fbpx
Domenica, 14 Luglio 2024

SPORT NEWS

pallanuoto3Immediato il riscatto della R.N. Auditore alla seconda di campionato. La formazione crotonese ha liquidato con un perentorio 13-2 la pratica Conversano con una gara a tratti molto positiva anche se mister Arcuri dovrà lavorare ancora molto per incrementare le capacità realizzative della sua squadra. Probabilmente la tensione per l'esordio casalingo, associato alla giovane età dei giocatori, hanno "bloccato" il team crotonese nei primi due tempi dove si è creato molto, ma concretizzato poco. Gran gioco infatti e grande ritmo che non sono serviti però a prendere il largo dai volenterosi avversari. Troppe conclusioni a rete fallite da Arcuri e compagni e, paradossalmente, eccellente proficuità solo nelle superiorità numeriche con un 50% di conclusioni positive nella rete avversaria che rappresenta un dato significativo da sottolineare. Ma sono stati gli errori in "controfuga" a penalizzare la formazione crotonese tanto da mantenere "in partita" i pugliesi fino a metà gara. I giovani dell'Auditore sono riusciti facilmente a presentarsi davanti alla porta avversaria e con altrettanta facilità a sbagliare il tiro o l'ultimo passaggio. Troppa precipitazione, forse, che il tecnico pitagorico saprà gestire per il futuro. La doppietta di Aldo Pantisano (foto, atleta impegnato al tiro) al primo parziale e la rete di Candigliota nel secondo sono state "compensate" dalle segnature di Boniello e Polignano del Conversano. Tre a due per i padroni di casa al cambio campo con la soddisfazione dei baresi, consci di essere nonostante tutto ancora in partita, e la preoccupazione dei crotonesi per un risultato non conforme alle differenze in campo evidenziate e nonostante il volume di gioco espresso e le occasioni sciupate. Al terzo tempo la svolta dell'incontro. Riganello e compagni aumentano il pressing sui portatori di palla ed il Bio Sport si spegne inesorabilmente. Vengono "a galla" le differenze atletiche con i pitagorici pimpanti e volitivi ed i pugliesi in evidente affanno sia in fase offensiva, grazie anche ad un portiere Adamo in gran forma, che e soprattutto in fase difensiva dove gli ospiti non riescono a più contrastare efficacemente gli attaccanti dell'Auditore. Un parziale di 6-0 che la dice tutta sul "cambio di passo" dei pitagorici con il Bio Sport oramai inerme e conscio che l'incontro è incanalato verso la sconfitta. Segnano a raffica Bellezza e Candigliota, due reti ciascuno, ancora Pantisano e Greco. Quarta ed ultima frazione di gioco con l'Auditore a gestire il vantaggio ed a giocare in scioltezza ed il Conversano caparbiamente alla ricerca del goal per limitare il passivo. Ma oramai le differenze in acqua appaiono incolmabili. La Rari segna ancora con Riganello, Bellezza, Pantisano e Scorza, quest'ultimo con un gran gesto atletico applaudito dai tifosi presenti. Tredici a due alla fine del match con un'Auditore ritrovata e pronta a proseguire la striscia positiva nel prossimo impegno, ancora casalingo del 28 febbraio (questo sabato) contro il Meridiana Taranto. Buono l'arbitraggio del signor Perrelli di Cosenza.

 

Tabellino.

R.N. AUDITORE CROTONE        13

BIO SPORT CONVERSANO          2


R.N. AUDITORE CROTONE: Adamo, Oppido P., Greco, Arcuri V., Candigliota, Campagna, Riganello, Bellezza, Basile, Pantisano, Scorza, Oppido, Amatruda. Tecnico: Sig. Francesco Arcuri
BIO SPORT CONVERSANO: Martellotta, Russo, Alanza, Pascazio, Lorusso, Concina, Diana, Boniello, Camicia, Polignano, Fari', Roncone, Luizzi. Tecnico: Sig. Cito Giancarlo

 

