fbpx
Martedì, 16 Luglio 2024

SPORT NEWS

Harakiri Crotone a Cerignola: rossoblù in vantaggio, poi doppiati nel finale

Posted On Sabato, 27 Gennaio 2024 22:54 Scritto da Giuseppe Livadoti

Serie C NOW 23esima giornata | Crotone superato dopo il doppio vantaggio con quattro gol al passivo.  

 

 

Tabellino

Audacia Cerignola  4

Crotone                     2

Marcatori: 26° Gonnelli (aut.), 39° D'Ursi, 66° Malcore, 78° D'Andrea, 89° D'Andrea, 95° D'Andrea  

Cerignola (4-2-3-1): Krapikas (Trezza), Capomaggio, Tentardini, Rizzo (Russo), Tascone (Maza), Z. Ruggero, Bianco (Visentin), Gonnelli, Malcore, Leonetti (Neglia), D'Andrea. All. Tisci  

Crotone (3-5-2): Dini, Papini (Bove), Altobelli, Loiacono, Tribuzzi, Vitale (Vinicius), Felippe (Jurcec), D'Ursi (Bruzzaniti), Giron, Tumminello, Gomez.  All. Zauli  

Arbitro: Matteo Centi di Terni

Ass. Franco Iacovacci di Latina – Domenico Castro di Livorno

Quarto giudice a bordo campo: Domenico Petraglione di Termoli

Ammoniti: Rizzo, Loiacono, Dini, Altobelli Angoli: 5 a 4 per la Cerignola

Recupero: 2 e 5 minuti 

Il commento. Il quinto successo consecutivo in trasferta dei pitagorici non si è concretizzato. Distanza dalla capolista Juve Stabia, vittoriosa (1-3) in quel di Potenza, aumentata a nove punti. Questo non doveva avvenire dopo il pareggio ultimo casalingo contro la Virtus Francavilla e così non è stato. Annullata, anche, la tradizione che voleva il Crotone vittorioso sul terreno del  “Monterosi”. La pesante sconfitta un viatico insito alle squadre che lottano per non retrocedere. Per l’Audacia Cerignola, invece, si è trattato del ritorno alla vittoria con un secondo tempo da vera squadra e un goleador capace come D’Andre. Entusiasmo a non finire per i tifosi locali e per il tecnico Tisci. Non era facile gestire bene da parte dei pitagorici la sfida contro un avversario che trovandosi ai limiti della zona play-off cercava il successo per rimanerci. Assenti Leo, Gigliotti, Wuthaj e Vinicius, mister Zauli ha schierato inizialmente la novità Altobelli, neo acquisto, difensore in sostituzione di Bove. Felippe mediano al posto di Vinicius e Vitale per Petriccione ceduto al Catanzaro. Locali senza Russo Coccia e D’Ausilio per fare posto a Tentarini, Rizzo, Bianco.

La partita. Calcio d’avvio da parte del Crotone che dalle prime battute evidenzia fisicità e buon approccio alla partita con il trio difensivo Papini (uscito al 31° per infortunio) Altobelli, Loiacono. Centrocampo attento con Felippe mediano, D’ursi e Vitale con il compito di impostare le ripartenze e con Tribuzzi e Giron  ccursori sulla fascia destra e sinistra. Settimo e tredicesimo minuto si distingue Gomez in area di rigore con due colpi di testa. Vantaggio pitagorico al minuto ventisei. Dalla sinistra ottima incursione di Giron che giunto in area calcia basso il pallone che incoccia il piede di Gonnelli e termina in rete. Ancora meglio il Crotone dopo il vantaggio. Minuto trentanove è Tribuzzi che dalla destra crossa in area un invitante pallone dove D’Ursi lo insacca.     Continua a gestire bene l'incontro il Crotone evitando di abbassarsi. Ripresa che inizia con tre cambi da parte della Cerignola ed al quarantaseiesimo con D’Andrea colpisce la traversa. Locali che pressano con insistenza con l’intento di accorciare le distanze. Minuto cinquantino Trezza con un ottimo intervento evita a Tumminello di segnare il terzo gol. Segna invece al minuto sessantasei Malcore per i locali su indecisione di Altobello. Sparisce il Crotone dal campo e ne approfitta la Cerignola sempre presente nell’area avversaria. La supremazia si concretizza al minuto settantotto con D’Andrea che mette dentro il secondo gol con la collaborazione di Dini che non trattiene il pallone. Novantacinquesimo ancora D’Andrea.