla vittoria (2-1) casalinga contro il Modena nella precedente giornata. Imbattuta da cinque turni (tre pareggi, due vittorie) i bianconeri di mister Mangia cercano altri punti per restare ancora più distanti dalla zona bassa della classifica. La probabile formazione potrebbe contare sull'utilizzo del centrocampista Giorgio e del difensore Almici, in sostituzione di Benedicic e Cinaglia. Mister Juric non avrà disponibile l'attaccante esterno Ricci per squalifica e per quanto riguarda altri giocatori che potrebbero essere della partita quali Ferrari, Barberis, Budimir, Di Roberto, Salzano e Fazzi, pende la spada di Damocle della diffida. Ciò significa che dovranno fare molta attenzione a non procurarsi il cartellino giallo. L'assenza forzata del secondo bomber rossoblù Ricci con all'attivo nove gol, potrebbe favorire il ritorno fin dall'inizio di Palladino sulla fascia destra. L'impiego di De Giorgio quale centrocampista esterno destro dipende da chi giocherà inizialmente a centrocampo tra Capezzi e Salzano. Se la scelta favorirà Capezzi, anche Salzano potrebbe essere della partita ed a rimetterci la presenza sarebbe Di Roberto. All'andata il Crotone colse la sua seconda vittoria esterna contro L'Ascoli ed i tre punti consolidarono la prima posizione dei rossoblù.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

seggiolini stadioTorna in campo la serie B con la 28.esima giornata. Fari puntati sul Crotone che è a -5 punti dalla vetta e +8 dal Pescara terzo. Sabato (ore 15) i ragazzi di mister Juric ospiteranno allo Scida il Vicenza. Si troveranno davanti l'ex di turno che è il difensore Ligi. Nel Crotone assente per squalifica Stoian torna disponibile il difensore Claiton. Budimir in campo fin dall'inizio.

 

Probabili formazioni:
Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Capezzi, Barberis, Martella, Ricci, Palladino, Torromino. All.Juric
Vicenza (4-3-3): Vigorito, Laverone, El Hasni, Ligi, D'Elia, Sbrissa, Bellomo, Signori, Galano, Raicevic, Giacomelli. All. Marino
Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata
Coll. Emanuele Prenna (Molfetta) – Giuseppe Opromolla (salerno)
Quarto giudice: Vito Mastrodonato di Molfetta

 

La pretattica.

Tre incontri in otto giorni di cui il Crotone ne giocherà due in casa. Si inizia con il Vicenza questo sabato tra le mura amiche. Poi sarà la volta del Livorno in trasferta martedì primo marzo e quindi di nuovo all'Ezio Scida, dopo quattro giorni, dove si presenterà l'Ascoli. L'attuale classifica afferma che si tratta di squadre impelagate nella parte bassa della classifica, dunque insidiosissime.

 

Mister Juric al momento non vuole discutere degli incontri futuri, ma si sofferma a parlare del prossimo avversario che, a suo modo di pensare, non merita l'attuale posizione di classifica. «Tra i miei giocatori - ha dichiarato Juric - mancherà per squalifica l'attaccante esterno Stoian e al suo posto potrebbe giocare De Giorgio o Palladino. Il Vicenza è una buona squadra - ha sottolineato il tecnico - che annovera ottimi elementi tra cui il difensore ex rossoblù Ligi e Giacomelli. Sarà una sfida aperta - ha pronosticato Juric - che evidenzierà un buon calcio. Il tecnico Marino conosce bene la categoria e sa come impostare la sua squadra per ben figurare. Budimir - ha rassicurato il tecnico - ha dimostrato nel corso della settimana di essere tornato in forma. Gli avversari rispettano il Crotone per quello che esprime in campo e questo ci obbliga a fare sempre bene. L'unico neo - ha commentato Juric - è che ancora non riusciamo a cancellare i gol che subiamo su calci piazzati e che a volte ci mettono in condizioni di dover rincorrere il risultato. Noi, invece, fino ad ora non siamo mai riusciti a mettere dentro il pallone su calci di punizione dal limite. Mi piace vedere i miei giocatori arrivare nell'area avversaria attraverso il possesso palla e non scavalcando il centrocampo con lunghi traversoni. Nelle prossime partite - ha annunciato Juric - vorrei utilizzare più giocatori possibili per avere in campo una formazione sempre fresca atleticamente. L'impiego di Di Roberto come quinto di centrocampo è nelle cose possibili».