Direttore di Gara: Sig. Perrelli di Cosenza

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

Che pazza e che bella questa Puliverde Crotone. Ancora una volta la squadra ha dimostrato di non essere inferiore a nessuno e di essere viva e presente quando il gioco si fa duro. Il Crotone torna dall'impossibile trasferta di Altamura con una sconfitta, ma ha fatto dannare l'anima alla seconda forza del campionato che ha avuto la meglio per un solo gol di scarto. Una prestazione maiuscola per il ragazzi del tecnico Antonio Cusato che hanno reso la vita difficile ad una Pallamano Altamura che si è confermata squadra quadrata e forte in ogni reparto. Trasferta complicata anche per l'assenza del portiere Luigi Cortese lontano da Crotone per impegni di studio, dell'ala destra Domanico Malerba che nell'ultimo allenamento ha rimediato una botta alla caviglia destra ed ha dovuto rinunciare alla convocazione, ma ancora più pesante è stata l'assenza del tecnico Cusato che ha dovuto scontare una giornata di squalifica ed ha seguito la partita dagli spalti tentando invanamente di farsi sentire dai suoi ragazzi. Nelle insolite vesti di allenatore in panchina ha preso posto il presidente Claudio Liotti. La Puliverde che non ti aspetti dunque che esce sconfitta da Sogliano Cavuor e che sette giorni dopo invece fa la voce grossa sul campo della seconda forza del campionato e sfiora la vittoria. Ma anche la solita Puliverde troppo sprecona che sciupa occasioni su occasioni anche quelle più semplici. Contro una difesa difficile da affrontare come quella dell'Altamura il Crotone ha giocato una grande partita in fase offensiva, ha liberato ottimamente i giocatori al tiro che però quasi sistematicamente hanno sbagliato la conclusione. Eccetto questo la Puliverde ha giocato una partita perfetta prendendola in mano fin da subito tanto che i padroni di casa sono passati in vantaggio per la prima volta dopo ben ventisette minuti. Questo dato la dice lunga sull'andamento della partita. I rossoblù hanno chiuso il primo tempo in vantaggio di una rete. Nel secondo tempo la gara è andata avanti punto a punto fino a quando le forze e la lucidità sono mancate al Crotone ed un sornione Altamura è stato bravissimo ad approfittarne. I padroni di casa piazzano un breck di quattro punti che alla fine risulterà decisivo. Ma l'incontro non è terminato perché con caparbietà la Puliverde si fa sotto e si avvicina paurosamente ad un Altamura che alla fine resiste. Peccato per gli ospiti che avrebbero meritato il pareggio. Il momento nero per quanto riguarda le assenze però sembra non avere fine. In settimana mancherà Cusato che per impegni di lavoro non sarà a Crotone, inoltre per la partita di sabato prossimo, l'ultima in casa della regular season mancheranno sicuramente Alessandro Fiorenze che come Cortese sarà impegnato con gli studi. Restano da verificare le condizioni di Malerba, ma un suo recupero appare improbabile. In dubbio anche Roberto Perri che rischia di saltare la partita per impegni lavorativi.

 

Tabellino.

Pallamano Altamura        24

Puliverde Crotone:           23

(risultato pt: 12 - 13)

 

PALLAMANO ALTAMURA: Loporcaro, Tragni T. 4, Cannito, Baldassarra 8, Intini, Ventura, Luisi 4, Tragni A. 4, Tubito, Fiore, Lanzolla, Colamonaco 1, Loizzo 1, Macella 2. All.: Pepe.

PULIVERDE CROTONE: Lo Guarro, Perri 6, Gentile, Pedullà 11, Fiorenza A. 3, Lonetto 1, Palermo 1, Fiorenza M., Vrenna 1, Mariano. All.: Cusato.