Il tesoretto degli otto punti accumulati dal Crotone nei confronti del Pescara (terzo in classifica) consente di viaggiare a velocità di crociera verso la serie A, ma non senza insidie: mai distrarsi, infatti, nel percorrere i chilometri che mancano al traguardo. Contro il Vicenza, squadra in piena lotta play-out, la conquista dei tre punti tra le mura amiche non potrà essere ancora rinviata. La tifoseria rossoblù aspetta che questo avvenga da due giornate.

 

Nel Crotone non ci sarà l'esterno sinistro Stoian per squalifica, ma tornerà disponibile il difensore centrale Claiton il cui impiego in partita sembra essere certo in sostituzione di Cremonesi. Fin dall'inizio potrebbero essere in campo l'attaccante Palladino o l'esterno De Giorgio. L'uno o l'altro in sostituzione dello squalificato Stoian. Ma potrebbero esserci entrambi se il tecnico rossoblù decidesse di concedere un turno di riposo a Ricci in considerazione dei tre turni ravvicinati. Altra novità a proposito degli undici iniziali potrebbe riguardare Di Roberto centrocampista esterno destro in sostituzione di Zampano. In campo fin dall'inizio l'attaccante Budimir che, a parere di Juric, è tornato in buona forma dopo la non brillante prestazione di Salerno. Dal fronte opposto mister Marino, reduce da due pareggi consecutivi, è orientato a confermare gli stessi undici che hanno pareggiato in casa contro l'Avellino che, a parere del tecnico, hanno giocato una buona gara.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

stadio arechiOggi penultimo allenamento per i rossoblù, dopo il riposo concesso ieri da mister Juric, in vista della gara contro la Salernitana valevole per la ventisettesima giornata di Serie B. Salernitana e Crotone si affronteranno allo stadio Arechi domenica 21 febbraio alle ore 12.30. Locali senza l'ex Gabionetta squalificato. Altre vecchie conoscenze del Crotone sono il tecnico Leonardo Menichini, l'attaccante Tounkara e il centrocampista Zito. Nel Crotone non certa la presenza del difensore Claiton (problemi ad un tendine).

 

Probabili formazioni:
Salernitana (3-5-2): Terracciano, Berardi, Pestrin, Ceccarelli, Franco, Bovo, Moro, Oikonomidis, Colombo, Coda, Donnarumma. All.Menichini

Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton (Cremonesi), Ferrari, Di Roberto, Capezzi, Barberis, Martella, Ricci, Budimir, Stoian. All. Juric

Arbitro: Davide Ghersini di Genova
Coll. Vincenzo Soricaro ( Barletta) – Alfonso D'Apice (Parma)
Quarto giudice: Fabrizio Pasqua di Tivoli

 

Il commento pre-partita.

L'atteggiamento di una parte della tifoseria rossoblù manifestato nel corso dell'ultimo incontro casalingo del Crotone contro la Pro Vercelli, incontro terminato in parità (1-1), è stato commentato da mister Juric anche nel corso della conferenza stampa pre trasferta di Salerno. «Non condivido l'atteggiamento di una parte della tifoseria – ha dichiarato Juric – mantenuto durante la partita contro la Pro Vercelli. Il Crotone merita il rispetto di tutti per ciò che sta facendo in questo campionato. La storia del Crotone in serie B - ha rincarato il tecnico - non ha mai toccato simili traguardi. Questo grazie ad una società seria che sa come operare ed all'impegno che tutti i giocatori mettono in campo. Contro la Pro Vercelli - ha stigmatizzato Juric - abbiamo subito troppi fischi ingiustificati. Chi fischia l'attuale Crotone non è, per me, gradito allo stadio ed è meglio che non ci viene. Siamo in corsa per un traguardo storico e tutta la città, stampa inclusa, deve stringersi attorno alla squadra. Quando si lotta per la promozione - ha esortato - l'Ezio Scida si deve trasformare in una bolgia durante l'incontro. Invece si fischia un giocatore come Ricci perché sbaglia qualche traversone. Visto quello che stiamo facendo - ha proseguito - non dobbiamo giustificarci per qualche prestazione meno bella il cui risultato finale è un pareggio. Tutti i miei giocatori vogliono conquistare la serie A, in modo particolare Di Roberto che in carriera non ha mai vinto niente». A Salerno il Crotone si presenta con cinque vittorie, due pareggi, conquistati negli ultimi sette incontri lontano dalle mura dell'Ezio Scida. La serie positiva e i gol realizzati evidenziano una squadra leader quando gioca in trasferta, indipendentemente dalla classifica degli avversari. Il testa coda di domenica 21 febbraio, ore 12.30, sul terreno dell'Arechi sarà un altro difficilissimo impegno, dovendo affrontare una squadra che intende riscattarsi dopo la sconfitta di Terni (4-0) e la contestazione dei propri tifosi. Si giocherà sapendo già dei risultati delle partite evase sabato, tra cui l'incontro clou tra la capolista Cagliari e il Pescara terzo: questo potrebbe essere un vantaggio per i rossoblù. Tra i locali, penultimi in classifica, mancherà l'ex attaccante Gabionetta per squalifica. Ci sarà il tecnico Menichini tornato alla guida dei granata da due giornate dopo essere stato licenziato dal presidente Lotito all'indomani della promozione in serie B. Altri ex, sempre se scenderanno in campo, sono il centrocampista Zito e l'attaccante Tounkara. Quest'ultimo passato alla Salernitana in occasione del calciomercato di gennaio. Crotone a Salerno con la consapevolezza dell'importanza del risultato finale per i rispettivi obiettivi. Tra gli undici rossoblù iniziali ci saranno sicuramente degli avvicendamenti per concedere qualche turno di riposo a chi sta tirando la carretta dall'inizio della stagione. In forse il difensore centrale Claiton per motivi fisici (problemi ad un tendine) che lo sta tenendo lontano dagli allenamenti. Se sabato Claiton dovesse allenarsi potrebbe essere dell'incontro, ha affermato Juric. Per quanto riguarda i convocati, tutti i disponibili faranno parte della trasferta di Salerno. Tra i locali mancherà lo squalificato Gabionetta, il giocatore dopo le prime cinque giornate di campionato è completamente scomparso come goleador. La presenza del centrocampista Zito e dell'attaccante Tounkara è data per certa. Mister Menichini intende sfruttare la "rabbia degli ex" per mettere in difficoltà gli avversari. Presenze a parte, dell'una e dell'altra squadra, si tratta di un testa coda il cui risultato finale potrebbe lasciare il segno.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

Sabato, per la ventitreesima giornata del campionato di Serie B, la capolista Crotone sarà impegnata in quel di Novara. Problemi fisici per Yao, Ferrari e Sabbione. Locali senza i difensori Dell'Orco e Faraoni squalificati. La partita sarà arbitrata dal signor Eugenio Abbattista di Molfetta. Verrà affiancato dai collaboratori Matteo Bettegani (Terni) e Marco Chiocchi (Foligno), mentre il quarto uomo sarà Daniele Chiffi di Padova.

Probabili formazioni:
Novara (4-2-3-1): Da Costa, Ludi, Troest, Poli, Dickmann, Casarini, Viola, Faragò, Gonzales, Corazza, Galabinov. All. Baroni.

Crotone (3-4-3): Cordaz, Yao (Balasa), Claiton, Ferrari (Cremonesi), Balasa (Zampano), Capezzi, Barberis, Martella, Ricci, Budimir, Stoian. All. Juric.

 

Le ultimissime.