ARBITRI: Intini e Suraco

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

volley capocasaleVittoria facile facile per la Metal Carpenteria Crotone che si sbarazza in poco più di un'ora di una G.M. Volley Cosenza apparsa volenteroso ma che nulla ha potuto contro la forza di Bitonti e compagne. Il divario tecnico tra le due squadre era troppo netto e si è visto fin dalle primissime battute. A dare una mano alla Pallavolo Crotone è stato anche corposissimo pubblico arrivato al Palakrò che come sempre ha sostenuto dal primo all'ultimo scambio la squadra di mister Asteriti. Sugli spalti come sempre anche gli alunni del plesso di via Saffo dell'Istituto comprensivo "Alcmeone" che un paio di mesi fa ha avviato un progetto con la società pitagorica che sta riscuotendo un grandissimo successo. Per ciò che riguarda la cronaca Asteriti sceglie come formazione iniziale Marta Negroni in cabina di regia, Cesario libero, Debora Cosentino e Antonella De Franco come centrali, il capitano Bitonti opposto con Reale e Ceravolo di banda. La resistenza cosentina dura solo pochi scambi, si arriva fino all'otto pari ma da quel momento in poi la Metal Carpenteria mette le ali e va a chiudere 25-14. Tra il primo e il secondo set si è tenuta la cerimonia di consegna ufficiale di un defibrillatore che è stato donato dalla tabaccheria Maiolo di Isola capo Rizzuto alla Pallavolo Crotone, il titolare dell'esercizio commerciale ha consegnato direttamente nelle mani del presidente Capocasale questo importante strumento che naturalmente ci si augura di non dover mai usare ma di cui ogni palestra dovrebbe essere dotata. Nel secondo parziale Asteriti decide di gettare nella mischia Marta Scida come centrale al posto di Debora Cosentino e Maria Malena per Silvia Reale. La musica è sempre la stessa, sugli spalti continua lo spettacolo, le crotonesi si concedono una piccola pausa ma chiudono senza problemi 25-19. Nell'ultimo gioco il tecnico pitagorico decide di dar spazio anche alla giovane Aryanna Muscò come palleggiatrice, Cosenza getta i remi in barca e la partita passa agli archivi velocemente. "E' stato un buon test – ha dichiarato Asteriti a fine gara – abbiamo avuto modo di vedere all'opera anche diverse ragazze del settore giovanile che si allenano duramente e che fanno parte anche della prima squadra. Il nostro percorso continua con l'obiettivo di arrivare nel migliore dei modi nella fase cruciale della stagione".

 

Tabellino.
(Parziali: 25-14, 25-19, 25-9)
Metal Carpenteria Kr: Bitonti, D. Cosentino, Negroni, De Franco, Malena, Ceravolo, Reale, Cesario (L), Scida, Muscò, A. Cosentino, Sitra. All.: Asteriti.
G.M. Volley Cosenza: Bruno, Vetere, Senatore, Calvelli, Tuoto, C. Di Lieto, F. Di Lieto, Maione.

 

Classifica.

Yamamay Lamezia 51

Antico Casale 44

Eurofiscon Palmi 44

METAL CARPENTERIA KR 38

Panificio Colacchio 38

Deseta Cs 32

Avolio 32

Di Dieco 31

Costa Viola 25

Elio Sozzi 20

Fidelis Torretta 13

Paper Moon 13

G.M. 11

Stella Azzurra 10

Sensation 8

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

La New Team vince contro il Ragusa, alla fine di una partita intensa e quasi sempre dominata, i ragazzi della New Team si aggiudicano la partita. Cambio alla guida della squadra crotonese e cambio di marcia in campo per i pitagorici. Dopo le dimissioni del coach Pullano, sulla panchina della New Team è arrivato il nuovo allenatore Ugo Maeran che ha subito ottenuto punti ed entusiasmo davanti al pubblico di casa. Dopo le non brillanti prestazioni delle ultime settimane, l'avvio di partita fa intuire che la squadra scesa in campo ha intenzione di fare risultato. Da subito in vantaggio, i ragazzi della New Team sembrano aver ritrovato convinzione e soprattutto precisione a canestro. Il capitano Lo Giacco corre e regala belle giocate, non sono da meno Cristian Venuto, Antonio Infelise e Billy Fall, ma in realtà è tutta la squadra a giocare bene. I siciliani ci provano e dopo essere stati sotto in media di 10 punti per tutta la partita, sul finale provano a riagguantare i crotonesi, a due minuti dalla fine il vantaggio dei crotonesi si riduce da +10 a +3 . Quando manca un minuto Infelise mette a segno un canestro da 3 punti e riporta la New Team sul punteggio di 68 a 62, ma i siciliani non ci stanno e a 13 secondi dalla fine sul punteggio di 68 a 66, Venuto grazie a due tiri liberi porta la new Team sul punteggio di 69 a 66, vantaggio di 3 punti per i crotonesi, e ancora grazie ai tiri liberi, questa volta Billy Fall a 9 secondi dalla fine accumula altro vantaggio. I secondi finali sono concitati e spezzati dalle due panchine che chiamano i tie break, ma alla fine la New Team vince e chiude sul punteggio di 71 a 66. La formazione allenata da Maeran tornerà al Palamilone il 21 marzo per la partita contro il Peppino Cocuzza, due impegni consecutivi in trasferta per la New Team, domenica 1 marzo a Palermo e il 15 marzo a Milazzo.

 

Tabellino.