Nel ricordo del 5-1 a favore dei piemontesi stagione 2012/2013 e del pareggio (1-1) campionato 2013/2014 si contano i precedenti del prossimo incontro tra la capolista Crotone e il Novara terzo in classifica. Il Novara è reduce da due sconfitte consecutive contro Modena e Latina, il Crotone, invece, marcia in senso opposto, avendo sconfitto prima l'Entella in trasferta e poi il Cagliari all'Ezio Scida. Da parte dei piemontesi anche il ricordo della sconfitta subìta contro il Crotone all'Ezio Scida durante la seconda giornata d'andata di questo campionato. Una sconfitta arrivata grazie alle due prodezze di Torromino e Budimir quando ormai sembrava fatta per gli uomini di Baroni. Da quella prima vittoria casalinga è poi iniziata la scalata rossoblù al vertice della classifica. In occasione del prossimo incontro non mancheranno le indecisioni da parte dei due tecnici a proposito delle rispettive formazioni. Mister Baroni non potrà schierare per motivi di squalifica i difensori Dell'Orco e Faraoni. Al loro posto in pole position Ludi e Dickmann. Per il resto della formazione è scontato la presenza dei nove/undicesimi sconfitti a Latina. Punta avanzata sempre Galabinov con alle spalle il trio Faragò, Gonzales, Corazza. Frangi flutti il duo Casarini, Viola con il compito di alleggerire il lavoro del quartetto difensivo composta da Ludi, Troest, Poli, Dickmann.
I problemi di mister Juric riguardano le condizioni fisiche di Yao, Ferrari, Sabbione. «I tre giocatori non si sono allenati in questi giorni – ha affermato Juric – spero di recuperarli per sabato altrimenti dovrò effettuare qualche cambio alla formazione». Se sarà confermata la loro indisponibilità ci dovrebbe essere l'impiego di Balasa difensore destro e Cremonesi difensore centrale. L'impiego di Balasa come terzo uomo di difesa significherebbe l'utilizzo di Zampano centrocampista esterno destro. Ed a proposito del Novara mister Juric ha affremato: «È una squadra che ha molti giocatori di serie superiore, la mancanza di qualcuno non sminuirà il loro valore tecnico. L'attuale distanza di punti che c'è tra noi e loro è relativa. Bastano due vittorie consecutive per compensarla. Per quanto riguarda il campionato, adesso si gioca la sua parte più difficile. Guai a snobbare l'avversario di turno per il posto che occupa in classifica. L'unica sconfitta casalinga del Novara è stata contro il Como fanalino di coda. Dobbiamo rimanere sempre concentrati al massimo durante tutta la partita. Il Novara giocherà con l'intento di bloccare la capolista». Per quanto riguarda l'affermazione del presidente Raffaele Vrenna: «La serie A la può perdere soltanto il Crotone»; mister Juric non è d'accordo: «Il campionato è ancora lungo e le insidie sono sempre in agguato».

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

drago juricSono arrivati i convocati di Crotone-Cesena da parte dei due tecnici. Il rossoblù Palladino non sarà della partita per infortunio, dubbi anche per Yao e Sabbione. Tra gli ospiti assenti gli ex Mazzotta, Djuric, Ciano.

 

Le probabili formazioni.
Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton, Cremonesi, Zampano, Paro, Capezzi, Martella, Ricci, Budimir, Stoian. All. Juric

Cesena (4-3-3): Gomis, Perico, Magnusson, Caldara, Renzetti, Kessiè, Sensi, Koné, Molina, Ragusa, Garritano. All. Drago

 

Arbitro: Daniele Ghiffi di Padova
Coll. Stefano Liberti (Pisa) – Luca Mondin (Treviso)
Quarto giudice: Edoardo Paolini di Ascoli Piceno.

 

La pretattica.

Il difficile impegno contro il Cesena (sedicesimo turno) ha un sapore diverso rispetto agli altri impegnativi incontri di tutto il girone. La sfida di sabato 5 dicembre, infatti, metterà di fronte il tecnico crotonese doc Massimo Drago contro la sua città. Il tecnico troverà inoltre gran parte dei giocatori che ha avuto al suo servizio nella passata stagione. Se lo stato fisico di alcuni bianconeri cesenati fosse stato buono, sul terreno dell'Ezio Scida ci sarebbe stata una vera rimpatriata di ex rossoblù tutti allenati da Drago ai tempi del Crotone. Nell'elenco dei convocati per il match contro il Crotone non figurano per motivi fisici gli ex Djuric, Ciano, Mazzotta, mentre ci sarà il portiere Gomis anche lui ex rossoblù. Per mister Drago sarà sicuramente una grande emozione incontrare tutte quelle persone con cui ha lavorato in questi anni, ma essa durerà fino al momento in cui l'arbitro fischierà l'inizio della partita. Dopo dovrà Drago preoccuparsi di far gestire bene l'incontro ai suoi giocatori contro un Crotone che sta attraversando un ottimo stato di forma e di grazia. La formazione che scenderà inizialmente in campo dovrà essere estrapolata dai seguenti 22 convocati: Agliardi, Renzetti, Cascione, Sensi, Lucchini, Valzania, Tabanelli, Ragusa, Caldara, Garritano, Molina, Succi, Varano, Gomis, Kone, Perico, Moncini, Rossetti, Menegatti, Kessie, De Col, Magnusson. Mister Juric non teme il fatto che molti suoi giocatori sono stati alle direttive di Drago la passata stagione e questo potrebbe favorire l'avversario. «Drago è un bravo allenatore – ha dichiarato in sala stampa Juric –, ma non avrà nessun vantaggio dal fatto che conosce bene molti dei miei giocatori per averli avuti la passata stagione al Crotone. Una squadra si identifica con i metodi del tecnico. Quelli dello scorso campionato fanno un diverso allenamento e giocano in altro modo. Inoltre, chi oggi nel Crotone è quasi sempre presente, l'anno scorso giocava pochissimo. Ma a parte queste considerazioni sarà una partita durissima che dobbiamo giocare con la massima concentrazione. Il Cesena ha elementi che provengono dalla massima serie. Speriamo di essere al top della condizione fisica dopo aver speso molto contro il Milan a causa degli extra team che non avevamo considerato. Palladino non farà parte dei convocati per motivi fisici ed in forse anche Sabbione, ha disertato alcuni giorni di allenamento a causa dell'influenza, e Yao che ha alcuni problemi». Dai dubbi della convocazione per alcuni giocatori, ci potrebbe essere la certezza dell'impiego iniziale di Matteo Paro nei confronti del quale Juric ha avuto parole di elogio per come ha giocato a Milano. «Matteo Paro è un giocatore che ha classe da vendere. È un riferimento tecnico per tutti gli altri miei centrocampisti e con lui in campo il Crotone guadagna in qualità».

 

 

 

Pubblicato in Sport

lanciano crotone juric2L'elenco stilato da mister Juric il match di domani all'Ezio Scida con la Ternana (ore 15) comprende ventidue giocatori. Si tratta di Cordaz, Stoian, Claiton, Cremonesi, Yao, Ricci, Balasa, De Giorgio, Torromino, Maniero, Ferrari, Palladino, Budimir, Barberis, Paro, Galli, Festa, Modesto, Martella, Sabbione, Zampano, Capezzi. La probabile formazione che si opporrà a quella ospite potrebbe comprendere il debutto dell'ex nazionale Palladino dall'inizio o comunque in corso d'opera. È ciò che attendono i tifosi rossoblù che, ancora una volta, saranno numerosi sulle gradinate dello Scida. Certa invece è la presenza fin dall'inizio di Cordaz tra i pali; di Yao, Claiton, Ferrari difensori; di Zampano, Capezzi, Barberis, Martella centrocampisti; e di Ricci, Budimir (Palladino), Stoian a comporre il trio di attacco. Non del tutto scontata l'assenza del centrocampista Paro che a proposito della partita di Lanciano ha incassato i complimenti di mister Juric. La sua eventuale conferma potrebbe costare il posto a Barberis inizialmente. E sempre in fatto di assolute novità potrebbe esserci quella del centrocampista Sabbione tornato in piena forma.

 

Ternana.
Saranno ventuno i giocatori dai quali mister Roberto Breda estrapolerà gli undici iniziali da mandare in campo. Nell'elenco dei convocati oltre allo squalificato difensore Vitale non figurano l'attaccante Dugandzic (distorsione alla caviglia) e il centrocampista Coppola. La rosa dei convocati comprende Mazzoni, Sala (portieri). Masi, Meccariello, Gonzales, Lo Porto, Zanon, Janse, Valjent (difensori). Busellato, Fuelan, Belloni, Dianda, Signorelli, Grossi, Zampa, Palumbo (centrocampisti). Avenatti, Ceravolo, Gondo, Falletti. Gli undici più accreditati per affrontare inizialmente il Crotone con il modulo (4-2-3-1) preferito da Breda sono: Mazzoni in porta. Zanon, Gonzales, Meccariello, Masi, sulla linea difensiva. Furlan, Busellato davanti alla difesa a fare da frangi flutti. Palumbo, Avenatti, Falletti il trio di centrocampo pronto a trasformarsi in attaccanti. Punta avanzata Ceravolo.

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 4 di 5