New Team                      71

Basket Club Ragusa     66


New Team: Di Vico E. (0), Fall B.( 17), Venuto C.(14), Dell'Uomo S. (0), Calabretta L.(2), Infelise A. (17), Rotundo a. ( 10), Lo Giacco R. (11). All. : Ugo Maeran
Basket Club Ragusa: Vacirca A. ( 0), Boiardi D. ( 15), Cintolo E.(4), Cataldi S. ( 4), Scalone S.( 0), Sorrentino A. ( 16), Iabichella M. (11), Ferlito V.( 3), Canzonieri G.( 4), Sorrentino Alessandro (9). All.: Massimo Di Gregorio.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

Impegno proibitivo per la Puliverde Crotone che oggi pomeriggio fa visita alla Pallamano Altamura seconda forza del campionato. Una partita che sulla carta si presenta impossibile per il Crotone. Classifica alla mano non ci dovrebbe essere storia, ma alla Puliverde piace sovvertire i pronostici e quindi giocherà per fare una sgambetto all'Altamura e riprendersi quanto lasciato sul campo del Sogliano Cavour una settimana fa. Seconda trasferta consecutiva per i ragazzi dei tecnici Antonio Cusato e Stefano Liviera che non sono certo intenzionati a fare da vittima sacrificale, ma anzi vogliono fare di tutto per dare del filo da torcere all'Altumara. Dal parquet si può uscire anche battuti, ma bisogna farlo a testa alta dopo aver dato tutto e reso la vita impossibile ad un avversario che è comunque più forte. A tre partite dal termine bisogna conquistare punti pesanti per l'ingresso ai playoff e per avere una posizione buona in modo tale da affrontare una squadra che ha avuto una classifica peggiore nel girone campano. In casa Crotone si registra il rientro del jolly Giuseppe Mariano giocatore capace di ricoprire più ruoli e che soprattutto da un contributo notevole nella fase difensiva. Unico assente il portierone Luigi Cortese ancora impegnato con gli studi, il suo rientro è previsto per la metà di marzo. A far la guardia ai pali sarà Cristian Lo Guarro, ma si registra anche il rientro dell'altro portiere Massimiliano Fiorenza. A parte questa assenza i tecnici possono contare su tutto l'organico che in settimana ha lavorato sodo per colmare le lacune emerse sabato scorso contro il Sogliano Cavour. Tutti hanno dato il massimo per conquistarsi la convocazione, ma i tecnici decideranno all'ultimo momento utile.

Pubblicato in Sport

Ritorna in campo la Metal Carpenteria Crotone che dopo la sconfitta maturata lo scorso fine settimana sul campo del Castrovillari al termine di una partita molto emozionante finita solo al tie-break, giocherà nuovamente in casa contro la GM Volley di Cosenza, formazione penultima in classifica e che non dovrebbe impensierire più di tanto di pitagoriche. Il pronostico naturalmente tutto dalla parte della squadra di mister Asteriti che in settimana ha avuto modo di analizzare anche quello che è stato l'ultimo impegno di campionato e quella sconfitta che in fondo può starci contro un gruppo di giovanissime che ormai da diversi anni sta dando del filo da torcere a tutte le corazzate del campionato. Inoltre ha influito moltissimo l'assenza del capitano Nina Bitonti, giocatrice capace di garantire tra i 20 ei 25 punti a partita. Non un atleta qualunque quindi e che già domenica dovrebbe essere nuovamente a disposizione del tecnico crotonese. È la classica partita in cui la Metal Carpenteria tutto da perdere e di conseguenza non ci si può permettere di sottovalutare un avversario ti arriverà a Crotone senza l'assillo di fare il risultato e quindi con la testa sgombra. Le pitagoriche però vorranno a tutti i costi dedicare la vittoria al presidente Capocasale che in settimana è stato colpito da un grave lutto familiare in quanto è venuto a mancare il papà Pietro amante dello sport è sempre vicino al mondo della pallavolo Crotone. Pochi giorni fa inoltre la società crotonese ha diramato sul proprio sito ufficiale un comunicato con il quale esprime propria vicinanza al suo presidente: «La Asd Pallavolo Crotone si stringe attorno al suo presidente Giovanni Capocasale per la perdita dell'amato papà, una persona eccezionale, grande amante dello sport e dai valori altissimi. In questo momento di tristezza la grande famiglia della Pallavolo Crotone si unisce in un unico grande abbraccio. Siamo convinti che il dottor Pietro, medico di tutti, ci guiderà dall'alto e tiferà per noi da una posizione speciale».

Pubblicato in Sport
Pagina 9 di 11